Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2017

LA FELICITA’ NON E’ UNA SCELTA… PER FORTUNA

- Molte persone mi hanno ripetuto per anni che "la felicità è una scelta", un qualcosa che dipendeva da me, dalle mie azioni, dal modo in cui interagivo con il mondo esterno... Per molto tempo ho creduto loro e ho cercato di "diventare" felice, sforzadomi di fare "scelte sempre più felici". All'inizio tutto sembrava funzionare poi però mi resi conto che alcune cose non tornavano. Intuivo un aspetto nascosto, un'informazione essenziale che non mi era stata fornita, una verità che non mi era stata comunicata- non per disonestà ma per ignoranza. Questa verità che risuonò in tutto il mio essero fu che la "felicità non è una scelta". Non è una scelta perché è qualcosa di innato, naturale, non acquisito, non condizionabile né da me né dagli altri. Non c'è un oggetto o una persona che può portarti la felicità. Se la felicità fosse una scelta potrebbe dipendere da chi frequenti, da cosa mangi, dal lavoro che fai. Per fortun

PIACEVOLE RINUNCIA

La gratifica immediata è un modo sconveniente per raggiungere il vero appagamento. Coloro che sono davvvero soddisfatti della propria vita conoscono un principio segreto: "per ottenere il vero piacere (duraturo, permanente, stabile) occorre sacrificare il piacere impermanente (insignificante, fugace, inconsistente, momentaneo)". Per rimanere in uno stato d'animo sereno devi solatanto fare questo: RINUNCIARE agli estemporanei piaceri (cioè alle piccole tentazioni quotidiane) Come premio alla rinuncia di quei piccoli desideri otterrai un incredibile senso di gioia. A livello razionale sembra un controsenso eppure sempre più individui si accorgono che i meccanismi sottesi alla crescita interiore hanno poco a che fare con le ordinarie routine della nostra società. Fai un esperimento. Stila un elenco di piacere, desideri, tentazioni che avverti quotidianamente (visitare quel sito, chattare, sedurre una certa persona, desiderare un aspetto fisico differente, man

STAI OBBEDENDO AL SOMMO (BENE)?

Come puoi applicare il Sommo (Bene) nella tua vita quotidiana o all'interno di un sistema ormai completamente corrotto? Ne vale davvero la pena? Partiamo dal presupposto che Sommo è sinonimo di Bene (non morale-religioso ma pragmatico ovvero Benessere) che a sua volta è sinonimo di Guarigione, di Sapere, di Verità e così via... quindi per agire in accordo al Sommo (Bene) basta agire in accordo alle sue manifestazioni che sono appunto la sanità fisica (non-violenza contro se stessi o contro altri) e sanità mentale (onestà con se stessi e gli altri). Il Sommo Bene è la tua natura più profonda. Se perseguire il sommo bene significa conseguire la salute fisica e mentale converrai che ne vale assolutamente la pena, anche perché il suo converso è la malattia ovvero violenza (non tanto morale ma intesa come danneggiamento) nei tuoi confronti e verso gli altri. La corruzione (malessere) del Sistema non è altro che una conseguenza di un crescente atteggiamento "malat

Mai Dire Gol - il MAGO GABRIEL || Parte 2 [HD]

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ;

L’ULTIMA VOLTA?

Faresti entrare un ladro in casa tua? Daresti le chiavi della macchina ad un ubriacone? Sveleresti il Pin del tuo smartphone a uno sconosciuto? Risponderesti alle avances di un venditore di scope? Faresti accomodare sul tuo divano un segaiolo cronico? Lascieresti la casa in mano a un vandalo? Ovviamente no… Allora perché fai entrare nella tua mente e nel corpo quello stesso genere di entità (ladri, masturbatori, vandali) che sul piano fisico non faresti mai entrare?! Ogni giorno bussano centinaia di presenze indesiderate che si insinuano sotto forma di pensieri  molesti, parole offensive, gesti violenti, emozioni sgradevoli. Queste presenze moleste sono la controparte psico-emotiva di quei rompiscatole che quotidianamente intasano la casella elettronica di spam o invadono lo schermo del computer con pop-up e spot pubblicitari inutili. Sono praticamente dei ladri di energia vitale: il loro scopo consiste nel privarti del tuo potere personale, servirsi delle tue risorse

AMARE: CHI, COME, DOVE, QUANDO, PERCHE'?

L'Amore non guarda in faccia a nessuno. Non è l'aspetto fisico che gli interessa. L'innamorato autentico ama ogni viso su cui si posa il suo sguardo. CHI AMARE? Tutti Compresi i tuoi pensieri, le tue debolezze, le tue emozioni, la tua rabbia, il tuo dolore Le debolezze altrui, gli errori, le difficoltà COME? Come il Sole: irradia la tua Luce dappertutto senza fare distinzoni di sorta; espandi la tua energia in modo da coinvolgere chiunque, indiscriminatamente. Non illuminare solo questo mondo, ma tutte le galassie, l'universo intero! Con la spontaneità, comportandoti in modo autentico, rispettando la natura (la tua e quella altrui) Coltivando i tuoi talenti, sviluppando le tue abilità, arricchendoti con le tue passioni Provando immensa gratitudine per la Pura Coscienza che tu sei Smettendo di avere preferenze circa l'aspetto esteriore/formale/estetico... Tutto deve apparire bellissimo ai tuoi occhi! DOVE? Ovunqu

The War of Art – RIASSUNTO Libro di Steven Pressfield

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ; RESISTANCE = EGO = AMATEUR STYLE POWER = SOUL = PROFESSIST STYLE Angels make their  home in the Self, while Resistance has its seat in  the Ego. Resistance  aims to kill. Its target is the epicenter of our being:  our genius, our soul The more important a call or action is  to our soul's evolution, the more Resistance we will feel  toward pursuing it. the  battle must be fought anew every day. Resistance is a sort of evil twin specialized in SELF-DRAMATIZATION = feel unloved and unlovable, hate ourselves. The amateur plays for fun. When the PRO work become like a magnetized rod that attracts iron filings. Ideas come. Insights accrete. A whole stream of events  issues from the decision, raising in one's favour. The professional plays for  SURVIVAL A PROFESSIONAL IS RECOGNIZED  BY OTHER PRO The pro senses who has served his time and who hasn't. The Pro show up every day, no matter what. In sickness and in hea

NON TI SEI ANCORA STANCATO DI INSEGUIRE BEEP BEEP?

- I TUOI DESIDERI = BEEP BEEP TU = WILE E. COYOTE   - - -   Come non c'è nulla che Wile il Coyote desideri di più al mondo che catturare Beep Beep, così per te non c'è niente di più irresistibile dell'appagare le tue passioni, del realizzare i tuoi progetti. Quel cartone è una perfetta rappresentazione della filosofia buddhista: Essendo tutto ciò che desideri sfuggente non può che produrre insoddisfazione, l'evanescenza degli oggetti da te bramati con tanto attaccamento non può che farti soffrire.  Se non ci fosse tutto quell'attaccamento "forse" la situazione potrebbe rivelarsi meno frustrante. Sistematicamente tu - come Willy - tenti di acciuffare, senza mai riuscirci, un obiettivo dopo l'altro. Vorresti sentirti completamente appagato ma in te persiste un senso di insoddisfazione e incompletezza, ed eccoti allora di nuovo alla rincorsa di un altro sfuggente desiderio. Ciascun desiderio è come quel velocissimo pennuto:

Riassunto del libro "IL MEZZO PIÙ RAPIDO E DIRETTO PER L’ETERNA BEATITUDINE"

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ; - La consapevolezza che fa attenzione solo a se stessa. Rimane indifferente alle tragicomiche vicende dell'eg o L'ego teme come la morte la "Consapevolezza". Inventa strategie di ogni tipo per impedirti di prestare attenzione alla tua consapevolezza. Accamperà sempre scuse nuove (la pratica è una perdita di tempo, non ci guadagni niente, vai a fare qualcosa di più utile, questo non è necessario). Invece l'unica cosa necessaria è non dare retta a queste persuasioni e dare PRIORITA' alla consapevolezza, ovvero darle importanza, fare in modo che essa sia la prima attività che svolgi, quella principale sotto cui tutte le altre vengono subordinate. Rimanere continuamente consapevole è il vero LAVORO a cui ogni essere umano è chiamato affinché possa realizzarsi. Non ci sono altre soluzioni, non esistono scorciatoie: la consapevolezza è l'unica Via. Puoi chiamarla in modi diversi ma essa rima

NON ACCETTARE IL PRESENTE è UNA MALATTIA MENTALE

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ; Immagina che un grattacielo stia crollando. Sotto l'edificio immagina che ci sia qualcuno (chiamiamolo -guardacaso-  signor "Ego"). Immagina che questo signore, invece di scansarsi e lasciare che l'edificio cada, rimanga "volontariamente" sotto e tenti disperatamente di impedire la caduta. L'unico modo per impedire il crollo è sorreggre l'intero edificio. L'edificio pericolante è una metafora della realtà, del presente, la corrente della vita, la spinta dell'Universo. Il signor "ego" è una metafora di te, di me, dell'attuale umanità... di chiunque si opponga al presente. La maggior parte di noi spende la propria vita a combattere contro la realtà, e ne esce "sempre" sconfitta! il signor "ego" - la tua mente - si farà malissimo ogni volta che tenta di resistere o di cambiare ciò che accade nel qui ed ora. E' uno sforzo inutile, stupi

CARO DEFUNTO LETTORE, NON SEI MAI MORTO...

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ; lo "ieri" (DEFUNTO) fino a ieri (nel passato) credeva di esistere, ma oggi lo stesso ieri (DEFUNTO) non esiste più, e in fondo non è mai esistito. Oggi è successo qualcosa che ha risvegliato il defunto e gli ha dato la vera vita. D'ora in avanti quel defunto riposerà in pace, vivrà nell'eternità, indifferente all'ingannevole passare del tempo, libero dalle fauci di Kronos. Solo chi vive nell'oggi - cioè nell'eternità - è consapevole di questa illusione chiamata tempo, cioè è consapevole che niente e nessuno è mai davvero esistito se non sottoforma di fantasmagoria. Car a coscienza o anima defunta, rallegrati perché non sei mai morta ma d'altra parte non sei mai nat a e neppure esistita in questa dimensione. I tuoi tentativi di sperimentare la morte e poi reincarnarti sono inutili: tu non puoi morire! Accetta la tua immortalità, goditi la tua eternità

How To Open Your 7 Chakras As Explained In a Children's Show

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ;

Paul hedderman 2/18/17

♥ ♥ CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO ♥ ♥ | ;

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa))

Mostra di più
  • I MIEI LIBRI