Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da maggio, 2024

Rimani aggiornato

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa)

Mostra di più

La Verità esiste?

Domanda: La miglior domanda che riesca a farmi è sull'esistenza della verità. Però - per quanto rifletta a lungo - non riesco a trovare una risposta soddisfacente che interrompa questa ricerca (che sta diventando estenuante). - ZeRo: Questa è solo una suggestione e non una risposta definitiva per soddisfare il tuo intelletto. Qualunque domanda può tornare utile, in qualunque momento. Però sarebbe utile avere qualche unità di misura per intuire o percepire l'utilità di una domanda/risposta. Per quanto mi riguarda le domande/risposte non servono più a me, e in generale mi servivano (o mi servono) quasi esclusivamente per comunicare con qualcuno oppure per intrattenermi con l'immaginazione. Voglio dire che a un certo punto non avrai più bisogno di quello strumento (domanda/risposta intellettuale) perché le risposte verranno date prima (e senza) che tu faccia la domanda. In tal senso la Verità può essere vista come una dispensatrice di risposte, soluzioni, chiarezza, lucidità.

Quante volte vuoi ripetere il ciclo del samsara? Quanto a lungo vuoi farti schiavizzare dal sistema?

  Supponiamo che vi venga data la possibilità di non ripetere un errore, non rivivere un incubo, non subire un torto, non risperimentare un disagio, non riprodurre un trauma. Rifiutare quella possibilità sarebbe come rifiutare il paradiso, la pace, la tranquillità, l'assenza di problemi, l'assenza di sofferenza inutile. Il samsara consiste proprio nel non accorgersi di quella possibilità e nel ripetere un loop interminabile di problemi fittizi, difficoltà inutili, conflitti, traumi, litigi, dibattiti insensati. L'autorealizzazione invece consiste nel realizzare quella possibilità - non per sentito dire ma per esperienza diretta. Nel corso della vostra esistenza vi vengono dati diversi indizi sull'esistenza di quella possibilità, la possibilità di non farsi travolgere passivamente e incessantemente dal ciclo del samsara. Alcune tradizioni la mettono in termini di rinascita, reincarnazione, metempsicosi, bardo, etc... Tuttavia chi non ha dimestichezza con quella terminolo

L’EGO HA PAURA DELLA BEATITUDINE… CIÒ CHE CREDETE DI ESSERE HA PAURA DI CIÒ CHE SIETE DAVVERO

Alcuni di voi  - per esperienza diretta - si saranno accorti dell'esistenza di una strana paura: la paura della Grazia (nel senso di beatitudine). Senz'altro ricordate di esservi misteriosamente ritrovati in uno stato di grazia caratterizzato da una leggerezza e una lucidità fuori dall'ordinario. In questo stato di grazia la percezione è stata leggermente riconfigurata, in modo quasi impercettibile. Il cervello ha registrato quel cambiamento percettivo e l'ha incasellato nella categoria degli eventi inspiegabili. Mentre quella beatitudine si espandeva, e mentre voi venivate contagiati da quella magica sensazione, avrete notato che una parte di voi si sentiva come intimorita o minacciata da ciò che stava accadendo dentro e fuori di voi. Sì perché quella beatitudine non era immaginaria ma reale, nel senso che influiva sulle reazioni del corpo, sul mondo esterno, sul rapporto con gli altri: contemporaneamente a quello stato di grazia si verificavano piccoli o grandi miraco

ZeRo Metodo - Vol. 1 - Anteprima Cap. 2

Disponibile qui:  https://payhip.com/ZeRoVe   .... - "Francesco ti devo dire soltanto un paio di cose. Per prima cosa, questi 500 dollari sono soltanto i primi che dovrai versare per questo particolare trattamento. Ovviamente ogni versamento sarà privo di rintracciabilità". - "Benissimo", disse Francesco. Per lui il denaro sporco non era un problema. - "In secondo luogo, ovviamente, ti dovrai assumere la piena responsabilità per la partecipazione a questa iniziativa. Per poter progredire dovrai attenerti precisamente alle indicazioni che ti verranno fornite". - "Ok, capisco". - "Terzo, se credi di non potercela fare o se vuoi rivalutare la decisione ti conviene dirmelo il prima possibile. Hai una settimana per ripensarci. Se cambi idea tra tre mesi potresti pentirtene amaramente". - "Comprendo ciò che mi chiedi e dunque confermo la mia volontà di partecipare a questo progetto". ... Mentre il colloquio continuava, Francesco cer

Qual era il lavoro di Gesù e Buddha?

Nella società odierna come potremmo definire l'attività sociale di Gesù e Buddha? Potremmo definirli Influencer Spirituali. E qual era lo scopo principale del loro insegnamento? Indipendentemente dal linguaggio, dalle metafore, dalle parabole, dalle pratiche, dalle preghiere, dai miracoli, il tema centrale di Cristo e del Buddha rimaneva sempre uno, la Verità. In pratica il loro lavoro consisteva nel dirigere sistematicamente l'attenzione verso la Verità. E noi dovremmo fare lo stesso lavoro, ogni giorno, ininterrottamente, in qualunque circostanza, di fronte a chiunque, senza paura delle ripercussioni. La ricompensa sarà la Verità stessa e nient'altro. E la Verità non è poco... La Verità è come il fondale del tuo essere. Se il tuo essere appoggia su un fondale saldo, stabile, duraturo, la conseguenza sarà il benessere, la tranquillità, la sicurezza. Se ti appoggi su un fondale inconsistente, instabile, precario, debole, vivrai nel malessere, nella paura, nell'insicurez
  • I MIEI LIBRI

Lettori fissi

ECOVILLAGGIO MANTOVA