AFORISMI DI VOLTAIRE

martedì 31 luglio 2012






http://www.partecipiamo.it/Aforismi_e_citazioni/Immagini_aforismi_citazioni/voltaire.JPGIl dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Soltanto gl'imbecilli sono sicuri di ciò che dicono.

Bisogna essere dei grandi ignoranti per rispondere a tutto quello che ci viene chiesto.

La più coraggiosa decisione che prendi ogni giorno è di essere di buon umore.

Gli uomini sono come gli animali: i grossi mangiano i piccoli e i piccoli li pungono.


    Entrate nella Borsa di Londra [...] Lì l'ebreo, il maomettano e il cristiano si trattano reciprocamente come se fossero della stessa religione, e chiamano infedeli solo quelli che fanno bancarotta.

Le streghe hanno smesso di esistere quando noi abbiamo smesso di bruciarle.


Per ciò che concerne i princìpi primi, siamo tutti nella stessa ignoranza in cui eravamo nella culla.

Quando la verità è evidente, è impossibile che sorgano partiti e fazioni. Mai s'è disputato se a mezzogiorno sia giorno o notte.

Ho interrogato la mia ragione; le ho domandato che cosa essa sia: questa domanda l'ha sempre confusa.

Bisogna aver rinunciato al buon senso per non convenire che non conosciamo nulla se non attraverso l'esperienza.

Il saggio sa che la vera ricchezza non consiste nell'ammassare beni materiali: l'Anima e non la cassaforte dev'essere piena ! (Zenone)

lunedì 30 luglio 2012



Saggezza Stoica di Zenone:

 
solo il sapiente, quand'anche è deforme, è bello, quand'anche poverissimo è ricco, quand'anche oppresso da schiavitù è sovrano. 

Il saggio sa che la vera ricchezza non consiste nell'ammassare beni materiali: l'Anima e non la cassaforte dev'essere piena !  

il criterio della ricchezza non è il possesso di denaro o di beni materiali (che sono soggetti a fortuna e non saziano mai chi ne usufruisce), bensì l'essere appagati e soddisfatti di ciò che si ha, anche se poco... La virtù è la vera ricchezza, poiché essa non dipende dalla fortuna e appaga pienamente chi la possiede, mentre coloro che ostentano possedimenti sfarzosi, tormentati come sono da una brama inestinguibile di possesso, sono non soltanto stolti, ma anche realmente poveri. 

l'uomo virtuoso è libero, anche se è soggetto a qualcun altro; per converso, il malvagio, anche nel caso che comandi, è schiavo e, per di più, non di una sola persona, bensì - il che p ben più grave - di tanti padroni quanti sono i suoi vizi -  Share

INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA A FUMETTI in SPAGNOLO Rius - Filosofia Para Principiantes


;


INTRODUZIONE ALLA FILOSOFIA A FUMETTI in SPAGNOLO Rius - Filosofia Para Principiantes

I FIGLI DELLA LUCE

domenica 29 luglio 2012



http://www.pilastridiluce.net/wordpress/wp-content/uploads/2011/01/heaven2.jpg

I Figli della Luce si nutrono di Pace, Libertà, Amore, Giustizia, Grazia, Benevolenza, Comprensione, Compassione, Generosità, Bontà, Luce, Verità, Positività, trasmettendo tutto questo intorno a loro.
Le creature che vengono in contatto con i Figli della Luce percepiscono la Positività dell’operato della “Luce Amore” e

LEZIONI DI VITA DI GIUGNO '12


;

 http://landarchs.com/wp-content/uploads/2012/06/landscape_10.jpg

IL MEGLIO DI GIUGNO '12


;


BENVENUTI NELLE ACQUE CORROSIVE DEL CHAOS

NELLA VITA IL TUO SCOPO E' FARE CENTRO

VAI SEMPRE OLTRE

Castaneda - Istruzioni per l'uso

DISTINZIONE TRA PRIMA ATTENZIONE E SECONDA ATTENZIONE

Caduceo Ermetico

http://topten-pictures.com/wp-content/uploads/2012/05/landscape-pictures-11.jpgL'ILLUSIONE DELLA DISILLUSIONE

SCHIAVI DEGLI INVISIBILI

INNO ALLA MADRE TERRA

AYIN: IL NULLA E LA CONOSCENZA

INNO ALLA SAGGEZZA

sabato 28 luglio 2012





http://www.pomodorozen.com/wp-content/uploads/2009/02/002.jpg Una spada sarà la tua consapevolezza,
E per il tuo desiderio di ricevere
Muterai lo specchio.

Tutti cadranno dinanzi alla tua vittoria,

Sarai come un leone tra gli altri animali,
Vittorioso e beato sarai tra i mortali.
Sarai accompagnato dalla pace,
E la tua presenza sarà fonte di ispirazione,
E dolci, incredibilmente dolci,
Saranno le tue parole.

Cresceranno fiori per le tue vie,
Sarai accolto con occhi sinceri,
Perché tu saprai toccare i cuori e le menti,

Andrea Doria, Acquasonora.com

giovedì 26 luglio 2012

;

--- ---

Il Nostro Angelo Custode Esiste, di Haziel


;






---- Il Nostro Angelo Custode Esiste

Perché avere Paura della Morte?

mercoledì 25 luglio 2012


http://4.bp.blogspot.com/_i2zb_gWsRFo/TQnv9xVdQuI/AAAAAAAAAtI/77xnuq2lNYo/s400/la%2Bmorte.jpg 
Quando noi ci siamo lei non c'è, 
quando lei c'è noi non ci siamo più...

INNI ALLA DEA KALI E ALLE DAKINI


;

http://www.ilcerchiodellaluna.it/immagini/kalimother250.jpg

INNI E INVOCAZIONI DELL'ANTICO EGITTO


;

http://www.scuoleelementaridesimone.it/isis-ANTICO%20EGITTO.jpg

INVOCAZIONI E INNI ORFICI


;

 http://www.sulromanzo.it/sites/default/files/images/alessia-colognesi/miti_orfici.jpg

BIBBIA: PAROLA DI DIO O DEI FARAONI DELL'ANTICO EGITTO ?

domenica 22 luglio 2012


http://www.effedieffe.com/images/stories/foto2009/egitto_bibbia_4_550.jpg 
Una delle tante coincidenze tra la bibbia e le tradizioni dell'Antico Egitto, dal libro Mysterium Coniuctionis di Carl Jung:

Nel mito di Osiride, sbranato in 14 pezzi, essi si alludono ai giorni in cui il satellite svanisce, dal plenilunio al novilunio. 

Nella  cultura egiziana il Ka (divina forza vitale e procreativa) consisteva, per così dire, nelle anime degli antenati del re, quattordici delle quali venivano venerate regolarmente dal Faraone e corrispondono ai quattordici ka del Dio Creatore. 
In corrispondenza con i 14 a ka di Ra, si portano in processione le statue di 14 antenati del re. Essi sono le precedenti incarnazioni regali del dio-padre, che si è riprodotto anche in quell'ultimo Re.

A tal proposito Jacobshon trova un'interessante corrispondenza con  la tavola genealogica di Gesù, dove si dice: 
la somma di tutte le generazioni da Abramo a Davide, è così di 14; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di 14; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di 14. 

Questa ricostruzione fa scorgere chiaramente la deliberata intenzione di sottolineare il numero  14.



P.s


Aneddoto sul Cristo, tratto dalla Pistis Sofia:
Un giorno lo Spirito Santo apparse come il doppio di Cristo - dunque come suo vero e proprio Ka- entrò nella casa di Maria, la quale però sulle prime lo scambio con Gesù. 
Ma egli domanda: " Dov'è Gesù, mio fratello, affinché io poss incontrarlo?" 
Lei invece, prendendolo per uno spettro , lo legò ai piedi del letto. Quando poi arrivò  Gesù, lo riconobbe e divenne immediatamente una cosa sola con lui.


 

DESCRIVERE L'INDESCRIVIBILE... IL MISTERO SI MANIFESTA SOLO PER ALLUSIONI CELATE




L'uomo ha la necessità imprescindibile di esprimersi ma sempre in modo altrettanto imprescindibile sente che proprio nell'atto di farlo inizia a tradire l'essenza palpitante, multiforme e sostanzialmente indefinibile della cosa in sé.

Ma se l'universo è movimento e non in riposo, se è una forma di attività e non una massa di materia, se è infinito e non finito, se è costantemente mutevole e mai stabile, mai lo stesso, se è un'onda che non si posa mai... come potremmo anche solo tentare di descriverlo?
 Eppure non possiamo non cercare di descriverlo, perché questo significherebbe cessare di esprimersi e cessare di esprimersi equivale a cessare di vivere.

 Jung insegnava che l'avvicinarsi di un archetipo crea vortici di simmetrie fra mondo interiore e realtà esterna, crea sincronismi... e nel sincronismo l'accadimento si produce qui e ora: passato e futuro sono simmetrici sull'asse del presente. Passato e futuro girano sull'asse, sul perno del presente.

 Soltanto per allusioni celate nel reale si manifesta il mistero. Dunque occorre saper abitare la contraddizione, il confine, la soglia.  Amarli persino, perché certo le aporie, i paradossi si possono sciogliere nel pensiero razionale, oppure nella retorica della lingua e dello stile, ma l'ambivalenza del cuore o le 1000 ragioni dell'anima sono proprio un'altra cosa. forse sono la cosa a cui non si può rinunciare per dirsi umani.
 

(Carla Stroppa)

IL CONTADINO SPIRITUALE


http://www.gotellministries.org/farmer.jpg 

1) Scava e Semina sottoterra = Scandaglia le profondità del tuo Essere e pianta semi virtuosi

2) Raccogli i frutti = Riporta alla luce la tua essenza


Cosa diavolo ci facciamo qui?

sabato 21 luglio 2012



Ma insomma, a che gioco giochiamo?  




http://www.museominimo.it/images/big/meta8.jpg

Da troppo tempo ormai stiamo aspettando che il palcoscenico si apra. Siamo venuti saltellando a teatro, pieni di desiderio, con gli abiti e le scarpe della festa. Eravamo così belli, così pieni di entusiasmo! Qualcuno ci aveva promesso che avremmo partecipato al gioco, che avremmo avuto la nostra parte dello spettacolo. Ricordo con struggimento quella promessa. E dunque perché il palcoscenico non si apre? E questo silenzio strano, cos'è? E la luce? Quella luce che sa di festa e di paradiso perché si sta abbassando e si precipita nell'ombra?

La curiosità si muta in nervosismo, la gioiosa aspettativa si trasforma in brusio irritato, inquieto, il vacuo chiacchiericcio. Che orrore! Certi ragazzi iniziano a lamentarsi ad alta voce, sbottano, fischiano, tossiscono forte. Adesso chiamano con frasi sarcastiche, insultano, non hanno più pazienza.

Cosa diavolo succede? Anzi, perché non

IL FUORI LUOGO




http://www.gestoricarburanti.it/redazione/images/stories/image/cappiobenz.jpg

Il “fuori luogo” , la dislocazione, la dis-giuntura, l’interim, ovvero il passaggio impossibile, l’aporia, percorso dal fantasma invisibile all'ospite visibile.

Fuori luogo sono i discorsi inattesi e paradossali.


Il fuori luogo è il sempre altrove, faglia o rottura spazio-temporale, è la sensazione così attuale di essere ovunque e in nessun luogo al tempo stesso, come in una diaspora universale in cui si è dappertutto ma mai a casa... E’ una dislocazione (o “delocazione”), che connette i riflessi degli specchi con le invisibili tracce degli spettri.

La realtà non sopporta di essere guardata negli occhi. Per questo non basta la ragione a capirla.


;


"Sapeva che non sarebbe mai potuto uscire di li, che la sua vita era soltanto una copia della realtà, ma dal suo mondo finto, mi guardava dritto in faccia. Ma la realtà non sopporta di essere guardata negli occhi. Per questo non basta la ragione a capirla."




--

-- -- 

 " Sai qual è l’unica cosa che io non posso fare qui dentro? È smettere di giocare. Tu invece puoi farlo. E allora smetti di giocarci. Se riesci a farlo vuol dire che sei libero."



--

SAI PERCHE' CADIAMO ? PER IMPARARE AD ALZARCI

venerdì 20 luglio 2012






Sai Perché Ricadiamo? 

Per imparare ad Elevarci più in alto di prima...




REALIZZARE IL PROPRIO SE' INNATO


;



http://blog.chatta.it/images/serenella21/775E435F73555B56.jpgLa persona trasformativa [emancipata dalle patologie della società] è quella che ha realizzato il Sé innato al massimo grado possibile, e che, a sua volta, influenza gli altri a fare lo stesso.

LA LUCE OLTRE LA PORTA, di Carla Stroppa




http://www.fundiy.com.tw/kagaya/celes/crystal/image/crystal.jpg
Si sarebbe tentati di dire che la vita si gioca fra due opposti inganni: l'illusione puerile di una pienezza indifferenziata e l'illusione "senescente" di una coscienza evoluta che mentre scinde le polarità, confina l'anima su un'isola davvero troppo lontana. Così lontana da perderne l'immagine e la memoria.
A volte gli individui sono costretti (o si costringono) a recitare una parte che non gli appartiene, ignari del prezzo che pagano: un sostanziale autoinganno che dal "centro" gli sottrae l'anima.

Il sognatore, il visionario, l'eterno fanciullo, il folle che ha visto il "centro" non permetterà all'Io di

IMMAGINATE DI ESSERE DEI SOGNATORI ERRANTI

giovedì 19 luglio 2012



http://www.katerpillar.it/wp-content/uploads/2011/04/waking.jpg


Come esercizio di stile per la vostra anima , da ora in avanti , siate dei Sognatori Erranti, circondati da altri sognatori erranti.

[ il padre, la madre, il figlio, il fratello, l'amico, la fidanzata, il vicino, il tabacchino.... Vedeteli tutti come sognatori erranti che condividono il vostro stesso sogno ma che non riconoscono gli immaginari scenari onirici in cui vi trovate]

Prendete spunto dal film d'animazione " Waking Life "





TU SEI L'UNO






IO SONO L'UNO
CHE DIVIENE DUE
CHE DIVIENE QUATTRO
CHE DIVIENE OTTO
MA SONO PUR SEMPRE L'UNO

(papiro di Petamon)

Fabrizio de André - Un blasfemo


;




MANTRA PROPIZIATORI






  • Aum Bhur Bhuvah Swah, Tat Savitur Varenyam Bhargo Devasya Dhimahi, Dhiyo Yo Nah Prachodayat

  • Om tare tuttare ture swaha

  • Om gam ganapataye namaha sharanam ganesha

  • Om mani padme hum

  • Ah Hung Benza Guru Pema Siddi

  • Om Ah Hum Vajra Guru Padma Siddhi Hum

  • Om Namah Shivaya


su  http://www2.mrtzcmp3.net   trovate  i  Canti



LA DECOSTRUZIONE DEL LINGUAGGIO (DISTRUGGERE PER RI-CREARE)

mercoledì 18 luglio 2012





 Sintesi della filosofia di  JACQUES DERRIDA 



Il compito del filosofo sarà allora quello di decostruire i testi , cioè smontarli, metterli in crisi, contraddirli. Chi compie quest'opera permette al lettore di capire che in esso non c'è l'essere, ma l'essere è oltre il testo, che nel testo ci sono solo le sue tracce.
Decostruire un discorso, glossarlo, scrivere nei suoi margini un commento che lo demolisce, farne la "parodia" è mettere in crisi la sua pretesa di essere luogo della verità e nello stesso tempo smascherare chi usa questo testo per il suo potere: questo è per Derrida fare filosofia. In questo modo si capisce che il vero modo in cui si aderisce alla verità è quello del colpo di dadi ; quello in cui a caso scegli la tua opinione, decidi che in quel testo c'è l'essere (la verità): ma così facendo conferisci a quel testo un valore di verità che esso non ha. Il colpo di dadi, la decisione senza motivo, avviene perché non si è perfettamente coscienti che la verità è nello "spazio vuoto" che è in mezzo a "indecidibili opposti". E' così o cosà? Dentro o fuori? Prima o dopo? La risposta è né l'uno né l'altro, ma lo spazio che è tra l'uno e l'altro, la "sbarra" che divide l'opposizione (quando scrivo dentro/fuori metto tra la parola "dentro" e la parola "fuori" una "sbarra" trasversale: la risposta è in "quella sbarra"), l'interlinea, l'indecidibile, il qualcosa che non sopporta la decisione. 




Derida non definisce né

NON FATEVI TESORI SULLA TERRA, MA IN CIELO

martedì 17 luglio 2012

;



Testo di Ettore Panizon

NON PENSARE CARNALMENTE, ALTRIMENTI SEI CARNE, MA PENSA SIMBOLICAMENTE E ALLORA SEI SPIRITO (Gesù)

lunedì 16 luglio 2012

;

ALCUNI INSEGNAMENTI DI GESU'

domenica 15 luglio 2012




KABBALA GNOSTICISMO EBRAISMO


;

SURREALISMO di Luigi Serafini


;


Codex Seraphinianus

ATTIVA IL CUORE SPIRITUALE

sabato 14 luglio 2012






Fissa lo spirito nel cuore

«Sii nel cuore, sentilo,  vivilo »

Evoca « il senso di infinità e di incondizionata libertà dello spirito »

Inno della Perla

venerdì 13 luglio 2012





  Nel simbolismo gnostico con il termine perla si suole indicare l'anima dello gnostico, o di colui che è sulla via della gnosi. Così come la perla è racchiusa nell'ostrica, così l'anima umana è racchiusa nel corpo. Entrambi, ostrica e corpo, svolgono la duplice funzione ambivalente di racchiudere e di occultare la perla-anima.  

L'inno della perla è un capolavoro poetico di rara bellezza.

Il corpo di luce nell'esicasmo - Lanfranco Rossi

giovedì 12 luglio 2012






Parte prima: la ricostruzione dell'uomo interiore

Parte seconda: la preghiera nella Filocalia. I suoi effetti di trasformazione


Di prossima pubblicazione:


Parte terza: lo stato infuocato come grado supremo della preghiera: silenzio, gnosi e luce
Parte quarta: il corpo di luce
Parte quinta: la veggenza del nous
Parte sesta: le configurazioni del corpo di luce

LE BIZZARRE RICHIESTE DEGLI INTERNAUTI






Vi riporto i contenuti di alcuni messaggi che ho ricevuto nella mia casella di posta elettronica... Buon divertimento :D



1) Salve, ho trovato il suo sito interessante e ci sarebbero dei dubbi che mi tormentano:
cosa c'è dalla 13 dimensione in poi?
Sono , interessata in particolar modo alla 27 dimensione, so che in teoria ve ne sono 90, teoricamente , appunto, perchè nulla è fermo tutto è in evoluzione, quindi potrebbero essere arrivate a dimensioni ancora più elevate.
Lei , saprebbe rispondermi ? Tutti parlano delle dimensioni attigue,cosa facilmente reperibile in siti anche di provenienza esteri,ma oltre,cosa c'è?
Grazie ,se saprà rispondermi,in caso negativo,pazienza,visto che ipotizzare è facile,ma le certezze sono rare,cerco,qualcuno che sappia ,che abbia anche esperienze di suo ,copia ed incolla da altri siti è facilmente reperibile ovunque...

2) Ciao, ho visto un video sui draconiani e penso di avere il sangue da guerriero draco-rettiliano... anche tu senti di appartenere alla stirpe guerriera dacro-rettiliana oppure sei di un'altra razza?

3) Saluti, si io mi sento di voler partecipare a quest'alleanza .. potrei saperne di più ? 

... mi sono immesso sulla via del transurfing,oltre le polemiche sul fatto che vadim zeland, sempre che esista veramente, non doni le sue intuizioni ma le venda...  

[mia risp:

FET = FOCUS + EMOZIONI + TEMPO

mercoledì 11 luglio 2012




ASHTAVAKRA GITA

martedì 10 luglio 2012






MAHA MUDRA (GRADE SIGILLO)

sabato 7 luglio 2012

;



Il supremo modo di vedere è la completa libertà dal dogmatismo.
La suprema meditazione è la vasta profondità senza confini.
La suprema condotta è la rottura dei limiti.
La suprema mèta è lo stato naturale senza più aspettative.

--

Maha mudra o Grande sigillo


Il Grande Sigillo non può essere insegnato, ma tu, benedetto, intelligente Naropa, che affrontando

AVADHUT GITA (il Cantico dell'Asceta)







a cura di Govinda Das Aghori (Jimmy Penzo)
L'Avadhut Gita, अवधूत गीत il Cantico dell'Asceta, del Rinunciante, è attribuito a Dattatreya il fondatore di tutte le scuole tantriche, compresa quella degli Aghori. La traduzione in inglese è di Hari Prasad Shastri (1^ edizione, 1934).
Tra i pochi averi di un sadhu è sicuramente incluso questo libretto, perfetta sintesi della filosofia non-dualistica. Dattatreya descrive minuziosamente il pensiero di un'anima liberata. L'uomo non ha bisogno di un particolare stile di vita, di una religione o tanto meno di dogmi, rituali o di una particolare moralità. La Verità si può attingere da tutto ciò che ci circonda, rispettando tutto ciò che ci circonda la Verità si rivela da sola. L'uomo può trarre da ogni cosa lo spunto per le più profonde meditazioni. Anche una cosa considerata da tutti insignificante o negativa può insegnarci molto.
Il primo capitolo si eleva dalla sfera della psiche alla constatazione  dell’identificazione del Tutto con il Brahman (l’Assoluto Impersonale). Nel secondo capitolo si affronta il compito di definire Atman e Brahman, cioè il Sé e l’Assoluto. Nei capitoli  successivi si analizza la differenza fra la vera Conoscenza e la conoscenza umana.
 
 

VERSI AUREI , PITAGORA

domenica 1 luglio 2012





Che giammai il Sonno chiuda i tuoi occhi stanchi
senza aver esaminate le opere da te compiute nel giorno:
Che cosa ho trasgredito? che feci? quale dovere non compii?
Esamina accuratamente le tue azioni dalla prima,
e quindi delle cattive rampognati, e delle buone rallegrati.
Ciò sforzati di fare quale esercizio, ed è in seguito te ne compiacerai.
Questo mio consiglio ti porrà sulle orme delle Divine Virtù.
Io te lo giuro per Colui che alberga nei nostri cuori:
per la Tedrade Sacra, simbolo immenso e puro, fonte perenne della Natura.
E prima d'incominciare qualsiasi opra, la tua anima, fedele al dover suo,
invochi con fervore gli Dei, e ne chieda il soccorso per il compimento dell'opera che vai ad intraprendere.
Guidato da Essi, così solo alcun male ti coglierà:
Degli esseri diversi, scrutando, sonderai l'essenza;
e conoscerai il colegamento delle cose, come ogni cosa trapassi e come sia governata.
Tu saprai, se lo vuole il Cielo, che la Natura,
simile in tutte le cose, è la stessa in tutti i luoghi;
in modo che, edotto dei tuoi veri diritti,
il tuo cuore non serberà traccia di vani desiderii.
Tu imparerai che i mali, che affliggono gli uomini,
sono il frutto della loro condotta, e che questi infelici
cercano, lontano da essi, quei beni dei quali essi portano la sorgente.
Pochi sanno essere felici; soggiogati dalle passioni,
volta a volta sballottati da onde contastantesi
sopra un mare senza alcuna terra in vista, essi brancolano ciechi:
senza poter resistere, né cedere alla tempesta.
Dio! voi li salvereste togliendo l'illusione dai loro occhi...
Ma no: è compito dell'uomo, creatura di Dio,
discernere l'Errore e guardare la Verità.
La Natura, mediante i suoi veli, ti spiega. Tu che li hai sollevati,
uomo savio, uomo felice, emetti un sospiro di soddsfazione: tu sei in porto!
Osserva le mie istruzioni, rifletti su ciascuna cosa
dopo d'aver posto in alto un'ottima ragione direttrice,
affinchè, elevandoti poi nell'Etere radioso,
Tu divenga immortale, spirito eterno, non più soggetto a morte.
Related Posts with Thumbnails

Google+ Followers

Parole Chiave

abitudine (63) Accettazione (82) Acqua (7) Advaita (9) affermazioni (24) Aforismi (129) Agire (65) Aivanhov (4) Alchimia (58) Aldilà (5) AMORE (125) Aneddoto (100) angeli (11) Anima (121) archetipi (2) Armonia (29) arte (12) Astrale (39) attaccamento (49) attenzione (33) Audiolibri mp3 (23) Bambini (27) Bellezza (54) Bene (18) Buddhismo (60) C. Cisco (3) calma (13) cambiamento (82) Carte illustrative (24) Castaneda (33) chakra (4) Co-Creazione (34) compassione (30) comprensione (76) concentrazione (29) condizionamento (137) conoscenza (86) Consapevolezza (157) Coraggio (132) corpo (81) Coscienza (66) creatività (36) credenze/convinzioni (93) Cuore (90) desideri (33) destino (20) Dialogo Interiore (16) Dio (133) Disordine (5) distacco (85) Dna (11) domande (72) Donna (3) Dzogchen (23) Ego (40) Egregor (28) emozioni (59) Energia (47) energia vitale (38) entusiasmo (10) Equilibrio (32) Esercizi (198) Esperienza (74) Essere (113) Estasi (5) Eternità (18) Evoluzione (29) fare (14) fede (19) Felicità (95) Fiducia (7) film (39) flusso della vita (58) focus (17) follia (8) forme pensiero (49) fortuna (10) Forza Interiore (73) fotogallery (17) Fuoco Sacro (19) futuro (33) gioia (31) gratitudine (21) Gruppo Ur (18) Gurdjieff (40) idea (8) identificazione (47) idiota zen (50) il potere di Adesso (68) illuminazione (36) illusioni (148) Immaginazione (70) importanza (26) Impressione (14) inconscio (20) inferno (9) iniziative (53) iniziazione (56) intento/volontà (72) Intuizione (21) Invocazioni (11) Lanza del Vasto (5) Legge Attrazione (89) Lezioni di Vita (52) Libertà (149) libri gratuiti (119) linea della vita (17) Luce (36) MadMacX (71) Magia (58) Mahamudra (1) medi (1) meditazione (63) Mente (126) Metafisica (8) Metafore (47) MIGLIORI POST (45) Mistero / ignoto (23) mondo (122) morte (79) musica (35) Nascita (6) natura (24) Non Agire (Wu Wei) (46) Nulla (26) obiettivi (29) odio (6) Osservazione (37) ostacoli (9) Ottimismo (15) Pace (28) Paradossi (3) passato (28) paura (57) Pendoli (46) Pensieri (73) Percezione (31) Perdono (13) Personaggi (38) PNL (25) poesia (92) Possibilità (5) Preghiera (15) Presente (31) presenza (43) Principi (33) Psicosintesi (11) Qabbalah (2) quarta via (23) reagire (8) Realtà (56) relax (5) Respiro (20) ricordo (22) riepilogo (34) riflessione (48) rilassamento (29) Rinuncia (3) risonanza (6) risorse (7) Risveglio (107) Rituali (44) Rivista (5) Rocco Bruno (16) saggezza (189) Scelta (40) schiavitù (69) sciamano (33) seghe mentali (125) segnali (3) semplicità (28) sensazioni (19) sentimenti (22) serenità (14) Sesso (1) significati (8) Silenzio Interiore (16) Simboli (11) Sincronicità (19) sofferenza (35) sogni (99) Sole (6) solitudine (3) SONDAGGI (8) Sorgente (3) Sorriso (3) Specchio (14) sperimentare (19) spirito (97) spirito critico (8) Spontaneità (22) stress (9) suggerimenti (120) svago (35) tantra (5) TAO (33) tempo (73) Teurgia (1) Transurfing (54) Trasformazione (14) Tutto (11) Umorismo (120) Unione (46) Universo (77) Vampiri energetici (18) Verità (80) Vibrazioni (19) video (263) VIGNETTE SPIRITUALI (204) Visionari (9) Vista Interiore (61) Visualizzazione (52) Vita (63) Vuoto (33) yoga (21) zen (28) Zewale (323)
___________________________________________________________
______________________________________________________________________
CLICK E TORNA SU