MOLLA LA PRESA

domenica 30 settembre 2012

;  


http://sphotos-d.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc7/404167_506331569395148_393818332_n.jpg


Nella vita non c'è niente da ot-TENERE aggiungere e raggiungere, dobbiamo solamente smettere di STRATIFICARE, ostacolare, RESISTERE.

SAPPI CHE CIO' CHE CERCHI SI TROVA DAPPERTUTTO, DA SEMPRE


;  

http://sphotos-a.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/643904_475712442449424_1098678053_n.jpg

Tu eri già Tutto, ma poiché qualcosa ti ha dissuaso, ti sei creduto minore... Tale persuasione deviante aveva l'obiettivo di degradarti e convincerti che chi diventa qualcuno non è più il Tutto o che addirittura il Tutto è qualcosa da raggiungere accumulando beni materiali e facoltà extrasensoriali e trascendentali.

In realtà il Tutto è una sfera che ti circonda a tuttotondo: qualunque direzione tu prenda, qualsiasi sforzo tu faccia per allontanarti o avvicinarti, per guardarlo di fronte o voltargli le spalle è completamente inutile, poiché egli non è mai altrove, è sempre qui e lì, dietro e davanti, vicino e lontano anni luce, fuori e dentro di te...
Sappi dunque che ciò che cerchi è ovunque!

Plotino

L'ANIMA PIENAMENTE APPAGATA...


;

" L'ANIMA raggiunge la pienezza della felicità quando, dopo aver calpestato tutto ciò che è vile, raggiunge l'eccelsa altezza e penetra fin nelle pieghe più riposte della natura.
E' allora, quando vaga tra gli Astri, che si compiace di ridere delle pavimentazioni dei ricchi... Ma tutto questo lusso dei ricchi, l'anima non può disprezzarlo prima di aver fatto il giro del mondo, di aver gettato dall'alto del cielo uno sguardo sdegnoso sulla stretta terra, ed essersi detta:
"E' dunque quello il puntino che tanti popoli si dividono col ferro e fuoco? Quanto sono ridicole le frontiere che gli uomini stabiliscono tra di essi"

Seneca


http://sphotos-d.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/397299_475701402450528_1001461509_n.jpg

Oh mio Dio: STO VOLANDO e VEDO LA MADONNA, GESU' E MOSE' IN COMPAGNIA DI UN GRUPPO DI ALIENI ?!!" ... NO AMICO, FIDATI, TI SEI SOLO RINCRETINITO.... CAPITA A MOLTI


;

http://sphotos-c.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/556190_506239762737662_1361787822_n.jpg


C'era una tartaruga che un giorno inciampò e si capovolse senza accorgerse [poiché non aveva tirato fuori la testa]; a quel punto ritrovandosi con la corazza a terra e le zampe all'aria, tirò fuori la testa e credette di possere il dono del volo...
Allo stesso modo, molti altri esseri umani, chiamati spesso Profeti o Maestri spirituali, inciampano su sassolini , si capovolgono senza sapere come e alla fine si credono in possesso di straordinarie facoltà divine...
Naturalmente quelli che gli stanno dietro lo imitano da bravi accoliti seguaci, fedeli, credenti...

OGNI ELEVAZIONE E' UNA CONQUISTA


;

 http://sphotos-h.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc7/486665_506232416071730_2092795291_n.jpg

[Se vuole spiccare il volo, la colombra deve dibattersi ogni istante contro il villano pieno di piombo in corpo]

Se cadi in una difficoltà corri svelto in un altro punto dello spazio-mente.
 
Non ricodurre sempre il pensiero a te stesso, ma lascia che la tua mente prenda il volo nell'aria, che il PENSIERO SI SLANCI VERSO cose "Elevate"... 
Lascia il suolo per librarti nello spazio puro dell'infinito

ANCHE OGGI STA ATTENTO A QUELLO CHE SEMINI E RENDI GRAZIE A CIO' CHE RACCOGLI

sabato 29 settembre 2012

;  

Tu non puoi far crescere il seme o intrometterti nel suo sviluppo,
Puoi solo dargli il calore, l'acqua e la luce sufficiente affinché poi lui possa crescere pian piano, [da solo], e diventare - dopo una lunga maturazione -  una rigogliosa pianta




http://www.ivv.cnr.it/new/PlantDay2012/Plant-emerging-from-seed.jpg

Ps.
il seme è sinonimo di idea, pensiero, sentimento
il calore, l'acqua e la luce sono il tuo cibo quotidiano, cioè le abitudini, il clima, l'ambiente in cui vivi
la pianta rigogliosa è il risultato del tuo lavoro interiore, il tuo Essere trasmutato

I fanciulli trovano il tutto nel nulla, gli adulti il nulla nel tutto. (Giacomo Leopardi)


;

http://sphotos-b.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/c65.0.403.403/p403x403/251213_505977959430509_474370870_n.jpg

indizi per chi non sa leggere tra le righe:

I fanciulli trovano il Tutto nel Nulla,
ovvero vedono l'Evidenza della Sacralità nell'Unione con l'intera Natura nell'immanenza dei minimi dettagli, nelle relazioni e negli impercettibili contatti ravvicinati d'ogni istante

Gli adulti vedono il nulla nel tutto,
ossia
l'Oscurità, l'assenza di valori, lo spreco, il Caos, lo sperpero, la lontananza, l'insensatezza nella loro vita quotidiana, nella natura e nell'universo

QUANDO SI TRATTA DI LEGGERE NEGLI OCCHI DI UN BAMBINO, LA MAGGIOR PARTE DEGLI ADULTI E' ANALFABETA


;


http://sphotos-h.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc7/c0.0.400.400/p403x403/408276_475309989156336_1618128096_n.jpg

rivisitazione de:
"Quando si tratta di leggere negli occhi di una donna, la maggior parte degli uomini è analfabeta. - Heidelinde Weis"

IL FONDO DELLA REALTA' E' INSONDABILE




E' inutile che ti scaldi tanto per spiegare agli altri la "tua" realtà o per afferrare con le tue mani il Fondo del reale

il tuo linguaggio, le tue parole, i tuoi pensieri,
sono come bolle di sapone
che resteranno in perenne sospensione


http://sphotos-b.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/230487_505821986112773_944938936_n.jpg


il FONDO è INSONDABILE
il campo non è circoscrivibile
l'area non è perlustrabile

per una semplicisissima ragione:
tale Fondo è INESAURIBILE

l'unica cosa che puoi fare è divertirti a giocare a crystal ball coi tuoi amici di merenda, , fingendo di soffiare la Bolla più grande del vicinato


http://www.ziguline.com/wp-content/uploads/2010/11/DSC_0026-copia.jpg

LA PIU' GRANDE IRONIA DELL'ESSERE UMANO


;

La più grande ironia della vita è che sebbene TUTTO ciò che vogliamo sia GIA' NOSTRO,
ci affanniamo comunque come dannati ... per (ri)ottenere ciò che già ci appartiene [per principio]


http://sphotos-b.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/c47.0.403.403/p403x403/225879_475221449165190_383363415_n.jpg

CITAZIONI dal film INCEPTION

venerdì 28 settembre 2012

;






Nel mio sogno dovete giocare secondo le mie regole.
 


http://fabristol.files.wordpress.com/2010/08/inception.jpg


Qual è il parassita più resistente? Un batterio? Un virus? Una tenia intestinale? No, un’idea. Persistente, contagiosa...
Una volta che si è impossessata del cervello è quasi impossibile sradicarla. Un’idea pienamente formata, compresa, si avvinghia qui dentro, da qualche parte.

Nel sogno le difese coscienti si abbassano. Questo rende i pensieri vulnerabili al furto. Si chiama estrazione... noi possiamo addestrare il suo subconscio a difendersi perfino dal più abile degli estrattori.


Il dolore è nella mente.

Il seme che pianteremo nella mente di quell'uomo, diventerà un'idea che lo condizionerà per sempre. Potrebbe cambiarlo... può arrivare a cambiarlo radicalmente.

Il sogno nel sogno... Tutti quei sogni dentro un sogno sono instabili. 


Scendere è l'unico modo per risalire. 
Un'idea è come un virus... persistente, altamente contagiosa. E il più piccolo seme di un'idea può crescere... può crescere fino a definirti o a distruggerti.


Se si può rubare un'idea dalla mente di un altro, perché non se ne può innestare una?"
"Ok. Adesso provo a innestarle un'idea. Se io le dico: non pensi agli elefanti. A cosa pensa?" "Elefanti?" "
Esatto, ma non è una sua idea perché lei sa che gliel'ho trasmessa io. La mente del soggetto può sempre rintracciare la genesi dell'idea. Non si può falsificare l'ispirazione." "Non è vero.

"Quanto è complessa questa idea?"
"Molto semplice."
"Nessuna idea è semplice quando devi impiantarla nella mente di un'altra persona."

Dicono che usiamo solo una frazione del vero potenziale del cervello. Questo quando siamo svegli. Quando dormiamo, la mente può fare quasi ogni cosa.

I sogni sembrano reali finché ci siamo dentro, non ti pare? Solo quando ci svegliamo, ci rendiamo conto che c'era qualcosa di strano.

 Il subconscio è spinto dalle emozioni, giusto? Non dalla ragione.

 Credo che le emozioni positive superino sempre quelle negative. Tutti aspiriamo alla riconciliazione... alla catarsi.


  • Dom Cobb: Voglio farti una domanda. Tu non ricordi mai esattamente l'inizio di un sogno, vero? Ti ritrovi sempre in mezzo a quello che sta succedendo.
    Ariadne
    : Credo, sì.
    Dom Cobb
    : Allora come siamo arrivati qui?
    Ariadne
    : Bè, siamo venuti prima... [si guarda intorno confusa]
    Dom Cobb
    : Pensaci, Arianna. Come sei arrivata qui? Dove sei in questo momento?
    Ariadne
    : ...Stiamo sognando?
    Dom Cobb
    : In questo momento sei nel centro dello studio, stai dormendo, e questa è la tua prima lezione di sogno condiviso. Sta' calma. [Arianna si spaventa e il sogno comincia a sgretolarsi]


Dieci anni. "A chi piacerebbe restare tanto in un sogno?"
"Dipende dal sogno."


Eames: Qual è il problema, ehi? Sta agonizzando, perché non lo svegliamo?
Dom Cobb: No. Non si sveglierà, Eames.
Eames: Che vuol dire che non si sveglierà, che significa? Quando siamo in un sogno e muoriamo, ci svegliamo.
Yusuf: In questo sogno no. Siamo troppo sedati per svegliarci così.
Eames: E quindi che succede quando muoriamo?
Dom Cobb: Cadiamo in un limbo.
Arthur: Stai scherzando?
Ariadne: Un limbo?
Arthur: Spazio onirico grezzo.
Ariadne: E che cosa c'è li sotto?
Arthur: Solo puro, infinito subconscio. Non c'è niente li sotto. Tranne qualcosa lasciato da qualcuno che sta condividendo il sogno e che ci è rimasto intrappolato prima, quindi nel nostro caso [si rivolge a Cobb] solo da te.
Ariadne: E per quanto potremmo rimanere bloccati?
Yusuf: Non pensare di poter scappare finché non hai smaltito il sedativo.
Eames: Quanto tempo, Yusuf?
Yusuf: Decenni. Un tempo infinito, non lo so! Chiedi a lui [indica Cobb], è l'unico che c'è stato.
Eames: Perfetto. Grazie. Quindi siamo intrappolati nella mente di Fischer, dobbiamo combattere il suo esercito provato, e se ci uccidono cadiamo in un limbo finché il cervello non diventa una frittata?!


AFORISMI PER DISILLUSI

giovedì 27 settembre 2012

;  

Vedi anche --> SE PER LA VIA INCONTRI UN MAESTRO , UCCIDILO !

Giù la maschera...
http://4.bp.blogspot.com/-v4U4r9DedpM/Txqb7iV0QxI/AAAAAAAAGsw/h0Y2lngls6Q/s1600/giumaschera.jpg 
-
Falsi profeti... veri imbroglioni, da dove cominciare? 


Maestro spirituale: un folle la cui idea fissa è di guarire altri folli. 

Quanto più bello il sogno, tanto più deludente il risveglio. Giovanni Soriano 


Attenti agli idioti, mordono

Seguire a bocca aperta assurde teorie è più facile che pensare


Quello che il cretino chiama aldilà, il saggio se lo gode aldiquà. 

I maestri spirituali passano il tempo nel cercare di dimostrare l'indimostrato con l'indimostrabile. Oscar Wilde


Il mondo, così come noi lo conosciamo, non lo conosciamo.

Non prendere la vita troppo sul serio, comunque vada non ne uscirai vivo.


L’arte del cretino sta nel raccontare l’invisibile nei minimi dettagli. 

Le nostre vite sono spese nel trovare la soluzione a problemi inesistenti ...

Gli uomini credono volentieri ciò che desiderano sia vero. Giulio Cesare

Lo sciocco insegue la felicità. Il saggio l'attira a sé. 

Quella che credi sia la voce di Dio non è che il cadavere della tua mente. Ayn Rand


L'uso della ragione più diffuso è di non farne uso. Alessandro Morandotti


Mai discutere con un idiota: ti trascina al suo livello e poi ti batte con l'esperienza
(Chi discute con uno sciocco dimostra che ce ne sono due.  Confucio) 

"È inutile aprire la tua mente per riempirla di menzogne."
 


La fede è una miracolosa suggestione, conosciuta anche come effetto placebo

USCITE DAL VOSTRO ORTICELLO DI COMODE CERTEZZE

mercoledì 26 settembre 2012




Molti individui mi ricordano alcuni bigotti benpensanti che vanno in chiesa tutti i giorni senza aver sfogliato nemmeno una pagina del vangelo, che vivono nel loro piccolo orticello di certezze e che quando vedono qualcosa che va oltre il proprio orticello - per esempio il mondo intero ( non parliamo poi dell'Universo) - si infastidiscono e schiamazzano puerilmente per la sconfinata mole di terre sconosciute ai loro occhi.

Si arrabbiano perche' avvertono la mancanza di sicurezza, quell'immaturo senso di protezione che il loro piccolo orticello gli dava.
Sicurezza fasulla, visto che il mondo è enorme rispetto a quel minuscolo orticello di certezze.

Per cui si alterano quando avvertono la propria sicurezza in pericolo, quando le loro idee sono messe a repentaglio da un punto di vista diverso dal loro, e per questo motivo, l'individuo che hanno davanti e che gli dà l'immagine dell'incertezza (che avvertono in sé), diventa automaticamente un nemico, un ostacolo, un cattivone da respingere.




http://sphotos-h.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/580437_474195735934428_2049882741_n.jpg
In pratica - proprio perché non sanno specchiarsi, cioè riflettere e riflettersi nel mondo, ma solo nel loro orticello - non sanno che ciò che vedono è un semplice riflesso di qualcosa di molto più grande e profondo, talmente immenso che genera in loro ansia, panico e paura... la paura dell'ignoto... la paura che il loro mondo finisca là dove finisce il loro orticello... la paura che mettendo un piede al li là della loro soglia immaginaria,  ci siano dei pericolosi alligatori... la paura di saltare lo steccato, uscire dal seminato e camminare in quei campi che non sono battuti dai loro vecchi sentieri a cui erano tanto attaccati.. paura di uscire da quei solchi in cui si sono radicalmente ammuffiti... è così che vive la maggioranza di voi (anche se ovviamente farà di tutto per negarlo)

SE PER LA VIA INCONTRI UN MAESTRO , UCCIDILO !


;  

dopo vedi anche -->  AFORISMI PER DISILLUSI

  USCITE DAL VOSTRO ORTICELLO DI COMODE CERTEZZE



mi raccomando: 
prendete bene la mira e poi premete il grilletto con fermezza !!

http://api.ning.com/files/yi7AHIGFs8vWlJ36HJhU*6ikK2Mj5-igpm5Lj*PqKN-oM7D6i2V0w04agBWtiOjZW0HYrhRDScJwbjO4nsij5X815ndpgCF8/Killing_the_Buddha_by_Dead_Logic.jpg


Cogliere l'attimo è teoricamente molto semplice:
il segreto è l'accettazione di tutto quello che si presenta ai tuoi sensi...
Accettando tutto ciò che ti accade (senza costringerti a cambiare te stesso, i tuoi difetti o gli altri) abbracci la vita nella sua interezza.

Nell'accettazione costringi indirettamente la tua mente ad abbandonarsi, ad
arrendersi di fronte all'istante infinitamente piccolo: Golia (il gigantesco Ego) viene  sconfitto da Davide (l'impalpabile istante).

Lottare contro il tempo è la battaglia più improduttiva che esista nella vita
di un uomo:
il tempo è divoratore per antonomasia (Kronos nella mitologia greca divorava i suoi figli).
Anche se i mistici sostengono che nel presente c'è la porta che ci congiunge all'infinito, all'eternità, alla non-mente, al distacco, al risveglio, alla rinascita, nei fatti le cose non stanno così:
tutto muta e perisce, il corpo, la materia, il mondo periscono e noi con loro...
Nella maggior parte dei casi l'illuminazione, il risveglio, il satori, moksha, il Nirvana sono delle convinzioni mistiche generate dalla mente umana: e come ben saprai la MENTE MENTE SEMPRE.

Forse ciò che esprime meglio questo concetto sono i koan dove, in un colpo
solo, maestro e discepolo perdono ogni velleità di illuminazione e percepiscono sulla propria pelle l'assurdità della ricerca di qualcosa che sia superiore alla natura della natura delle cose.
Il koan ti spinge ad abbandonare ogni metodo... anche la meditazione stessa che alla fin fine è pura attività mentale, meno caotica di quella ordinaria, ma sempre nella mente stiamo.

Un certo Goppala Krishnamurti - soprannominato l'antiguru - (avversario del
più noto Jiddu e di molti altri guru, come Osho , Castaneda o Gurdjieff) ha espresso molto bene il concetto della mente che mente, sostenendo che ogni ricerca spirituale (buddhismo incluso) è una pura forma di idolatria di massa
basata letteralmente sul nulla, sull'insensatezza, sull'irrazionalità, sulla fede cieca, sul desiderio di evadere dalla vita quotidiana.
Io più o meno la penso allo stesso modo (con sfumature diverse) per la semplice ragione che l'intelletto umano e l'intelligenza universale è troppo vasta e complessa per poter essere
semplificata in 4 nobili verità, in 8 sentieri, in 4 dhyana, in 10 voti o
precetti...

Altre cose che non quadrano sono i mondi celesti , le siddhi, le restrizioni 
monacali, che se forse potevano convincere i credenti di 2000 anni fa, ora non hanno più alcun senso:
Molti saggi hanno insegnato cose pregevolissime ma bisogna saper discernere gli uni dagli altri , rielaborare ciò che è compatibile e scartare ciò che non lo è più.
Il maestro zen Lin-tsi disse: 

QUANDO INCONTRI IL BUDDHA PER STRADA, UCCIDILO...

Ciò significa che ad oggi, avremmo dovuto fare una strage di guru e profeti e invece siamo ancora qui ad idolatrare gli spettri e le ombre del passato invece di entrare in contatto con noi stessi.
Invece di diventare noi stessi maestri di noi stessi, continuiamo ad affidarci, a correre dietro a tutti, a riflettere su tutto fuorché la nostra esperienza;
Bramiamo di più, vogliamo che ci sia di più, che ci sia dell'altro oltre il velo;
e invece dietro il velo c'è un altro velo e poi un altro ancora, così via al'infinito.

L'unica soluzione è arrendersi.

Quand'è Bello è Bello

martedì 25 settembre 2012

;

http://sphotos-a.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash3/75632_504267669601538_517927395_n.jpg

METTETEVI ALL'OPERA !!!!!


;

Vivere è come scolpire la pietra, intagliare il legno o manipolare l'argilla:

occorre TOGLIERE il superfluo , SCAVARE in profondità, TIRAR VIA il sovrappiù, RIMUOVERE la materia prima in eccesso,
per poter infine modellare e dare forma alla nostra OPERA D'ARTE chiamata VITA.

Voi siete la mano e lo scalpello di tale opera...
Mi attendo un Capolavoro in Altorilievo da ognuno di voi !





http://www.assesempione.info/images/stories/argilla.jpg-

so che non mi deluderete ;)

IL DADO è TRATTO E L'ESITO E' GIA' SCRITTO


;  



ELITE (20%)

 
MOLTITUDINE (80%)






Il 20 % della popolazione :
 





POTERE (FORZA + ASTUZIA) -> CENTRALIZZAZIONE DELLE RISORSE -> CONTROLLO -> PRIVILEGI E RICCHEZZA (che genera altra ricchezza e potere, reiterando e rafforzando il ciclo)
-
80 % della popolazione, la maggioranza di voi che sta leggendo questo post :D:
 




IMPOTENZA (DEBOLEZZA+ INGENUITA') 
-> MANZANZA DI RISORSE 
-> MANCANZA DI CONTROLLO (sottomissione- Oppressione)
-> POVERTA' (che genera altra povertà e impotenza, reiterando e consolidando il ciclo depotenziante)



Non vorrei sembrare il solito bastian contrario, ma in questo pianeta vige da sempre questa suddivisione dei beni materiali,
la cosa che trovo stupefacente è che in ogni epoca la plebe non comprende o addirittura si meraviglia di questo collaudato meccanismo di controllo di massa: 

eppure è così semplice ed evidente da capire !

Nonostante ciò i più piombano ancora nel panico di fronte all'ennesima Crisi creata a tavolino da quel solito 20%... Come se i problemi (e le finte soluzioni) non venissero generati da loro stessi.


Che dire?!
Godiamoci l'ennesima fiction , condita dagli schiamazzi e dai rumors dei classici opinionisti di massa.
Tanto sappiamo tutti che Alea iacta est
-

Siamo tutti un po' Cre-dì-ni


;  

 Oggi vi propongo un simpaticissimo sito -> http://ilcredino.blogspot.it



http://2.bp.blogspot.com/-Q2mVJC5PDkI/Tyux564JHyI/AAAAAAAAF4c/jOTgMLlAJPc/s1600/credino.JPG
http://3.bp.blogspot.com/-JRT02GspKPY/TsnkbjOrYYI/AAAAAAAAAEo/4ilrZNLfmlg/s1600/osho.gif-



... adatto all'inarrestabile milizia di seguaci e mistici esagitati che invade il globo intero
-

Sri Nisargadatta Maharaj: Io sono quello. + Salvatore Brizzi + Sri Bhagwan Rajneesh, detto Osho  + George I. Gurdjieff, Peter D. Ouspensky e la Quarta Via

Eckhart Tolle: the power of now. + Advaita, il non-dualismo. + Il Lavoro su di sé

Racconto Zen+ Giovanni Maria Quinti e La Teca + L'Esperienza + Robert E. Burton e la Fellowship of Friends/La Presenza + L’ attimo fuggito.

-


-

http://1.bp.blogspot.com/-BAH_uMAW87M/Tpn0Pcyt2PI/AAAAAAAAADU/zezBXwYCWzg/s1600/no+brain+7.jpghttp://2.bp.blogspot.com/-j9OGGI3FVlc/T0HNxrN_VMI/AAAAAAAAAHg/tPmQDAG9F98/s200/zen6.jpg
[cre-dì-no] agg., s.m.(f. –a) – persona colpita da stupidità fulminante causata dal credere con grande entusiasmo in concetti, dogmi o assunti in base alla sola convinzione personale o alla sola autorità di chi ha enunciato tali concetti o assunti, al di là dell'esistenza o meno di prove pro o contro tali idee e soprattutto al di là del proprio buon senso.
 -
Sinonimi: ricercatore spirituale, iniziato, lavoratore su di sé, ecc.
Superlativi: Maestro, Illuminato, Guru, Guida spirituale, Risvegliato, Divulgatore, ecc.

.

O stoltizia umana!

“O stoltizia umana! Non t’avvedi tu che tu se’ stato con teco tutta la tua età, e non hai ancora notizia di quella cosa che tu più possiedi, cioè della tua pazzia? E vòi poi scorrere ne’ miraculi e scrivere e dar notizia di quelle cose di che la mente umana non è capace, e non si posson dimostrare per nessun esemplo naturale. E ti pare avere fatto miraculi quando tu ha’ guasto una opera d’alcuno ingegno speculativo. Le cose mentali che non sono passate per il senso son vane, e nulla verità partoriscano se non dannosa. Chi si promette dalla sperienza quel che non è in lei, si discosta dalla ragione. L’esperienza non falla, ma sol fallano i nostri giudizi, promettendosi di lei cose che non sono in sua potestà. Alli ambiziosi, che non si contentano del benefizio della vita né della bellezza del mondo, è dato per penitenza che lor medesimi strazino essa vita, e che non possegghino la utilità e bellezza del mondo.”
                                                                   Leonardo da Vinci
.
Stimolanti interventi dell'autore:
-
Credino: uno che, non avendo sale nella zucca, lo cerca disperatamente in un’altra vita.
-
Pur di non fare i conti con la realtà il credino preferisce convivere con la finzione. 

-
(Antico non è un sinonimo di vero. 1, 5, 15, 30, 60 anni di “sforzi” moltiplicati per 0 danno sempre zero...)
-
Quando si sta parlando di niente, ciò che si dice è sempre misero.
-

Quello che il credino chiama aldilà, il saggio se lo gode aldiquà.  
-
Ogni credino è bello a mente sua
Con la libertà di pensiero il credino ci si è impiccato. 
-
Il ricolo del credino cresce in proporzione a quanto egli si dà da fare per difenderlo.

-
L’arte del credino sta nel raccontare l’invisibile nei minimi dettagli.  
-
Il vuoto del credino è pieno di nulla
-
Il credino Advaita è goloso di maiuscole, perché rendono tutto decisamente più Importante, Vero e Indiscutibile
-
"La tazza di tè": per bersi tutte le baggianate Zen il credino deve svuotarsi del proprio buon senso.  
-

Chi trova un Maestro, trova un credino

-
Gli ambiziosi che non si contentano della vita, né della bellezza del mondo, sono decisamente dei credini
-
La passione del credino spiega molte cose, ma non giustifica nulla.
-
Un credino trova sempre uno più credino di lui da ammirare
-
Il dubbio è il tumore della fede; nel credino è benigno.
Il credino non fa altro che razionalizzare l’irrazionalizzabile.
-
Il fatto che più di mezzo mondo creda in una divinità, un’illuminazione, una consapevolezza spirituale qualsiasi (chiamala come vuoi basta che non ti dimentichi la maiuscola) non rende certo queste ultime reali. Se milioni di persone crede a un’idiozia, la cosa non smette di essere un’idiozia. Per avere fede in ogni qual tipo di dogma (small, medium, large, x-large) bisogna accantonare il buon senso. La fede è l’antitesi del buon senso. Ognuno ha il diritto di credere in qualsiasi cosa, così come chiunque ha il diritto di criticarlo e di certo e per fortuna non sono il solo.
-

Scardinare il credino dalla sua ipnosi è impresa assai improbabile
-
Il credino è una sorta di superuomo perché può distorcere qualunque cosa; finanche la realtà.
I credini sono felici perché non pensano mai, vale a dire che pensano giusto il poco per sopravvivere. 
-
Il credino non si annoia mai: si contempla
Il credino ha mollato la logica perchè innamorato dalla sua immaginazione. Da questo adulterio è nata la fede...

Uomo significa colui che può pensare; il credino è l’eccezione che conferma la regola.
Il fantasticare è un’evasione dal carcere della realtà; il credino è ancora latitante
-
Puoi essere sincero e prenderti in giro allo stesso tempo. Agli occhi di chi ci crede, una bugia non è da considerarsi tale. I fin dei conti crederci o meno non cambia la natura della bugia.
.

La mente del credino (o la mancanza di essa) è ciò che lo ha instradato sulla via del cammino.

-
Al credino che parla dell’ignoto non gli si può dire nulla perché l’ignoto non si conosce... diabolico! La scellerata certezza dei tuoi accondiscendenti dubbi formati da inconfutabile perplessità è quantomeno affascinante... il punto del discorso sul credino è proprio l’ironia della sua follia. Tale follia è così semplicemente priva di alcun senso e del tutto vana che farcirla di intricate congetture la rende senza dubbio più complicata, ma di certo non meno inutile. Il credino intellettuale è ghiotto di teorie mirate a distolgliere l’attenzione dalla sua ovvia scelleratezza.
-
Il credino è talmente invasato/intasato che è incapace di confutare ogni cosa che metta in dubbio le proprie convinzioni, proprio perché quest’ultime sono state fabbricate dalla fede quando in lui ha sconfitto e spodestato il raziocinio.
-
Il Credino è tale proprio perché vuole rendere giustizia a quella che crede "insoddisfacente" vita che gli è stata data. La vita è quella che è, e il fine di questa vita è di viverla così com’è, questo è renderle giustizia. Cercare di viverla per ciò che non è, è da credini.
-
La virtù del credino risiede in una conoscenza immaginaria...
Il credino è come la mosca: non può star lontano dalle stronzate.

Il VERO MISTERO DELL'UNIVERSO E' LA STOLTEZZA UMANA...

lunedì 24 settembre 2012

;

LA VERA QUESTIONE NON E' SAPERE CHI SIAMO E DOVE ANDIAMO,

MA PERCHE' SIAMO ANCORA QUI DOPO TUTTI I CASINI CHE ABBIAMO COMBINATO...

http://sphotos-f.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/419556_473467456018468_835330759_n.jpg

M.Ying e M.Yaong :D

domenica 23 settembre 2012

;

 Divinità delle Divinità


http://sphotos-h.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-snc6/198717_331078810322409_255830959_n.jpg

Una Lettera a Un Religioso - Simone Weil


;

Una Lettera a Un Religioso - Simone Weil
http://www.severinosaccardi.it/public/images/fotograndi/simon-we.jpg

Giunta agli ultimi anni della sua vita, Simone Weil volle esporre in una lunga lettera al padre Marie-Alain Couturier i propri convincimenti, per verificarne la compatibilità «con l’appartenenza alla Chiesa». La risposta non arrivò mai, e la Weil rimase fino all’ultimo fedele alla sua «vocazione di essere cristiana al di fuori della Chiesa». Ciò non deve meravigliare: le tesi qui proposte, nella loro cristallina, categorica chiarezza, sono in realtà una sfida alla Chiesa – forse la più alta fra le molte che ha conosciuto in questo secolo. E innanzitutto una sfida alla pretesa ecclesiale di offrire la verità ultima, rispetto alla quale ogni altra è una rudimentale prefigurazione. Non così per la Weil, che trovava in Platone, nella Bhagavad Gita o nel Tao tê ching le stesse verità, compiutamente espresse, che incontrava nei Vangeli. «Ogniqualvolta un uomo ha invocato con cuore puro Osiride, Dioniso, Krsna, Buddha, il Tao, ecc., il figlio di Dio ha risposto inviandogli lo Spirito Santo. E lo Spirito ha agito sulla sua anima, non inducendolo ad abbandonare la sua tradizione religiosa, ma dandogli la luce – e nel migliore dei casi la pienezza della luce – all’interno di tale tradizione»

DIVERTENTI VIGNETTE SULLA MORTE - Pietro Vanessi


;










Spassosi retroscena su Freud + Monologo di Carmelo Bene sull’ebetismo mistico


; -
-
-

FLUIRE INDISTURBATI...


;

Fortunatamente o sventuratamente il mondo è un vaso (di pandora) d'argilla in costante manipolazione...in questa sterminata distesa di ciotoli  l'importante è che tu riesca a scorrere fluidamente come un rivolo d'acqua che attraversa inalterato il flusso delle illusioni ottiche 

http://sphotos-g.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/c120.0.403.403/p403x403/246417_472919162728752_660349463_n.jpg

Il Cielo ti Cerca di Richard Bach


;  

Vedi anche --> Aforismi di Richard Bach


http://urladalsilenzio.files.wordpress.com/2012/07/bach.jpg
Non abbiamo bisogno dei nostri limiti per vivere, ma ne abbiamo bisogno per giocare!
Non si può giocare a hockey senza il ghiaccio e il bastone, non si può giocare scacchi senza la scacchiera e le pedine, non si può giocare a calcio senza il campo, il pallone e le reti, non si può vivere sulla terra senza credere che siamo infinitamente più limitati di quello che in realtà siamo

--

È un mondo fatto di suggestioni accettate, dove niente è reale ma il pensiero lo fa diventare tale.
E non pensare che queste idee siano cose per signorine. Hanno un potere tremendo, sono la morsa d'acciaio del gioco, e ci vincolano a esso in ogni secondo fini al momento della nostra morte


Sei tu
che hai ipnotizzato te stesso
nella vita che vivi ogni giorno

Puoi uscire dallo stato di ipnosi

Prenditi tutto il tempo necessario
e pensa che cosa può significare

-

Esiste un numero infinito di universi paralleli, uno accanto all'altro, universi con tutte le possibili variabili e combinazioni di probabilità. Universi senza la Seconda Guerra mondiale, universi con una Terza Guerra mondiale che non conosciamo, e una quarta e una quinta, universi con persone uguali a noi, a parte il fatto che in circa due milioni di questi ti chiami Mark invece di Jamie e hai gli occhi castani anziché blu


-

Non c'è bisogno che io abbia paura di qualcosa e non ha importanza quante persone ci credano.
Paura di che cosa?
La povertà, la solitudine, la malattia, la guerra, gli incidenti, la morte, il terrorismo, qualsiasi cosa. Dal momento in cui decidiamo di non avere paura, nulla ha più potere contro di noi

Quali suggestioni
scelgo di accettare
in questo momento?...

Che cosa ho deciso di cambiare?

Chi ho deciso di essere?

-
E quando Sam è sfuggito alla mortalità,
alla suggestione da tutti condivisa,
non si è forse ritrovato
in una nuova Illusione,
in qualche suggestione
di "Gioco Ultraterreno"?
Nuove possibilità
da accettare o rifiutare:
la libertà di credere
di essere diventati puri spiriti,
non più soggetti ai limiti mortali
e alle leggi che fino a un'ora prima
non si potevano infrangere

… mi raccomando, aspetta sempre l’utimo momento per goderti la vita :D


;

http://sphotos-f.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-ash4/404624_503278333033805_1673247551_n.jpg-
https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/s480x480/230436_503272153034423_1258463047_n.jpg

"IL MANUALE DEL RISVEGLIO" di Fausto Novelli

sabato 22 settembre 2012

;

Avevo assimilato così tante informazioni
Avevo percorso così tante vie
Avevo interiorizzato così tante verità
che quando mi chiedevano di esprimermi
in merito a qualsiasi argomento in materia
Il mio avere acquisito così tanti punti di vista
mi rendeva impossibile rispondere
senza precisare che per ogni cosa avessi detto
sarebbe stato vero anche il suo contrario
comprese tutte le sfumature tra l'una e l'altro

Fausto Novelli

Il Manuale Del Risveglio Di Fausto Novelli

IL FANATISMO SPIRITUALE è LA NUOVA MALATTIA DELL'UMANITA'


;

http://sphotos-e.ak.fbcdn.net/hphotos-ak-prn1/564393_472500522770616_1256048886_n.jpg

dipende, dipende, da che dipende ... ? DA CHE PUNTO GUARDI IL MONDO, TUTTO DIPENDE

venerdì 21 settembre 2012

;



Che il bianco sia bianco che il nero sia nero
che uno e uno siano due
che la scienza dice il vero
dipende
e che siamo di passaggio come nuvole nell'aria
che si nasce e poi si muore questa vita è straordinaria

dipende
dipende
da che dipende?
DA CHE PUNTO GUARDI IL MONDO, 
TUTTO DIPENDE

SURREALISMO di JACEK YERCA


;






STRATEGIE PER AGIRE SENZA AGIRE (COME APPLICARE IL WU WEI, IL NON FARE, NON AGIRE PUR AGENDO)


;





http://files.myopera.com/rosariofan/blog/gatto%20rilassato.gifl


 TENSIONE INTERIORE                                ATTIVITA' ESTERIORE  (Comportamento)

TESO                       ------->                                      PASSIVO

RILASSATO             ------->                                  PASSIVO

TESO                        ------->                                             ATTIVO

RILASSATO     ---(wu wei)---->           ATTIVO




Nel primo caso, atteggiamento teso e comportamento passivo, la persona esplode interiormente, ma esteriormente il suo comportamento pratico non conduce a risultati. Al lavoro, di queste persone spesso si agitano e si preoccupano per un compito loro assegnato ancora prima di cominciare a impegnarvisi. Assomigliano a quei ragazzini che guardano malinconicamente dalla finestra l'erba che devono tagliare, desiderando di poter fare quel lavoro con una macchina telecomandata.


L'individuo dall'atteggiamento rilassato e dal comportamento passivo è sereno e a suo agio, ma improduttivo. Questo atteggiamento è infantile. Può sembrare rilassato, ma essere rilassati non significa decidere di lavorare in modo meno valido o diventare pigri. Al contrario, essere rilassati significa ridurre la quantità di lavorio interiore e di stress muscolare e psicologico.


Le persone che hanno un atteggiamento teso e un comportamento attivo riescono a concludere molte cose, e pensano che l'unica maniera per farle sia di essere sotto stress, cioè di sforzarsi in modo teso e ansioso per far andare le cose nel verso giusto. Credono di essere efficienti perché sono tesi, invece di comprendere che riescono concludere le cose nonostante la tensione.


Infine, nelle persone dell'atteggiamento rilassato e dal comportamento attivo troviamo la combinazione migliore. Costoro vogliono vivere in modo gratificante, ma non sono continuamente bloccati da questioni di vita o di morte. Sono motivati invece che costretti, e riescono a combinare le loro grandi aspirazioni con un basso livello di ansia. Mentre alcuni usano la tensione per andare avanti, le persone del tipo rilassato-attivo usano l'intenzione. Hanno entusiasmo e capacità di resistenza, e riescono a concludere un mucchio di cose senza stancarsi. Siccome non vengono distratte le inutili ansie, sono frequentemente affascinate dal compito che hanno per le mani. Quando si lasciano assorbire da un progetto, non lo sentono come un peso, ma piuttosto come un rompicapo da risolvere, una meditazione, una gara sportiva o perfino un gioco. Le persone rilassate-attive sanno che lasciarsi andare non è la stessa cosa che denunciare. Non occorre che siano poco attive per rilassarsi.

Lasciarsi andare e rilassarsi, non significa lasciarsi andare in balia delle correnti;

Related Posts with Thumbnails

Google+ Followers

Parole Chiave

abitudine (63) Accettazione (82) Acqua (7) Advaita (9) affermazioni (24) Aforismi (129) Agire (65) Aivanhov (4) Alchimia (58) Aldilà (5) AMORE (125) Aneddoto (100) angeli (11) Anima (121) archetipi (2) Armonia (29) arte (12) Astrale (39) attaccamento (49) attenzione (33) Audiolibri mp3 (23) Bambini (27) Bellezza (54) Bene (18) Buddhismo (60) C. Cisco (3) calma (13) cambiamento (82) Carte illustrative (24) Castaneda (33) chakra (4) Co-Creazione (34) compassione (30) comprensione (76) concentrazione (29) condizionamento (137) conoscenza (86) Consapevolezza (157) Coraggio (132) corpo (81) Coscienza (66) creatività (36) credenze/convinzioni (93) Cuore (90) desideri (33) destino (20) Dialogo Interiore (16) Dio (133) Disordine (5) distacco (85) Dna (11) domande (72) Donna (3) Dzogchen (23) Ego (40) Egregor (28) emozioni (59) Energia (47) energia vitale (38) entusiasmo (10) Equilibrio (32) Esercizi (198) Esperienza (74) Essere (113) Estasi (5) Eternità (18) Evoluzione (29) fare (14) fede (19) Felicità (95) Fiducia (7) film (39) flusso della vita (58) focus (17) follia (8) forme pensiero (49) fortuna (10) Forza Interiore (73) fotogallery (17) Fuoco Sacro (19) futuro (33) gioia (31) gratitudine (21) Gruppo Ur (18) Gurdjieff (40) idea (8) identificazione (47) idiota zen (50) il potere di Adesso (68) illuminazione (36) illusioni (148) Immaginazione (70) importanza (26) Impressione (14) inconscio (20) inferno (9) iniziative (53) iniziazione (56) intento/volontà (72) Intuizione (21) Invocazioni (11) Lanza del Vasto (5) Legge Attrazione (89) Lezioni di Vita (52) Libertà (149) libri gratuiti (119) linea della vita (17) Luce (36) MadMacX (71) Magia (58) Mahamudra (1) medi (1) meditazione (63) Mente (126) Metafisica (8) Metafore (47) MIGLIORI POST (45) Mistero / ignoto (23) mondo (122) morte (79) musica (35) Nascita (6) natura (24) Non Agire (Wu Wei) (46) Nulla (26) obiettivi (29) odio (6) Osservazione (37) ostacoli (9) Ottimismo (15) Pace (28) Paradossi (3) passato (28) paura (57) Pendoli (46) Pensieri (73) Percezione (31) Perdono (13) Personaggi (38) PNL (25) poesia (92) Possibilità (5) Preghiera (15) Presente (31) presenza (43) Principi (33) Psicosintesi (11) Qabbalah (2) quarta via (23) reagire (8) Realtà (56) relax (5) Respiro (20) ricordo (22) riepilogo (34) riflessione (48) rilassamento (29) Rinuncia (3) risonanza (6) risorse (7) Risveglio (107) Rituali (44) Rivista (5) Rocco Bruno (16) saggezza (189) Scelta (40) schiavitù (69) sciamano (33) seghe mentali (125) segnali (3) semplicità (28) sensazioni (19) sentimenti (22) serenità (14) Sesso (1) significati (8) Silenzio Interiore (16) Simboli (11) Sincronicità (19) sofferenza (35) sogni (99) Sole (6) solitudine (3) SONDAGGI (8) Sorgente (3) Sorriso (3) Specchio (14) sperimentare (19) spirito (97) spirito critico (8) Spontaneità (22) stress (9) suggerimenti (120) svago (35) tantra (5) TAO (33) tempo (73) Teurgia (1) Transurfing (54) Trasformazione (14) Tutto (11) Umorismo (120) Unione (46) Universo (77) Vampiri energetici (18) Verità (80) Vibrazioni (19) video (263) VIGNETTE SPIRITUALI (204) Visionari (9) Vista Interiore (61) Visualizzazione (52) Vita (63) Vuoto (33) yoga (21) zen (28) Zewale (323)
___________________________________________________________
______________________________________________________________________
CLICK E TORNA SU