MAI AVUTE ALLUCINAZIONI? QUESTA È LA VOLTA BUONA...

venerdì 24 maggio 2019

LA TUA STORIA PERSONALE (cioè la tua vita) È SOLO UNA STORIA



Ciò che sei non ha niente a che fare con ciò che credi di essere.

Se la comprendi davvero, questa è una notizia che puoi cambiarti la vita.

In un certo senso, più che cambiarti la vita questa realizzazione dà il colpo di grazia alla tua vita, è l’atto che fa calare il tuo sipario, il sipario del tuo personaggio, il sipario della tua vita, anzi della vita che credi – o hai creduto – di vivere.

La tua storia personale, che tu ne sia cosciente o meno, è fondata sulle impressioni della mente, su credenze biologiche, sociali, spirituali, consce, inconsce.

Cosa rimane di una storia se si rimuovono le credenze che ne sostengono il copione?

Rimane un racconto privo di importanza, cioè non rimane niente di ché.

Questo è stata la tua vita: un racconto privo della benché minima importanza.



Di nuovo, questa è un’ottima notizia, se sai coglierla con lo spirito giusto, con la mente lucida, aperta, disincantata, cioè libera da qualsiasi credenza-giudizio-pensiero-aspettativa.-impressione-fantasia-desiderio.

Per caso si trova in queste condizioni la tua mente?

Mhm… per saperlo basta che osservi la tua reazione a questa affermazione:

Ciò che credi essere la tua vita non vale niente!

La tua storia personale vale zero!



Come ha reagito la tua mente?

Ha fatto la permalosa, vero?

Tranquilla sei in buona compagnia: non sei l’unica a credere nella preziosità della propria storia personale.

Sarebbe a dire che non sei l’unica a credere che ciò che sei coincide con ciò che credi di essere.

E probabilmente non sai neppure che ciò che credi essere la tua vita è soltanto una storiella.

Amen.

Forse lo realizzerai o forse no. Ad ogni modo quel che credi non ha assolutamente importanza.

Quel che conta davvero non dipende da nessuna credenza, da nessuna storia personale-familiare-collettiva, pertanto è fuori dalla tua portata, fuori dalla portata della tua mente che crede a certe storie piuttosto che ad altre e non si accorge che una storia è sempre solo e soltanto una storia. Anche quando si tratta della storia di Alice nel paese delle meraviglie, della storia di Gesù, della storia di Atlantide, della storia di tua madre, della storia dell’umanità.

È solo una storia, che tu ci creda o meno.


NON ATTACARE

martedì 14 maggio 2019
Se vedi l’ego (il mondo, l’altro, il prossimo, gli altri) come un’entità esterna, solida, indipendente allora ti sentirai sotto attacco… questa mal percezione è ciò che ti fa sentire (erroneamente) sempre sotto pressione, in asia, a disagio, malato, col mal di testa, preoccupato, allarmato, etc.
Tutto parte da questa PRIMA FALSA E FOLLE IDEA.
Il tuo sistema o apparato psicofisico risponde automaticamente a questa proiezione (quella di un'ente esterno minaccioso) con un attacco immediato.
E chi attacca?
Se stesso!
Il tuo sistema mobilita gli anticorpi per attaccare se stesso producendo il 99% delle malattie.

Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU