Passa ai contenuti principali

All'arrivo della morte, tu devi essere già morto!

 Quando la morte verrà a reclamare il suo bottino, l'organismo che ti sta ospitando, fai in modo di farti trovare pronto a mollare tutto.

Accertati di aver abbandonato anche il più piccolo attaccamento al mondo delle apparenze.
La morte non ha pietà.
Se non impari a cedere tutto quello che stringi con il tuo misero ego, il tuo corpo ti verrà strappato con veemenza e brutalità.
Se fai i capricci e non molli la presa dalle apparenze esterne verrai stuprato dalla morte.
Allenati fin da subito a lasciar andare ciò che credi di possedere.
Impara ad abbandonare tutte le stronzate venerate dalla tua mente.
Non fare il fesso.
Non farti bovinamente violentare dalla morte.
Portati avanti con il lavoro.
Non stringere più niente e nessuno.
Non dare più importanza a nulla.
Non dare importanza al tuo io.
Lascia che la morte prenda ciò che desidera e poi lasciala andare.
Fai si che la morte sia per te solamente una rapida folata di vento.
Lascia che afferri il tuo ridicolo personaggio sociale.
Al suo arrivo, non difendere la tua vita.
Non lottare contro di Lei.
Lasciati toccare con non curanza.
Anzi, fai in modo che tocchi il tuo inutile ego.
Quando arriva, tu non devi più esserci.
Non deve esserci più nulla di tuo.
All'arrivo della morte, tu devi essere già morto!
(ZeRo)


Commenti

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa))

Mostra di più
  • I MIEI LIBRI

AUDIOLIBRI di ZeRo

ECOVILLAGGIO MANTOVA