SBATTEZZARSI CON UN CLICK

sabato 17 febbraio 2018


-
Risultati immagini per sbattezzamento-


 https://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/

-

PERCHÉ CANCELLARE GLI EFFETTI DEL BATTESIMO?

Non certo per fare un contro-rito vendicativo: nessuna associazione laica lo riterrebbe una cosa seria.
Le motivazioni possono invece essere numerose: ne elenchiamo qui qualcuna, fornita da chi ha già scelto di compiere questo passo:
  • per coerenza: se non si è più cattolici non v’è alcuna ragione per essere considerati ancora tali da chi non si ritiene più degni della propria stima;
  • per mandare un chiaro segnale a tutti i livelli della gerarchia ecclesiastica;
  • per una questione di democrazia: troppo spesso il clero cattolico, convinto di rivolgersi a tutta la popolazione della propria parrocchia, “invade” la vita altrui (pensiamo alle benedizioni natalizie o, più banalmente, al rumore prodotto dalle campane). Si crea così una sorta di “condizionamento ambientale” e si diffonde la convinzione che bisogna battezzare, cresimare, confessarsi e sposarsi in chiesa per non essere discriminati all’interno della propria comunità. Abbattere questo muro, rivendicando con orgoglio la propria identità di ateo o agnostico, è una battaglia essenziale per vivere in una società veramente libera e laica.
  • per la voglia di far crescere il numero degli sbattezzati, contrapponendolo alla rivendicazione cattolica di rappresentare il 96% della popolazione italiana;
  • perché si fa parte di gruppi “maltrattati” dalla Chiesa cattolica: gay, donne, conviventi, ricercatori…
  • per rivendicare la propria identità nei passaggi importanti della propria vita. Non essere più cattolici comporta l’esclusione dai sacramenti, l’esclusione dall’incarico di padrino per battesimo e cresima, la necessità di una licenza per l’ammissione al matrimonio (misto), la privazione delle esequie ecclesiastiche in mancanza di segni di ripensamento da parte dell’interessato. Significa quindi non dover sottostare alle richieste del proprio futuro coniuge di voler soddisfare la parentela con un rito in chiesa, non vedersi rifilare un’estrema unzione (magari mentre si è immobilizzati), e avere la relativa sicurezza che i propri eredi non effettueranno una cerimonia funebre in contrasto con i propri orientamenti.
  • per non essere considerati, dalla stessa legge italiana, «sudditi» delle gerarchie ecclesiastiche. Il Catechismo della Chiesa cattolica rammenta (nn. 1267 e 1269) che il battesimo «incorpora alla Chiesa» e «il battezzato non appartiene più a se stesso […] perciò è chiamato […] a essere «obbediente» e «sottomesso» ai capi della Chiesa». Qualora non lo siano, le autorità ecclesiastiche sono giuridicamente autorizzate a “richiamare” pubblicamente il battezzato. Nel 1958 il vescovo di Prato definì «pubblici peccatori e concubini» una coppia di battezzati sposatasi civilmente. La coppia subì gravi danni economici, intentò una causa al vescovo e la perse: essendo ancora formalmente cattolici, continuavano infatti a essere sottoposti all’autorità ecclesiastica. Ogni prelato può dunque tranquillamente permettersi esternazioni denigratorie nei confronti dei battezzati: perché rischiare?
  • per un vantaggio economico: se si è battezzati e capita di dover lavorare, anche saltuariamente, in Paesi come la Germania o l’Austria, si finisce per essere tassati per la propria appartenenza alla Chiesa cattolica, e in modo assai salato: anche 60 euro al mese su uno stipendio di 2.000 euro… Il calciatore Luca Toni, per aver giocato due anni e mezzo per il Bayern di Monaco, si è visto chiedere 1,5 milioni di euro.
Ma tante altre ancora possono essere le motivazioni: non c’è certo bisogno di ricevere suggerimenti da parte dell’UAAR!

CORSO DI RISVEGLIO DAL SOGNO COLLETTIVO

lunedì 12 febbraio 2018




Da un po' di tempo sto aiutando alcune persone a riconoscere le carratteristiche del sogno diurno (l'apparente veglia, cioè il mondo di tutti i giorni). 
Lo scopo è farvi prendere piena consapevolezza della vostra vera natura.
Chi desidera ricevere degli insegnamenti mi contatti via email (orrozzorro@libero.it)




RISVEGLIARSI DAL SOGNO CONDIVISO UMANO (definito erroneamente REALTA’)

domenica 21 gennaio 2018

IL MIO NUOVO GRUPPO FACEBOOK



https://www.facebook.com/groups/1800052156712768/


macro_psychodellic_shapes_by_akadime-d4r37c8
:

-Balasso, discorso di capodanno 2018

domenica 7 gennaio 2018


i Guru: 

più dubbi hanno e più alzano la voce
meno credono in quello che dicono e più devono convincere gli altri a crederci
nell'illusoria convinzione che più gente hanno intorno e più quello che dicono ha un senso 

-

Quelli che più parlano di identità sono quelli che hanno più problemi di identità ... Se hai paura della risposta non ti poni più la domanda, la cerchi altrove, in qualunque posto tranne dove ti trovi realmente.
..
ingurgita rimedi ma non assumere mai la responsabilità di essere ciò che sei... raccontati che sei un altro
 




-

LA RICERCA DELLA FELICITA'

giovedì 28 dicembre 2017





;

ESERCIZIO PER RIMANERE SEMPRE NEL TUO STATO DI BENESSERE NATURALE

sabato 23 dicembre 2017
La spensieratezza dovrebbe essere lo stato naturale di qualsiasi persona.
Puoi chiamarla pace, beatitudine, felicità, silenzio interiore, calma, vuoto mentale, nirvana, regno dei cieli
Alcuni, come Andrea Magrin la chiamano stato Senzamente.
Anche tu dovresti trovarti in questo stato per la semplice ragione che è la tua autentica condizione, quella più spontanea.
Se non ti trovi in questo stato di tranquillità allora c’è qualcosa che non va, c’è un’anomalia nel tuo corpo. La tua mente non funziona correttamente.
Per fortuna esistono rimedi a questa disfunzione che colpisce l’intera umanità.
Adesso ti mostro alcuni passi rapidi per entrare in quello stato di quiete e non uscirne mai più.
Memorizza i vari step e poi mettili in pratica. Si tratta di 5 minuti.
Mandami dei feedback così posso darti qualche indicazione in più. Ti basta lasciare un commento e dirmi com’è andata…
Per rendere tutto più semplice ti consiglio di seguire le istruzioni di questo video. Passa al min. 1:02:23, dove ti guida passa a passo. Ti consiglio di ascoltare quella parte di  filmato solo dopo aver letto tutto questo articolo.

:
:
Andrea consiglia di accompagnare i primi respiri con il tocco EFT, però a mio avviso non è fondamentale. Almeno a me non serve.
Di seguito ti riassumo le istruzioni. Se nutri un po’ di diffidenza (com’è giusto che sia), supera il tuo scetticismo e fai almeno un tentativo.
_
1) Prima di tutto inspira profondamente con il naso e poi espira lentamente con la bocca
2) Ripeti la respirazione profonda due o tre volte, vedrai che scivolerai in uno stato di relax.
3) Chiudere gli occhi puoi aiutarti a rilassarti meglio
4) Bene, ora che ti senti molto più rilassato ti trovi nello stato Senzamente, nel tuo stato naturale, sei dentro la pace, sei nella calma, nei vuoto mentale, nel regno dei cieli… sei caduto dentro la felicità. Ora rimanici. Per rimanere lì ti basta prestare attenzione alla sensazione di quiete che stai provando.
5) Adesso devi soltanto mantenere l’attenzione come un laser puntato su ciò che succede dentro il corpo (cosa stai provando? calore, sonnolenza, alleggerimento, benessere, formicolio)
6) Rimani dentro qualsiasi sensazione che sta emergendo. Vai a vedere quanto è profonda questa sensazione. Quanto è profonda la calma, quanto è profondo il rilassamento.
Ricordati che puoi star lì quanto tempo vuoi… non ti costa niente, non richiede alcuno sforzo.
7) Ottimo, adesso ti invito a fare qualcosa di paradossale, ma fidati, funziona!
Devi chiedere di uscire da questa piacevole sensazione.
Formula con la mente o ad alta voce la seguente domanda: “fammi uscire dal mio stato senzamente” oppure “fammi uscire da questa sensazione” oppure “fammi uscire dalla meditazione profonda, dal mio stato naturale”
Quando ti distrai (ti perdi in qualche pensiero, sorgono ricordi, dubbi), chiedi di uscire da quella sensazione. Devi solo ripeterlo come un mantra… “fammi uscire da questa sensazione”
Accadrà una cosa imprevedibile: più chiedi di uscire, più vieni spinto all’interno…
Non devi credere a queste parole, puoi sperimentarlo subito di persona. Il perché accada questo ora non importa, ma c’è un suo perché… Alla fine ti spiego perché funziona così. Per ora rimani sul pezzo.
In questo momento ti basta ricordare che più cerchi di uscire dal rilassamento e più ci scivoli dentro.
In questo momento sei incastrato dentro il benessere, stai sprofondando pian piano all’interno di questa sensazione che hai “attivato” con 3 semplici respiri profondi.
Se emerge qualcosa di fastidioso non allarmarti, fa parte del processo di rilascio. I circoli viziosi (loop psico-emotivi, antiche emozioni accumulate negli anni) stanno uscendo e potrebbero scorrere in gran abbondanza lungo tutto il tuo corpo. Questo è naturale, sono stati nascosti lì per chissà quanto tempo ed ora vengono espulsi. E’ come una diga che viene aperta senza preavviso. Hai tolto i muri ed ora potresti avvertire delle ondate di energia, emozioni di ogni sorta. Nel mio caso ho avvertito soltanto un senso di calore, alleggerimento. Una volta riconosciuta questa sensazione l’ho lasciata espandersi. L’unico atto richiesto è l’osservazione di questa sensazione. Rimani con lei, esplorala ad occhi chiusi.
8) FINITO
Hai sperimentato il tuo stato naturale. Ci sei entrato ed ora è impossibile uscirne, anche volendo.
Come ogni cosa dovrai prendere confidenza con questa soave sensazione. Per chi non è abituato sembra qualcosa di miracoloso. Per chi è abituato non è niente di straordinario. Dipende da quante emozioni (traumi, desideri) hai incubato.
Questa tecnica richiede pochi minuti ma è veramente efficace. Se funziona anche con te insegnala a qualcun altro. E’ gratuita e può fare la differenza su larga scala. Attendo i tuoi feedback.
Buon ritorno al tuo stato naturale!
___
Ora che hai provato il metodo ti spiego il paradosso.
Di solito tutti si sforzano di essere felici. Cercano di entrare nel rilassamento profondo, di trovare la soddisfazione nel mondo, negli altri e negli oggetti esterni, e proprio a causa di questo sforzo si stressano maggiormente, soffrono di più.. I loro sforzi sono impercettibili, sono meccanismi che si muovono all’interno al corpo e attivano delle brutte reazioni a catena. Poiché non si possono vedere, passano inosservati e questo passare inosservati è la loro forza. La forza del malessere sta nell’invisibilità.
Queste persone presuppongono di trovarsi fuori dal benessere. Danno per scontato che lo stato naturale di qualsiasi individuo sia il malessere e che l benessere sia là fuori, da qualche parte, dentro qualche persona speciale, è dentro chiunque tranne che in se stessi. Questo è il loro assunto inconscio.
Partono da una convinzione pericolosissima e non sanno che questa idea è alla base di ogni situazione in cui si finiscono incastrati. A questo si aggiungono istituzioni, religioni, guru, film che fanno sembrare lo stato di felicità, tranquillità e spensieratezza come una condizione riservata agli eletti, ai santi, ai bambini, ai più fortunati meditanti.
Non dicono che è la cosa più naturale ma soprattutto non spiegano che chiunque la può ottenere.
Hanno diffuso il paradigma dell’uscire da matrix, dal samsara, dall’inferno… rafforzando così la convinzione che il nostro stato originario è la schiavitù, la prigionia, la sofferenza.
Tutti cercano di star bene, di star meglio, di aver più autostima e questo loro atteggiamento è la ragione per cui soffrono e continuano a soffrire. E’ un loop che si autoalimenta.
Tu invece inneschi il loop opposto, il loop del benessere, della tranquillità.
Tu hai fatto qualcosa di eccezionale. Tu – ora che hai trovato lo stato naturale – puoi andare a cercare la sofferenza, il disagio, i pensieri negativi e contemporaneamente sentirti bene, anzi sentirti sempre meglio. Puoi invitare qualsiasi emozioni e puoi invitare gli altri a provocarti in qualsiasi modo. Vedrai che la tua eccessiva reattività, la tua apprensione, sarà svanita.
Ora che sei in questo stato, prova a rievocare un ricordo che poco tempo fa ti infastidiva. Cercalo (sempre se lo trovi, perché potrebbe essersi dissolto durante il processo). Se emerge, ti accorgerai che non ha più alcuna influenza, non ti fa né caldo né freddo. Cercane un altro, poi un altro. Non fermarti, stai sciogliendo una marea di tossine interiori. Non temere, non uscirai mai da quella soave sensazione. In questo stato i circuiti viziosi (pensieri-emozioni) di una volta non hanno alcun potere, sono innocui. I vecchi loop si sciolgono automaticamente senza che tu debba alzare un dito.
Perfetto.
Se ti ha aiutato, passa al favore, condividi, diffondi queste informazioni in modo che un numero sempre maggiore di persone possa fruire di questa opportunità.

Stato Senzamente (Applicazione pratica in diretta) - Webinar Live

giovedì 21 dicembre 2017

LIBERAZIONE SCATENATA (http://www.liberationunleashed.com)

domenica 23 luglio 2017

LIBERAZIONE SCATENATA (http://www.liberationunleashed.com)


Come posso fare “esperienza diretta” di quella condizione conosciuta come “liberazione interiore” o “stato naturale”?
C’è un modo rapido per dissipare (non solo a livello intellettuale, m anche emotivo/fisiologico) l’identificazione, l’attaccamento – e quindi la schiavitù – ai pensieri, all’inganno sensoriale di un “io” che giudica o viene giudicato?
Sì, esistono molti mezzi rapidissimi…
Uno di questi è questo sito (http://www.liberationunleashed.com) in cui viene fornito “grauitamente” un approccio pratico, semplice, immediato a chiunque sia minimamente interessato a vedere la vita per quel che vermente è, al di là delle illusorie costruzioni mentali (o spirituali) che albergano abusivamente la nostra testa.
L’iniziativa è molto semplice: si viene guidati mediante una serie di semplici domande, in apparenza banali, e tutto ciò che dovete fare è rispondere in maniera “completamente sincera”.  L’onestà nell’autoindagine è l’ingrediente fondamentale al processo di liberazione dall’attaccamento/identificazione al concetto di “io”. Il bello è che sei tu a portare avanti l’intera indagine, in un certo senso ad auto-liberarti definitivamente con le tue mani, senza venir influenzato minimamente dalle opinioni altrui.
In teoria è possibile avere un supporto anche in italiano. Mal che vada potete leggere le esperienze di altri utenti (http://www.liberationunleashed.com/nation/viewtopic.php?f=5&t=8) e constatare come avviene il processo. Buttateci un occhio, provate a rispondere alle domande con parole personali e persistete – basandovi sull’esperienza diretta/quotidiana – fino a quando non avvertite con fermezza che non esiste alcuen entità separata (io), se non come fantasioso concetto linguistico a cui avete aderito involontariamente già dall’età prescolare.
Chi volesse provare questo approccio con il sottoscritto mi mandi pure una mail.

Alcune domande del sito:
1) Is there a separate entity ‘self’, ‘me’ ‘I’, at all, anywhere, in any way, shape or form? Was there ever?
2) Explain in detail what the illusion of separate self is, when it starts and how it works from your own experience. Describe it fully as you see it now.
3) How does it feel to see this? What is the difference from before you started this dialogue? Please report from the past few days.
4) What was the last bit that pushed you over, made you look?
5) Can you talk about decision, intention, free will, choice and control? What makes things happen? How does it work? What are you responsible for? Give examples from experience.
Related Posts with Thumbnails

Google+ Followers

Parole Chiave

abitudine (63) Accettazione (82) Acqua (7) Advaita (9) affermazioni (24) Aforismi (129) Agire (65) Aivanhov (4) Alchimia (58) Aldilà (5) AMORE (125) Aneddoto (100) angeli (11) Anima (121) archetipi (2) Armonia (29) arte (12) Astrale (39) attaccamento (49) attenzione (33) Audiolibri mp3 (23) Bambini (27) Bellezza (54) Bene (18) Buddhismo (60) C. Cisco (3) calma (13) cambiamento (82) Carte illustrative (24) Castaneda (33) chakra (4) Co-Creazione (34) compassione (30) comprensione (76) concentrazione (29) condizionamento (137) conoscenza (86) Consapevolezza (157) Coraggio (132) corpo (81) Coscienza (66) creatività (36) credenze/convinzioni (93) Cuore (90) desideri (33) destino (20) Dialogo Interiore (16) Dio (133) Disordine (5) distacco (85) Dna (11) domande (72) Donna (3) Dzogchen (23) Ego (40) Egregor (28) emozioni (59) Energia (47) energia vitale (38) entusiasmo (10) Equilibrio (32) Esercizi (198) Esperienza (74) Essere (113) Estasi (5) Eternità (18) Evoluzione (29) fare (14) fede (19) Felicità (95) Fiducia (7) film (39) flusso della vita (58) focus (17) follia (8) forme pensiero (49) fortuna (10) Forza Interiore (73) fotogallery (17) Fuoco Sacro (19) futuro (33) gioia (31) gratitudine (21) Gruppo Ur (18) Gurdjieff (40) idea (8) identificazione (47) idiota zen (50) il potere di Adesso (68) illuminazione (36) illusioni (148) Immaginazione (70) importanza (26) Impressione (14) inconscio (20) inferno (9) iniziative (53) iniziazione (56) intento/volontà (72) Intuizione (21) Invocazioni (11) Lanza del Vasto (5) Legge Attrazione (89) Lezioni di Vita (52) Libertà (149) libri gratuiti (119) linea della vita (17) Luce (36) MadMacX (71) Magia (58) Mahamudra (1) medi (1) meditazione (63) Mente (126) Metafisica (8) Metafore (47) MIGLIORI POST (45) Mistero / ignoto (23) mondo (122) morte (79) musica (35) Nascita (6) natura (24) Non Agire (Wu Wei) (46) Nulla (26) obiettivi (29) odio (6) Osservazione (37) ostacoli (9) Ottimismo (15) Pace (28) Paradossi (3) passato (28) paura (57) Pendoli (46) Pensieri (73) Percezione (31) Perdono (13) Personaggi (38) PNL (25) poesia (92) Possibilità (5) Preghiera (15) Presente (31) presenza (43) Principi (33) Psicosintesi (11) Qabbalah (2) quarta via (23) reagire (8) Realtà (56) relax (5) Respiro (20) ricordo (22) riepilogo (34) riflessione (48) rilassamento (29) Rinuncia (3) risonanza (6) risorse (7) Risveglio (107) Rituali (44) Rivista (5) Rocco Bruno (16) saggezza (189) Scelta (40) schiavitù (69) sciamano (33) seghe mentali (125) segnali (3) semplicità (28) sensazioni (19) sentimenti (22) serenità (14) Sesso (1) significati (8) Silenzio Interiore (16) Simboli (11) Sincronicità (19) sofferenza (35) sogni (99) Sole (6) solitudine (3) SONDAGGI (8) Sorgente (3) Sorriso (3) Specchio (14) sperimentare (19) spirito (97) spirito critico (8) Spontaneità (22) stress (9) suggerimenti (120) svago (35) tantra (5) TAO (33) tempo (73) Teurgia (1) Transurfing (54) Trasformazione (14) Tutto (11) Umorismo (120) Unione (46) Universo (77) Vampiri energetici (18) Verità (80) Vibrazioni (19) video (263) VIGNETTE SPIRITUALI (204) Visionari (9) Vista Interiore (61) Visualizzazione (52) Vita (63) Vuoto (33) yoga (21) zen (28) Zewale (323)
___________________________________________________________
______________________________________________________________________
CLICK E TORNA SU