IL MAESTRO (GURU BUFFONE) E' NUDO

lunedì 16 aprile 2012




[ Ogni riferimento a cose, persone, fatti realmente accaduti è puramente casuale ]


Voglio ora narrarvi senza indugi, ciò che è avvenuto in un paese , avviene in molte città e avverrà nell'intero Regno. Tutto è cominciato come in una fiaba...

In un paese lontano viveva un popolo pacifico.
Le onde sporche e burrascose dei problemi del mondo venivano a infrangersi raramente sulle sue belle spiagge calde e materne. Isolati da tutto e fieri di esserlo, i suoi abitanti dedicavano la maggior parte del tempo alla famiglia, al lavoro, ai divertimenti, agli amici.
Eppure , da qualche tempo, qualcosa di indefinibile era cambiato. L'atmosfera era divenuta pesante, come fosse pervasa dal sordo brontolio che annuncia un gran temporale. Le persone cominciarono a sentirsi più turbate, come se qualcosa si fosse infiltrato nel loro ambiente e avesse interferito con la loro armonia.
Nel frattempo arrivò un enigmatico straniero che fin da subito si autoproclamò Maestro di antichissimi insegnamenti iniziatici , vie misteriche / esoteriche, Esseniche, Alchemiche, Sciamaniche, Martiniste, Rosacruciane ...
Convinse quella gente di essere in grado di riportare l'armonia e la serenità nelle loro vite, di poter trasmettere loro segreti particolari coi quali avrebbero potuto sviluppare pienamente le loro potenzialità psichiche (mentali), energetiche e spirituali.
Per fare questo si servì di alcuni stratagemmi il cui scopo era semplicemente quello di arricchirsi a spese dell'ignoranza di quelle persone, le quali, ignare dei suoi reali intenti, lo accolsero come fosse un Re, nella speranza potesse svelare loro i suoi segreti, mostrare i suoi poteri spirituali.

Prima di tutto, per operare il lavaggio del cervello dei suoi poveri adepti, fondò un'Accademia della durata di una decina d'anni. L'Accademia si prefiggeva lo scopo di implementare la crescita personale dei propri discePolli, i quali sborsavano ingenti somme di denaro per apprendere i "fasulli" insegnamenti del loro Guru (denominato sempre e dovunque "il Maestro"). Una volta che i suoi allievi si bevvero le prime illusioni ottiche e videro dal vivo le pseudo-siddhi (poteri) di quel Guru il gioco era fatto: il Maestro li aveva in pugno come mosche e tutto ciò che usciva dalla sua bocca veniva assorbito dall'inconscio dei suoi allievi come fosse oro filosofale.
Ma la ciliegina sulla torta, la chicca delle chicche, la creme della creme erano le sue "Pratiche" iniziatiche (meditazioni, mantra, terapie di autoguarigione, rituali, ecc.):

- Si inventò un metodo energetico (marchiato col suo nome) che fece passare come una sua "personale" rielaborazione in seguito ad anni di sperimentazioni e ricerche... Grazie alle sue tecniche gli adepti avrebbero acquisito coscienza della loro libertà, avrebbero avuto sempre maggiore entusiasmo e serenità nell'affrontare la vita di tutti i giorni.

- Fondò delle convinzioni fondamentali alla base della sua scuola in accordo a una pluralità di concetti presi qua e là da altre scuole, libri, seminari, formatori.
Camuffò questi concetti e li espose agli occhi dei suoi discepoli come se fossero straordinarie innovazioni:  Promise loro di esaltare le loro qualità, di poterli aiutare per il "Risveglio della Kundalini", l'accesso ad altri livelli di coscienza, sviluppare creatività, intuito,  servirsi / trasmutare l'energia del denaro, padroneggiare (oobe) viaggi astrali, sogni lucidi e così via.


Fu così che i suoi allievi credettero di avere sviluppato - grazie a quello che loro difendevano e chiamavano meccanicamente Maestro - elevati livelli percettivi di autoconsapevolezza; di aver accumulato potere personale nei loro punti energetici; di conoscere il potere delle parole, di poter gestire il "flusso energetico del denaro", di essere diventati (o di poter diventare) abili entronauti; di aver compreso i meccanismi di maya e di aver così ritrovato l'armonia e la felicità dimenticata.

In questo paese viveva anche un saggio apprezzato da tutti, stimato per la sua immensa conoscenza e profonda sensibilità.
Il saggio - avendo un notevole intuito, una mente duttile e una grande esperienza - nel vedere quel singolare Guru e percependo l'oscuro influsso da quegli emanato, tentò invano di avvertire gli abitanti del paese, i quali erano come ipnotizzati da quel Maestro e dai suoi (invisibili) incantesimi.
L'unico che percepì le stesse sensazioni del saggio fu un ragazzino dall'animo puro e cristallino.
Un giorno , durante una delle lezioni di quel Maestro, il ragazzino - libero dalle fantasie, i concetti, le allucinazioni della mente di gruppo dei discepoli -  si avvicinò e vedendo che dietro la pomposità di quella Dottrina non c'era proprio niente, disse :

"Ma questo Guru non ha alcun vero potere !
Non vedete che vi sta solo vendendo fumo ? "

" Siete voi che gli state fornendo energia, soldi, lodi; lui in cambio vi offre miraggi, speranze per galvanizzare il vostro ego spirituale e la sua sete di successo e attaccamento ai beni materiali. "

Storditi da questa evidenza, gli allievi percepirono immediatamente  il venale flusso energetico emanato da quel personaggio; compresero che l'armonia che precedeva l'arrivo di quel Guru era dovuta alla gioia di vivere tipica dei bambini; non era dovuta al risveglio della kundalini, all'Accademia, al "nuovo" flusso energetico / percettivo del senso del denaro o "all'effetto placebo" di quelle tecniche fasulle.
Capirono che tutto ciò che gli era stato venduto potevano apprenderlo gratuitamente da un bambino.
Allora venne loro in mente l'espressione di Gesù:
"Se non diventerete come i bambini, non entrerete nel Regno dei cieli"

Avendo smascherato la vanità di quel buffone, al Maestro non gli restò che reagire con indignazione, accusando il ragazzino di essere un povero ingenuo che non conosceva il significato del suo immenso "potere personale" , il valore delle sue pratiche e delle pseudoverità divulgate all'interno della sua Accademia essoterica.

Ma ormai era troppo tardi... Gli individui, dopo aver superato lo shock delle suggestioni post-ipnotiche (la verità è dura da mandare giù) ripresero il contatto con la loro intima essenza, si riconciliarono con il loro maestro interiore, videro la realtà senza le suggestioni e i veli con cui quel Maestro si riempiva la bocca, le tasche e le sue pratiche autorealizzative.

Dopo aver consultato il saggio del paese (che, a differenza del Guru Buffone , viveva nella più completa semplicità e non si faceva pagare per nessuna Verità), compresero che il campo elettromagnetico dell'Accademia poteva influenzare le loro deboli e superficiali menti di aspiranti iniziati , per cui cacciarono quel Guru e ritornarono "come per magia" al loro stato naturale di felicità, armonia, creatività tipica di tutti i bambini....

Dopo quell'esperienza decisero di creare uno slogan affinché nessun altro guru falso profeta potesse mettere piede nel loro paese:


"BENVENUTI NEL PAESE DELLA NON DOTTRINA DEL NON METODO DEI NON GURU"

6 commenti:

Guerriero Zen ha detto...

Eeeee.... aridanghete!!!!

Ma quante ne sai???

La tua non è una tastiera, è il bancone dell'Alchimista ( o_= ) con,
al posto delle lettere sui tasti, formule e ''principi attivi''.

Anche le apparecchiature, apparentemente semplici, rivelano una tecnologia antica ed innovativa.

Non è semplice ''dipingere'' con estrema dovizia di dettagli una, apparente realtà, che dovrebbe essere lampante ed invece... sembra misteriosa ed affascinante.

E' rimarchevole lo sforzo/piacere che ti spinge ad essere reporter di cotanto rimbecillimento.

Il tuo affanno/godimento di spiegare ad un sassolino che è montagna non può e non deve cadere... rotolando per la china senza che nessuno gli dia peso, o peggio, gli tiri un calcio.

Non sono qui (come in nessun altro luogo) a farti la famosa barba.

Semmai ad altri...!

Se il sassolino cade a valle è facile che diventi una frana, faresti il gioco sporco di chi ti snobba per... paura.

Sono qui a trattenerti, con il mio peso-piuma, dal rotolare.

Sono qui a scommettere, con te, quali/e risultato darà il (ti cito) ''inutile dare le perle ai famosi...''.

Puoi. e lo sai, fare di più e meglio, non ti curar di loro ma etc. etc.

Il tuo/nostro tempo è talmente prezioso ed effimero che non vale la pena di consumare il filo della spada contro... il vento.

Narrerò la tua ''favola'' al mio Maestro/Allievo bimbo (per ora) e che ne faccia tavola di comandamento. Grazie!

E non può mancare ,l'oramai famoso,

N A M S T L E' (73 51 88 per tutte le ruote dell'Uni-verso)

Zewale Rovesta ha detto...

Grazie per il sostegno,

Mi sento un sassolino spensierato in sospensione nella vacuità.
In questo vuoto a volte mi capita di non sapere più dove sono, confondermi, perdermi tra i cocci della mia mente nebulosa , altre volte di trasfigurarmi in pietra, roccia, montagna... Ma chi sono non l'ho ancora capito sai 0.o

Lo dice sempre il mio psichiatra che soffro gravemente di disturbi di personalità multipla ^.^

Non so neppure perché mi trovo su questa collina... Forse perché ogni tanto mi piace passeggiarci sopra, oppure perché sono uno spericolato escursionista in cerca di cime tempestose.

Più cerco di conoscermi e più mi accorgo di non conoscermi affatto...
Che siano i sintomi della mia frana personale ?
Che la frana mi abbia già trascinato quaggiù senza che io me ne fossi accorto ?

Se così fosse,
Ora che mi resta da fare ?
Passeggiare tra le macerie e cercare uno spiazzo tranquillo in cui sostare ?
Agitare il ventaglio per arieggiarmi ?
Ricordare ai sassolini che anche loro sono sospesi nel vuoto ?

Oppure:
Ricordare ai sassolini che sono elementi costitutivi di una gigantesca montagna ?

O ancora:
Costruire Monumenti su instabili fondamenta ?
Innalzare Cattedrali che crolleranno come castelli di sabbia ?


In una situazione di stallo come questa , non so davvero cosa mi convenga fare ...

Nel dubbio ,
sto nuovamente galleggiando in una pozzanghera di vacuità

Namastlè

Guerriero Zen ha detto...

EhEhEh!!!

Ma quale sostegno? Se t'appoggi cadi e sei già sdraiato, come fai a cadere di più? O_-

Concordo in parte con il tuo psichiatra, poverino chissà quanta analisi deve farsi fare per riprendersi dalle sedute con te.

Alla sua diagnosi ne ho un'altra da associare e che rende forse meglio, ognuna delle personalità che esprimi è, perdipiù, frammentata. :D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D
Al tuo posto, e per alcuni versi m'immedesimo, fabbricherei una bella barchetta di carta e inizierei ad esplorare quella infinita pozzanghera di vacuità.

Poi, arrivato al centro... un bel macigno gettato con forza nel fango e attendere di vedere cosa sale dal fondo... chissà??

Namastlè

Zewale Rovesta ha detto...

Ha, per i lettori che capitano casualmente di qua, ho trovato un'Accademia che assomiglia lontanamente a quella della favola...

Se amate gli sport estremi e invece del solito corso di parapendio o di paracadutismo preferite qualcosa di veramente alternativo, vi consiglio di frequentare i sette anni dell'Accademio di Paolo Paris.
Questo Paolo Oddenino Paris è adatto ai fan new agiani delle sect-cult... iscrivetevi ai suoi corsi di http://www.crescitapersonale.com/ ; vi insegnerà:

- L'Accademia", una via iniziatica della durata di sette anni (anche se può non avere mai fine visto che il fondatore può istituire i cosidetti anni fuori corso)

- i segreti della sua PEM (Paris energy Method)
-> Le tecniche del P.E.M. muovono dalla nozione dei "punti di percezione", scoperti dallo stesso Oddenino Paris e definiti come aree dove si intrecciano migliaia di filamenti energetici, che costituiscono il "nucleo energetico" della persona

- aneddoti su castaneda, che P. "avrebbe" incontrato nel '90 circa

- truccheti presi qua e là da qualche altro seminario e mescolati come nel gioco delle tre carte

- come visitare l'Akasha durante il quinto liv. PEM (Lettura dell'ombra)

- Meditazioni proposte dall'Istituto : Shangai PEM, Saxum Gaudi , il Padre Nostro e Vei Soam

- seminari monotematici, il corso Rubino e Sfere di Competenza, i quattro seminari della Via del Guerriero e Fantasia e Creatività, questi ultimi destinati anche ai bambini e ai giovani, dai quattro ai diciannove anni di età

- il seminario "Salto all‘altro io" (1000 euro all‘epoca, piu albergo e piu volo aereo) copiato da Viktor Sanchez, invece di un‘esperienza magica si dimostra un semplice tuffo su dei materassi con una benda negli occhi

- il suo famoso Sutay (parolina "magica") volo, ovvero quello per la non-levitazione (saltello verso l'alto di pochi centimetri provocato dal movimento delle ginocchia), che Paolo spacciava come suo (ecco perche' diceva a tutti di custodirne il segreto) quando invece l'ha copiato di sana pianta dalla Meditazione Trascendentale. Siete pronti bambini (ovvero adulti poco cresciuti e creduloni)? Ecco la parolina "magica":
"RAPPORTO FRA CORPO E AKASHA, LEGGEREZZA DI UN FILAMENTO DI COTONE"
Mi raccomando quando nel silenzio pronunciate questa frase portando l'attenzione al centro di consapevolezza (situato nel mezzo del cervello) provate ad immaginare Paolo Oddenino Paris senza parrucchino e nudo, cosi' almeno vi fate 2 risate. E dire che c'e' gente che paga un migliaio di euro al primo anno accademico sperando di imparare a levitare. Mille euro per questa frase, copiata dalla Meditazione Trascendentale.

Anonimo ha detto...

Paolo Oddenino ha la struttura energetica di un rettiliano, ovvero quella razza umanoide che si dice viva sotto terra, con una tecnologia molto avanzata, molto intellettualoide, ma senza una vera anima (ovvero non hanno neanche il germe del corpo della spiritualità' divina...d'altronde per Paolo secondo lui noi avremmo al massimo solamente un corpo sottile mentale e non mi meraviglio del suo commento nel suo caso) e senza cuore. Il rettiliano (o quelli ibridi, che nel loro dna hanno per meta' geni rettiliani e geni umani) si riconoscono per alcune caratteristiche: tendeno ad avere le mani e/o piedi palmati (Paolo ha almeno le mani palmate), le loro pupille tendono in certi momenti a passare dalla forma sferica a quella allungata come i rettili (serpenti in particolare), tendono a vivere per il loro dio denaro e sarebbero disposti a vendere la loro madre pur di raggiungere i loro scopi e soddisfare i loro ego. Paolo sembra avere tutte (o quasi) quelle caratteristiche che lo rendono un rettiliano. Aggiungo che questi individui che nulla di umano e di divino hanno, sono dei veri e propri parassiti energetici che riescono a sopravvivere rubando l'energia alle altre persone, nascondendo la loro identità' e vivendo nella menzogna più' totale.

Anonimo ha detto...

http://www.lastampa.it/2016/02/09/edizioni/biella/mediatore-minacciato-dal-medium-torinese-nhwdFg7M3zcvjBEG34OY9N/pagina.html

Il link in alto contiene un articolo apparso su "La Stampa" in data 9 febbraio 2016 e che riguarda l'imbroglione col parrucchino: ecco un copia e incolla dell'articolo:

Mediatore minacciato dal “medium” torinese
Condannato Paolo Oddenino Paris

Le minacce nei confronti dei genitori e dei suoceri di un consulente finanziario biellese furono un tentativo di estorsione e per questo sono stati condannati. Il giudice Paola Rava ieri ha condannato Paolo Odennino Paris, 69 anni, di Trofarello, già psicoterapeuta, medium, ora, come lui si definisce sui social, «ricercatore nell’ambito della crescita personale» a 2 anni e 6 mesi di reclusione, oltre a 1500 euro di multa. Colpevoli anche Stefano Genovese, 32 anni, e di Giacomo De Angelis, di 41, romani: 3 anni e due mila euro. La richiesta della procura, era stata più severa. Le difese invece hanno l'assoluzione o le derubricazione del reato da tentata estorsione a esercizio arbitrario delle proprie ragioni. Odennino, già conosciuto dalla giustizia per svariati reati, ideatore del «potenziamento umano» e fondatore di una scuola, tramite il mediatore biellese affida 825 mila in contati a un rom novarese. Questo garantisce interessi ad un tasso del 100%. Quando nel 2008 Odennino vuole rientrare dei sui soldi il nomade si rende irreperibile. L'imputato si rivolge al biellese, prima con le buone, ma passando presto alle minacce. Nel novembre del 2008 il mediatore subisce un'aggressione e lesioni guaribili in 8 giorni. A picchiarlo sono due uomini mai identificati. Dopo è un'escalation di telefonate minatorie fino a dicembre quando Odennino, con i due romani, si presenta a casa dei genitori e poi dei suoceri. Ad attenderli ci sono i carabinieri che li arrestano.

Related Posts with Thumbnails

Google+ Followers

Parole Chiave

abitudine (63) Accettazione (82) Acqua (7) Advaita (9) affermazioni (24) Aforismi (129) Agire (65) Aivanhov (4) Alchimia (58) Aldilà (5) AMORE (125) Aneddoto (100) angeli (11) Anima (121) archetipi (2) Armonia (29) arte (12) Astrale (39) attaccamento (49) attenzione (33) Audiolibri mp3 (23) Bambini (27) Bellezza (54) Bene (18) Buddhismo (60) C. Cisco (3) calma (13) cambiamento (82) Carte illustrative (24) Castaneda (33) chakra (4) Co-Creazione (34) compassione (30) comprensione (76) concentrazione (29) condizionamento (137) conoscenza (86) Consapevolezza (157) Coraggio (132) corpo (81) Coscienza (66) creatività (36) credenze/convinzioni (93) Cuore (90) desideri (33) destino (20) Dialogo Interiore (16) Dio (133) Disordine (5) distacco (85) Dna (11) domande (72) Donna (3) Dzogchen (23) Ego (40) Egregor (28) emozioni (59) Energia (47) energia vitale (38) entusiasmo (10) Equilibrio (32) Esercizi (198) Esperienza (74) Essere (113) Estasi (5) Eternità (18) Evoluzione (29) fare (14) fede (19) Felicità (95) Fiducia (7) film (39) flusso della vita (58) focus (17) follia (8) forme pensiero (49) fortuna (10) Forza Interiore (73) fotogallery (17) Fuoco Sacro (19) futuro (33) gioia (31) gratitudine (21) Gruppo Ur (18) Gurdjieff (40) idea (8) identificazione (47) idiota zen (50) il potere di Adesso (68) illuminazione (36) illusioni (148) Immaginazione (70) importanza (26) Impressione (14) inconscio (20) inferno (9) iniziative (53) iniziazione (56) intento/volontà (72) Intuizione (21) Invocazioni (11) Lanza del Vasto (5) Legge Attrazione (89) Lezioni di Vita (52) Libertà (149) libri gratuiti (119) linea della vita (17) Luce (36) MadMacX (71) Magia (58) Mahamudra (1) medi (1) meditazione (63) Mente (126) Metafisica (8) Metafore (47) MIGLIORI POST (45) Mistero / ignoto (23) mondo (122) morte (79) musica (35) Nascita (6) natura (24) Non Agire (Wu Wei) (46) Nulla (26) obiettivi (29) odio (6) Osservazione (37) ostacoli (9) Ottimismo (15) Pace (28) Paradossi (3) passato (28) paura (57) Pendoli (46) Pensieri (73) Percezione (31) Perdono (13) Personaggi (38) PNL (25) poesia (92) Possibilità (5) Preghiera (15) Presente (31) presenza (43) Principi (33) Psicosintesi (11) Qabbalah (2) quarta via (23) reagire (8) Realtà (56) relax (5) Respiro (20) ricordo (22) riepilogo (34) riflessione (48) rilassamento (29) Rinuncia (3) risonanza (6) risorse (7) Risveglio (107) Rituali (44) Rivista (5) Rocco Bruno (16) saggezza (189) Scelta (40) schiavitù (69) sciamano (33) seghe mentali (125) segnali (3) semplicità (28) sensazioni (19) sentimenti (22) serenità (14) Sesso (1) significati (8) Silenzio Interiore (16) Simboli (11) Sincronicità (19) sofferenza (35) sogni (99) Sole (6) solitudine (3) SONDAGGI (8) Sorgente (3) Sorriso (3) Specchio (14) sperimentare (19) spirito (97) spirito critico (8) Spontaneità (22) stress (9) suggerimenti (120) svago (35) tantra (5) TAO (33) tempo (73) Teurgia (1) Transurfing (54) Trasformazione (14) Tutto (11) Umorismo (120) Unione (46) Universo (77) Vampiri energetici (18) Verità (80) Vibrazioni (19) video (263) VIGNETTE SPIRITUALI (204) Visionari (9) Vista Interiore (61) Visualizzazione (52) Vita (63) Vuoto (33) yoga (21) zen (28) Zewale (323)
___________________________________________________________
______________________________________________________________________
CLICK E TORNA SU