Passa ai contenuti principali

Post

APPUNTI SU UN CORSO IN MIRACOLI

    Appunti tratti da “ Un Corso In Miracoli – Suggerimenti di ZeRo (Secondo volume) “       Il perdono è vedere, comprendere e riconoscere il falso come falso.                         PERCEZIONE = SOGNO = PROIEZIONE = ILLUSIONE = ERRORE   LA PERCEZIONE (sia sballata che corretta) non è CONOSCENZA .   La percezione (anche quella corretta dal perdono, dalla guarigione, dal miracolo) è sempre falsa conoscenza.     ****     L’ERRORE BASILARE consiste nel credere che un’illusione, un sogno o una fantasia portino davvero a qualcosa . Le illusioni non portano a niente. Il non riconoscimento dell’errore primario porta all’errore secondario: Credere ai livelli delle illusioni.   Voler un’illusione migliore!   Voler appagare una fantasia più intensa.   Bramare un’illusione meno materiale: diventare più spirituali, più speciali, più santi.   Voler conseguire una presunta missione divina.   Il terzo errore, c

L'IO HA BISOGNO DI TE, MA TU NON HAI BISOGNO DELL'IO

  Tratto da “ Senz’io si vive da Dio – Vol. Teorico “ – Il signor ‘io’ era mio socio: l’io, per esistere, aveva bisogno di me, mentre la presenza in sé non aveva bisogno di lui, di un me, di un io. Dimenticandomi della presenza in sé credetti che per sentire l’esistenza avessi bisogno dell’io. Ignaro della mia vera natura e della sua finta parvenza, fornivo all’io la materia prima, l’energia vitale: di questa ne avevo da vendere e non sapevo che farne; non sapevo che fare dell’esistenza. L’io, invece, aveva assunto il compito di rappresentante della mia esistenza; l’io doveva farmi fare sempre bella figura, questo era il patto implicito che avevo stipulato tra me – in quanto esistenza – e me – in quanto attore sociale. L’ego mi stava dietro, di fronte, di fianco; ovunque andassi si trovava lì con me, eppure non lo si vedeva mai. L’io fungeva da intermediario: suggeriva le battute da dire, i sogni da realizzare, le regole da rispettare, i doveri da assolvere, le esperienze da desiderare

"IO SONO" È LA DROGA PRIMARIA – Nisargadatta Maharaj

  Prima di nascere, eri già drogato. Qual era la droga? Puoi guarire da qualsiasi malattia, ma se sei ancora sotto l’influenza della droga primaria, a che servono le cure superficiali? Qual è la droga che chiami karma o destino, e ti fa credere di essere ciò che non sei? Prima di andare oltre, devi accettare, almeno come ipotesi, che non sei ciò che sembri, e che dipendi da una droga. Solo allora avrai lo stimolo e la pazienza di esaminare i sintomi, e cercare la causa comune. Non fidarti di nessuno, nemmeno di te. Cerca, scova, smuovi e rifiuta ogni assunto. Finché non sarai libero dalla tua prima droga, tutte le scienze e le religioni, le preghiere e i vari yoga, non ti serviranno, perché sono basati su un errore, che peraltro rafforzano. – [Nota di ZeRo] La droga primaria discussa da Maharaj riguarda il processo di identificazione o attaccamento all’io e più in generale l’idea “io sono il corpo” oppure “io sono la mente”, “io sono l’io”. In poche parole la droga primaria è il senso dell

Annotazioni di Papaji (non-dualità, illuminazione spirituale)- 2° parte

  1* parte:   Annotazioni di Papaji – 1° parte Quelle che seguono sono una serie di note personali scritte dal famoso Poonja (noto come Papaji) nel suo diario privato. Le parole che trovate nelle parentesi quadre non fanno parte del diario di Papaji, sono soltanto delle mie puntualizzazioni [N.d.A. = Note dell’Autore] finalizzate a semplificare o chiarire i termini utilizzati da Papaji. –   08/03/1981 FISSA LA TUA MENTE ALLA SORGENTE!   [N.d.A. ––––> Fissa la tua mente al Principio,  a ciò che viene prima di tutte le apparenze interne ed esterne ;  disinteressati di ciò che viene dopo  (le proiezioni) e  ammira l’immanifesto che precede qualsiasi manifestazione. ]     12/03/1981 Rimani disinteressato verso il mondo e rigetta tutti i  sankalpa [ intenzioni, propositi, desideri, aspettative] della tua mente.     10/04/1981 Come puoi ottenere moksha (liberazione) se non hai  annullato la differenza tra te e il Brahman? Cancella tutto ciò che gli occhi vedono.  Esci dalla scena e guarda

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa))

Mostra di più
  • I MIEI LIBRI