sole e mareL’Energia solare è l’Energia per eccellenza: grazie ad essa è possibile la vita sulla terra, grazie ad essa può attuarsi la fotosintesi clorofilliana nelle piante. Non tutti sanno però che è possibile incamerare l’energia solare.
A testimonianza di ciò esistono delle pratiche sciamaniche volte all’assorbimento dell’energia del sole senza alcun danno per l’uomo. Tali pratiche prevedono la possibilità di assorbire l’energia solare tramite gli occhi senza che questi ne vengano danneggiati. Molti penseranno che muovendoci nell’ambito dell’esoterismo non possiamo avere la certezza assoluta che la luce solare danneggi gli occhi. In realtà molti esperimenti in campo scientifico hanno dimostrato che, sebbene le sorgenti di luce forte qualche volta producano sintomi spiacevoli temporanei, non sono stati dimostrati effetti patologici o un danneggiamento permanente della vista derivante solo dall’esposizione alla luce del sole.
I medici Verhoeff e Bell, in seguito alle loro ricerche condotte presso il laboratorio patologico del Massachussetts Charitable Eye and Ear Infirmary, hanno sottolineato come l’occhio sia perfettamente in grado di proteggersi sotto condizioni estreme di illuminazione e come le aree cieche, spariscono entro poche ore.
Il Professor Arnold Ehret nel suo libro “Il Sistema di Guarigione della Dieta Senza Muco” oltre a sottolineare l’importanza che una dieta di sola frutta e verdura può avere per una salute impeccabile, indica come necessario lo svolgimento giornaliero di bagni di sole integrali di venti, trenta minuti, grazie ai quali egli stesso poteva stare giorni interi senza il bisogno di mangiare, assumendo l’energia necessaria per vivere e lavorare dalla luce naturale del sole.
Il Dottor Herbert M. Shelton nel suo libro del 1934 “The Hygienic System” dedica diversi capitoli all’impiego del bagno solare e su come esso sia benefico anche per gli occhi, consigliando di rinforzare gli occhi imparando a guardarlo senza timore che possano danneggiarsi. Sempre nello stesso testo evidenzia come i danni per la vista siano determinati dall’oscurità e non dalla luce.

aquila - CastanedaCome guardare il sole ed incamerarne l’energia

Innanzitutto è raccomandabile procedere con molta discrezione e gradatamente: gli occhi sono disabituati alla troppa luce e soprattutto la convinzione che questa possa nuocerci può effettivamente provocare dei danni a chi non ha la calma e la certezza assoluta di non andare incontro ad alcun problema. Nei casi gravi di intensa fotofobia, è sbagliato iniziare a guardare direttamente il sole senza prima aver abituato gli occhi e la mente.
Si può iniziare per pochi secondi al giorno, all’alba e al tramonto, quando la luce del sole non è troppo forte:
 la tecnica consiste nel muovere la testa lentamente a destra e a sinistra, per cogliere la luce del sole negli occhi semichiusi.
Visto che gli occhi sono in movimento, la luce del sole non può fissarsi per più di qualche frazione di secondo e questo non può causare alcun danno alla retina.
I benefici che potrete trarne per gli occhi e per la vostra salute saranno evidenti sin da subito. La luce del sole dà vita ed energia: potrete farla vostra e così rinvigorire il vostro corpo e acquietare le vostre menti eccessivamente stressate e ansiose.

Vi propongo alcuni altri esercizi tratti da diverse culture e tradizioni.

Esercizi della tradizione taoista