INTERVISTA CON UNA EX-ILLUMINATA (Svali) + Profezie sul 2020

sabato 30 maggio 2020


Se ti piace l'articolo condividilo



-

L’intervista (che riporto di seguito per intero) risale a circa 20 anni fa, e la prima trascrizione che ho trovato è stata pubblicata nel 2000. Ad un certo punto dell’intervista viene rivelato quanto segue:

“Mi è stato detto che intorno al 2020 l'agenda degli Illuminati sarà rivelata apertamente. Non so se questo sia accurato o solo propaganda che mi è stata detta, o se abbiano cambiato la data da quando ho lasciato il gruppo.


Svali Speaks - Posts | Facebook


Ricordatevi che siamo al 2000  (circa)  quando sono state rilasciate quelle dichiarazioni che potrete trovare in numerosi blog con data di pubblicazione di tali articoli (vedi questo del 2009,  uno del 2011, un altro del 2012… senza tener conto degli articoli in inglese risalenti al 2000).


Come se non bastasse vi è un’altra curiosa rivelazione che risale al 2004:



photo299 coronavirus Sylvia Browne

L’immagine è stata ripresa dal sito https://oltrelamusicablog.com/2020/03/11/la-profezia-sul-coronavirus-era-tutto-previsto/


Questa seconda profezia proviene da una certa Sylvia Browne, sensitiva morta nel 2013 all’età di 77 anni, aveva previsto un’epidemia identica al Coronavirus nel libro “End of days” pubblicato negli Stati Uniti nel 2004 e in Italia nel 2006 con il titolo “Profezie”.

Ricopio le sue parole:

Entro il 2020 diventerà di prassi indossare in pubblico mascherine chirurgiche e guanti di gomma, a seguito di un’epidemia di una grave malattia simile alla polmonite che attaccherà sia i polmoni sia i canali bronchiali e che sarà refrattaria a ogni tipo di cura. Tale patologia sarà particolarmente sconcertante perché, dopo aver provocato un inverno di panico assoluto sembrerà scomparire completamente per altri 10 anni, rendendo ancora più difficile scoprire la sua causa e la sua cura“.


La ciliegina sulla torta è questo articolo che sembra essere del 1973



Al momento ho trovato soltanto queste significative dichiarazioni che prevedevano cosa sarebbe accaduto (ed è accaduto) nel 2020.  L’aspetto tragicomico è che la descrizione di allora – ben prima del coronavirus - è più azzeccata di quella rilasciata dalle testate giornalistiche odierne. Se c’è una bufala quella è proprio l’informazione “ufficiale”.



Tornando all’intervista con Svali (Sheridan LeslieWaldrop), la prima trascrizione è suddivisa in numerose parti.

La prima parte del testo, offre una panoramica degli Illuminati piuttosto dettagliata, con informazioni sulla loro struttura (piramidale, chiaramente) mostrando chi è alle redini del mondo.



Nella seconda parte, vengono delineati i mestieri (o ruoli) nella gerarchia degli Illuminati: capi, addestratori, seviziatori, secondini, scienziati, familiari collusi, stalker (inseguitori, persecutori), etc.



La terza parte descrive cosa vogliono ottenere gli Illuminati e la strada che intendono seguire per adempiere a questo scopo.

Nel quarto capitolo si comincia ad affrontare l'argomento centrale: la programmazione che viene effettuata dagli Illuminati sui propri membri per mantenere il segreto sull'organizzazione. Si tratta di un deprecabile processo che consiste in ripetuti traumi e abusi per rendere una persona vulnerabile e poterne così manipolare la coscienza, seguendo l'idea di Pavlov e dei suoi cani.

Proseguendo, si affronta la programmazione con onde celebrali (vengono spiegate le diverse onde celebrali e il loro utilizzo nella creazione di perfetti schiavi) e la programmazione militare (usata per creare i futuri soldati che porteranno a compimento il piano finale).

Altri tipi di programmazione affrontati sono quella governativa, CIA e scientifica (utilizzate per preparare i membri a svolgere compiti "pubblici" e di supporto al gruppo) e quella legata a storie, film, cartoni, serie tv, telegiornali e canali mediatici “ufficiali” (che raggiungono e coinvolgono la gente rendendola un agente passivo del sistema).



Successivamente viene affrontato il tema della programmazione spirituale (parlando dell'aspetto occulto del gruppo) e quella relativa alla frammentazione della personalità nucleo, quella centrale per la salute psichica, in modo da creare alter ego interni che possano governare le diverse sub-personalità.

Le altre parti approfondiscono temi affrontati nelle parti precedenti (MkUltra, progetto Monarch, Hollywood, massoneria, simbolismi, agenzie governative, nuovo ordine mondiale, abuso di bambini, rituali satanici…).

Ribadisco che si tratta di parole di un’illuminata pentita che ha ammesso ciò che a distanza di almeno 20 anni stanno ammettendo anche le agenzie governative e i mass media stessi (vedi Pizzagate, Jeffrey Epstein, Podesta, Clinton, Marina Abramovich, Spirit Cooking, etc.).


Il testo dell'intervista la trovate su scribd: 



Oppure trovate la trascrizione in fondo a questa pagina.

Se ti piace l'articolo condividilo.


P.S.
Svali ha scritto anche un libro:

Svali speaks - Breaking free of cult programming: Amazon.it: Svali ...

https://www.amazon.it/Svali-speaks-Breaking-free-programming/dp/1911417037



Trascrizione dell'intervista all'ex illuminata Svali:

SENTIRE LE VOCI (Telepatia Artificiale, Allcinazioni, Monitoraggio Neurale Remoto, Remote Viewing)

venerdì 29 maggio 2020




Per Remote Neural Monitoring si intende Spionaggio/Monitoraggio Neurale/Psichico/Mentale a Distanza attraverso l'invio di segnali - come pensieri intrusivi, visioni, strane idee, allucinazioni, sogni osceni - che vengono indirizzati a innumerevoli target, soggetti di ogni età, razza, cultura. In poche parole si tratta di introdurre informazioni nella testa delle persone senza che loro se ne accorgano, facendo depositare i contenuti desiderati all’interno della mente inconscia della vittima. In questo modo le persone credono che si tratti dei loro pensieri mentre si tratta di pensieri intrusivi, immagini mentali create ad hoc e indotte (occultamente, forzatamente) nel loro inconscio. La loro testa viene usata come una memoria volatile, come le RAM dei computer. Su questa memoria vengono caricati specifici programmi (tendenze, gusti, deviazioni, perversioni, paranoie, preoccupazioni, dubbi, confusione, traumi, sensi di colpa, falsi ricordi, pensieri di suicidio/omicidio, etc.) che possono integrarsi o interferire con l’hardware del corpo umano, il sistema nervoso. Esistono numerosi esperimenti a tal riguardo.




 







Dal nulla, una voce improvvisamente fiorisce nella mente del soggetto. Il cranio umano non ha “firewall” e quindi non può chiudere la chiamata (il pensiero appena intercettato). Il ricevitore può sentire i pensieri del mittente. Il mittente, a sua volta, può sentire (decifrare) tutti i pensieri del bersaglio, esattamente come se i pensieri fossero segnali radiofonici.

Questi pensieri possono diventare più invasivi amplificando le subvocalizzazioni, alzando il volume della voce interiore e creando l'effetto di parlare ad alta voce dentro la propria testa. Questo è una cosa che può fare chiunque. Quando leggi mentalmente stai subvocalizzando. Se provi a gridare in silenzio, senza muovere la bocca, ti accorgerai che le corde vocali vengono leggermente attivate. Quando sogni subvocalizzi. Canticchiare nella propria testa è una forma di subvocalizzazione. Quando un ritornello continua a risuonare in te vuol dire che l'eco subvocalizzante non si è ancora fermato. Spesso subvocalizziamo senza neppure accorgercene, ad es. quado sorgono dubbi, giudizi, ragionamenti, previsioni. In alcune persone sorgono pensieri, suoni, voci e immagini mentali completamente estranee e indipendenti dalla loro volontà. A dire il vero questo accade a un gran numero di individui, soltanto che ad alcuni accade in maniera più pervasiva che ad altri. Alcuni sono anche più sensibili e ricettivi di altri, per cui si accorgono di quando la mente inconscia ha captato una voce o delle “voci” che vengono come sussurrate all’orecchio. Per questa ragione dicono che gli sembra di “sentire le voci”.

Si accorgono che in fondo alla testa c’è qualcosa che si muove e fa uno strano rumore, come un registratore che si attiva emettendo suoni e rumori a volte incomprensibili. Per udire questi suoni occorre saper rimanere in silenzio, in totale silenzio. Ed è proprio a causa dell’incapacità di rimanere in silenzio che molti non si rendono conto di cosa accade nel mondo sommerso dal profondo inconscio.

I numerosi casi di psicosi, personalità multipla, allucinazioni, ecc. non sono soltanto malattie mentali, non si tratta esclusivamente di disturbi psichiatrici ma di vere e proprie forme di manipolazione mentale finalizzate a pilotare la mente a distanza. Questa è una delle massime ambizioni del Sistema votato al nuovo ordine mondiale: il controllo remoto di qualsiasi individuo. La si può chiamare anche “Telepatia Artificiale” cioè telepatia (inconscia) con il Sistema o meglio con gli agenti o le macchine del Sistema. Oppure lo si può chiamare “stupro cerebrale” o “tortura psichica”… il senso non cambia.






I mezzi a loro disposizione sono tanti, forse troppi, e troppo invasivi.

A questi predatori umani si aggiungano parassiti e predatori inter-dimensionali che a loro volta puntano a controllare il genere umano.

Castaneda ci ha visto giusto quando parlava di Universo Predatorio e di installazione di mente aliena.
Gran parte dell’umanità non sa con chi ha a che fare e non ha ancora capito di trovarsi in un vero girone infernale.



La brutta notizia è che ci sono entità, armi psicotroniche, forze diaboliche che vogliono seriamente abusare della mente umana. Come se non bastasse l’atmosfera terrestre è stata gravemente compromessa e i campi elettromagnetici sono stati notevolmente contaminati e intasati da energie malsane.

La bella notizia è che la mente ha una potenza incalcolabile, è incontenibile, non è facilmente gestibile da nessun sistema e non può essere tenuta costantemente sotto controllo. L’altra buona notizia è che ci sono tantissimi altri fattori in gioco e soprattutto è possibile deprogrammarsi dal lavaggio del cervello e ridestarsi dall’ipnosi collettiva.

P.S.
Se la notizia ti sembra inverosimile, troppo fantascientifica o una bufala prova a fare un breve ricerca 
oppure qui (inglese)--> http://peacepink.ning.com/


P.S.1
Un simpatico film d'animazione sulla telepatia artificiale è Metropia.









“NON RIESCO A RESPIRARE!” : così viene ucciso un uomo dalla polizia.

giovedì 28 maggio 2020







  Tragedia a Minneapolis : ucciso dalla polizia


  Non riesco a respirare : le sue ultime parole

LE MOSSE DEL SISTEMA - PARTE 2

mercoledì 27 maggio 2020






--







Nella famosa piramide dei bisogni di Maslow vige il seguente principio: per soddisfare i bisogni superiori occorre prima soddisfare i bisogni inferiori.













Per soddisfare appieno il quarto bisogno occorre soddisfare i tre bisogni precedenti.
Il sistema conosce bene il rapporto tra bisogni primari e bisogni secondari; sa bene che impedendo i primi impedisce indirettamente anche i secondi. 







Le mosse del sistema sono finalizzate a ostacolare in tutti i modi possibili la soddisfazione dei bisogni primari. Si pensi alle manovre di sfruttamento dei paesi del terzo mondo (tra i quali si potrebbe tranquillamente includere l’Italia).

Ostacolando i bisogni fisiologici (mangiare, bere, respirare), vengono ostacolati anche tutti gli altri bisogni.

















Il sistema può agire soltanto fino al quarto bisogno (successo economico).







Ciò che gli agenti attivi del sistema non sanno è che l’ultimo bisogno, l’autorealizzazione, non può essere impedito perché è svincolato dagli altri bisogni. È vero, come diceva Maslow, che un buon soddisfacimento dei bisogni inferiori può facilitare la soddisfazione dei bisogni superiori ma questo non vale necessariamente anche per l’autorealizzazione. Ciò che voglio dire è che il Sistema non può impedirvi di raggiungere l’ultimo gradino, quello più importante di tutti ma anche quello più sottovalutato da tutti.
I bisogni inferiori sono bisogni esteriori, legati al mondo esterno e quindi possono essere limitati controllando l’esterno, ma l’autorealizzazione non dipende dall’esterno e dunque non può essere impedita da niente e nessuno. Loro, gli agenti del sistema, vogliono che voi vi focalizziate solamente sull’esterno, che rimaniate attaccati al mondo delle apparenze esterne, vogliono che la vostra priorità sia l’esteriorità.
Temono l’autorealizzazione come la morte, temono che rivolgiate l'attenzione altrove, dall’esterno all’interno.

Come diceva una famosa Guida, “Raggiungete PRIMA il Regno (dei Cieli) e tutto il resto vi sarà dato IN AGGIUNTA”.
In altre parole puntate PRIMA all’autorealizzazione e i bisogni inferiori verranno soddisfatti di conseguenza. Pima puntate lassù e dopo vi verranno mostrati i mezzi per appagare gli altri bisogni. So che partire dall’alto, partire dal Cielo, partire dallo Spirito, va contro ogni logica, soprattutto contro la logica del Sistema, ma è proprio a causa della logica del Sistema che rimanete intrappolati nei piani inferiori.



P.S.
Digressione sul simbolo della piramide.
Nella famigerata piramide degli illuminati il potere sembra essere detenuto e occultato da una manciata di psicopatici ossessionati dal delirio di onnipotenza. Questi presunti illuminati non si trovano realmente in cima a quella piramide e di certo non hanno la più pallida idea di cosa sia l’illuminazione. Questi occultisti da strapazzo si trovano sul gradino dell'autostima, ma di una stima malsana, maniacale, patologica, vanagloriosa, arrogante, accecante, immatura… sono delle povere bestie che si credono degli Dei in terra.






Non sono autorealizzati e non possono autorealizzarsi a causa del loro attaccamento ai bisogni inferiori.
Un vero illuminato (spirituale) non agirebbe nell’oscurità.
Un autorealizzato non è pieno di paure e soprattutto non è ossessionato dal controllo. Il bisogno di controllo dimostra proprio la loro paura di perdere il controllo, la loro debolezza, la loro insicurezza cronica, la loro vigliaccheria... come spiegherò nel prossimo post (UCCIDERE GLI ILLUMINATI - omicidio o suicidio per giusta causa).


(ZeRo - Risveglio dal sogno planetario)








LE MOSSE DEL SISTEMA - 1° PARTE

giovedì 21 maggio 2020







Il Sistema in cui vive l’uomo può essere paragonato a una scacchiera in cui alcuni individui (pezzi grossi) possono compiere delle mosse impensabili e inattuabili da altri individui (pezzi piccoli). 






Pezzi piccoli = Pedoni = gente, agente passivo, schiavi, ingenui consumatori, tele-dipendenti



Pezzi grossi = Re, Regina, Torre, Alfiere Cavallo = autorità (sanitaria, politica, economica, religiosa), agente attivo, forze dell’ordine



La differenza tra pezzi grossi e piccoli esiste solo su un piano puramente formale, convenzionale, burocratico, legislativo, retorico, concettuale. Ed è proprio sul piano retorico, concettuale, formale che fanno leva i pezzi grossi per affermare i loro privilegi.

Le mosse dei pezzi grossi sarebbero attuabili anche dai pezzi piccoli (cittadini), soltanto che i pezzi piccoli non se ne accorgono: sono stati programmati per muoversi solo in certe direzioni, reagire in certi modi, avanzare lentamente, a piccoli passi orizzontali e di conseguenza ripetono solo ed esclusivamente gli stessi inutili movimenti prestabiliti dai perfidi pezzi grossi.

I pezzi piccoli non sanno che loro potrebbero ragionare da pezzi grossi e volendo potrebbero anche loro attuare manovre alla pari degli altri pezzi grossi.



Come nel gioco degli scacchi, alcuni giocatori (uomo comune) sembrano costretti a muoversi solo in una certa direzione. I pezzi grossi invece si muovono non solo in più direzioni ma anche in più dimensioni. Possono saltare là dove il piccolo pezzo non ha mai sognato di andare.

Il pezzo grosso ha dei privilegi che sembrano irrealizzabili per il pezzo piccolo. Non sono davvero impossibili ma il pezzo piccolo li crede impossibili.

Il pezzo piccolo sente delle limitazioni che il pezzo grosso non sente. Sul piano emotivo il pezzo piccolo vive nell’insicurezza, nell’ansia, nello stress costante; non sa se arriverà a fine mese, se potrà consentirsi quel progetto o quella vacanza tanto agognata.

Un’altra differenza è che il pezzo grosso “mangia” i pezzi piccoli. Questa non è una metafora. Nei piani alti – e anche intermedi – del Sistema esistono cannibali che gradiscono la carne umana e che se potessero mangerebbero quasi tutti i pecoroni del gregge umano.

Per converso il pezzo piccolo non può mangiare il pezzo grosso. Teoricamente potrebbe, ma lo troverebbe inammissibile, ripugnante, stomachevole. E questo è comprensibile. Meno comprensibile è il fatto che il pezzo piccolo non si renda conto che i pezzi grossi “vorrebbero” mangiarlo vivo”. Il povero cristo che va in chiesa o va al seggio elettorale non si capacita del fatto che là fuori ci sono cannibali travestiti da vegetariani. Non si rende conto che gli agenti attivi del sistema non provano alcuna pietà nei confronti degli agenti passivi.

Il pezzo piccolo, l’agente passivo, l’uomo comune condizionato dal sistema non riesce a vedere il sistema in cui si trova, non riconosce il campo di concentramento, la dittatura in corso, l’imprigionamento, le manovre diaboliche dei pezzi grossi.

Non si rende conto che “Matrix è il mondo che gli hanno messo deliberatamente davanti”. Non capisce che hanno allestito di proposito tutta la scacchiera sociale, hanno pianificato le manovre fin dal principio, hanno inventato regole volutamente contraddittorie. Il pezzo piccolo non capisce che si tratta di un gioco sporco, e in un gioco sporco non puoi vincere senza prima sporcarti le tue stesse mani. Questo è proprio ciò che i pezzi piccoli non riescono o non vogliono fare: non vogliono sporcarsi le mani. Eppure le loro mani sono già sporche, non possono non sporcarsi le mani, gliele hanno fatte sporcare a loro insaputa e se non trovano il coraggio di sporcarsi “senza paura” non avranno alcuna speranza.

Comunque di questo ne parlerò prossimamente.



P.S.

Esistono pezzi grossi buoni nel senso di maturi, coraggiosi, astuti ma non malvagi, potenti ma non tirannici. Si tratta di guerrieri, saggi, liberi pensatori, ricercatori, praticanti, etc.

Non temere caro pezzo piccolo, con le dovute informazioni e con le mosse giuste, anche tu puoi diventare un gran pezzo grosso, non quel genere di pezzo grosso che sfrutta i pezzi piccoli ma uno che li fa crescere, svegliare, evolvere.  
Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU