RITI DI UMILIAZIONE

giovedì 9 aprile 2020




_



Non mi piace condividere pubblicamente questo genere di contenuti ma visto che molti non ci arrivano da soli vi spiego due cosine sul sistema.

Ciò che sta facendo la società nei vostri confronti sono ciò che chiamo “riti di umiliazione”.

In termini esoterici i “riti di umiliazione” hanno lo scopo di produrre “Egregore” – strutture o campi energetici – depotenzianti per le vittime dei “riti di umiliazione” e ovviamente potenzianti per gli artefici dei “riti di umiliazione”. 




È da millenni che alcune pseudo-autorità stanno mettendo in atto subdoli “riti di umiliazione” nei confronti del gregge umano. I “riti di umiliazione” si trovano ovunque: nel rapporto tra Stato e cittadini, tra istituzioni religiose e credenti, tra banca e cliente, direttore e dipendente, tra colleghi, tra compagni di scuola, tra comandante e soldato, forze dell’ordine e civili, tra giudici e soggetti giudicati. Come se non bastasse i “riti di umiliazione” avvengono (inconsciamente) anche in famiglia: tra genitori e figli, moglie e marito, fratelli e sorelle ,etc.

Periodi tumultuosi come questi sono momenti ideali per adottare “riti di umiliazione” sempre più sofisticati  nei confronti di qualsiasi individuo, quindi tenetevi pronti a brutte sorprese. Se non sarete abbastanza forti vi faranno davvero a pezzi, e parlo per esperienza diretta. Sto seguendo e aiutando alcune persone che non hanno retto ai perfidi colpi bassi del Sistema e ai premeditati “riti di umiliazione” di questo mondo malsano.

Se ci riflettete bene ricorderete anche voi degli episodi personali di “riti di umiliazione”, soltanto che forse non ci avete mai badato seriamente, nessuno vi ha mai spiegato di cosa si trattasse e come mai si sono verificati.

Questa fase pandemica purtroppo sarà il trampolino di lancio verso terribili “riti di umiliazione collettiva” . Se non siete addestrati interiormente ed esteriormente come dei guerrieri, vi dissangueranno come cavie da laboratorio e alla fine vi faranno fuori senza pietà.

Siate più scaltri, addestrate la vostra mente e se possibile imparate a diventare più spietati (meno sentimentali e più cinici, imperturbabili e realistici). I romanticoni, gli ingenui, gli sprovveduti purtroppo vengono mangiati vivi dai cannibali di questo Sistema degenerato.

Ora non posso dilungarmi sui meccanismi dei “riti di umiliazione”, sulla dinamica tra agenti attivi e agenti passivi, etc… ma se ho tempo e voglia potrei approfondire questo spinoso argomento. Magari vi posso passare alcuni appunti che distribuisco a coloro che seguo di persona.

 (ZeRo)


IO NON SONO IO (estratto da "Senz'io si vive da Dio")

mercoledì 8 aprile 2020

-

Se ti piace condividilo --> link

-


All'esame di maturità un amico rimase assai colpito dalla mia esposizione orale e alla fine mi fece un’osservazione che non ho potuto dimenticare:
“Giò, non ti ho riconosciutoquello non eri tu!”
“Quelle parole non potevano venire da te, non ti ho mai sentito parlare in quel modo.”


E la mia battuta fu:
“Già, è vero. Quello che hai visto non ero io e quello che hai sentito non era mio.”


All’inizio non avevo colto la profondità di quella risposta, ma poi mi sono reso conto che in quel frangente la mia mente si era distanziata per un attimo dall’identità illusoria con cui mi sentivo identificato. A distanza di anni quell’episodio è rimasto impresso nella mia mente perché dimostrava in maniera eclatante la non-identità tra la persona concepita da me (o dagli altri) e ciò che sono veramente.
Allora, appena maggiorenne, non riuscì a spiegarmi quel processo interiore, sapevo solo che l’identità vista dagli altri non era la mia vera identità.
Quello che gli altri dicevano su di me non mi riguardava.
E cosa ancora più assurda, avevo intuito che l’identità vista dai miei stessi occhi non era la mia vera identità.
Nella mia testa emerse un’intuizione inquietante del tipo “io non sono io”: non sono quella persona che ha superato l’esame di maturità.
Quell’idea naturalmente mi spaventava parecchio.
Come si fa a capacitarsi di una cosa del genere a 18 anni?
Quella misteriosa intuizione è passata in secondo piano subito dopo i festeggiamenti e al suo posto sono subentrate le rigide credenze dell’uomo comune. L’identificazione con l’identità illusoria era stata apparentemente ripristinata, il disincanto era stato apparentemente sospeso e l’incredibile lucidità di un attimo prima sembrava offuscarsi.
Ci vollero degli anni – un paio d’anni di duro lavoro interiore – prima di ripristinare la Pura Consapevolezza con cui al liceo vidi chiaramente ciò che non sono.
La transizione comunque è totale.
Il processo è irreversibile e permanente.
Ora questi occhi vedono spontaneamente, impulsivamente, ininterrottamente, unicamente in quella maniera: non occorre fare nessuno sforzo di concentrazione, meditazione, ricordo di sé, etc.
Se potessero parlare, questi occhi disincantati direbbero solo una cosa:
“Quello che vedo non sono io e quello che sento non è mio.”


Il disincanto ormai è talmente radicato che a volte mi tocca sforzarmi per essere l’essere umano che gli altri sognano di vedere. Mi tocca sforzarmi di usare le loro credenze, di credere alle loro allucinazioni, alle loro fantasie, alle loro paure, ai loro incantesimi.
Il desiderio di rompere gli incantesimi degli esseri umani era forte fino a qualche anno fa, poi si è affievolito. Adesso preferisco che siano loro a chiedere un sostegno per rompere i loro incantesimi. Alcuni individui infatti non erano e non sono ancora pronti per il disincanto dalla loro attuale pseudo-identità.

Quello che posso dire a chi vuole approfondire il discorso è che quando la Pura e Vuota Consapevolezza viene ristabilita la visione non è più la stessa. Ciò che si vede appare più o meno come prima, con la differenza che ora vedi in maniera più spaziosa, distaccata, nitida, luminosa, penetrante, disincantata. Vedi, senti, percepisci e vivi letteralmente come se fossi totalmente immerso in un sogno lucido sconfinato… ma bisogna aver fatto qualche profonda esperienza di sogno lucido per intuire cosa voglio dire quando parlo di sogno planetario. Chi conosce i sogni lucidi e vuole capire meglio questo argomento gli basta traslare in questa dimensione diurna le sensazioni fenomenali che sperimenta nella dimensione notturna.


Nel prossimo capitolo approfondisco il discorso sulla non-identità.


---

(estratto da "Senz'io si vive da Dio - Vol. Pratico")

ANTEPRIMA TERZO VOLUME DI "UN CORSO IN MIRACOLI - SUGGERIMENTI DI ZERO"

venerdì 3 aprile 2020


EBOOK completo--> Qui


PDF completo --> Qui

 


CARTACEO --> Qui



- -





-






I precedenti volumi:






COSA LEGGERE DI ZERO?

lunedì 30 marzo 2020



Dei miei (attuali) 12 libri vi consiglio caldamente almeno due opere...
1) Un Corso In Miracoli – Suggerimenti di ZeRo - TERZO VOLUME.
2) Senz'io si vive da Dio - VOLUME PRATICO.

Queste due opere - in uscita nei prossimi giorni - presentano illustrazioni di una chiarezza lampante, offrono esercitazioni speciali che mi hanno richiesto mesi di riflessione e soprattutto sintetizzano egregiamente tutti gli altri 10 libri.
La peculiarità di queste ultime opere è il pragmatismo con cui ho cercato di comunicare argomenti che al sottoscritto non sono mai stati spiegati in termini pratici.
Ad ogni modo presto metterò qualche anteprima così da consentirvi di valutare con i vostri occhi la qualità dei miei lavori.

Una cosa è garantita: non potrete più rimanere gli stessi dopo queste letture.
L'azzeramento delle vostre fantasie, paure, illusioni, sogni è certo! Che vi piaccia o meno, la vostra mente inconscia è già stata infettata dal virus "ZeRo"
A presto!



Cap. 8 di “MENTE VUOTA IN CORPO PIENO” – Vol. Pratico

sabato 28 marzo 2020



SPAZIO SCONFINATO






  • I pensieri sono viandanti che passeggiano, appaiono e scompaiono nel campo della tua coscienza.
  • Allo spazio – che tu sei – non serve alcun pensiero; tu puoi sussistere benissimo senza pensare.
  • I pensieri non ti riguardano. Sei tu che li puoi ri-guardare dallo spazio immenso del tuo Essere.
  • Sono i pensieri a dipendere da te, non tu da loro. Tu puoi vivere senza pensiero.
  • I pensieri sono un semplice intrattenimento per te, Caro Spazio Sconfinato: essi sono dei varietà, dei giocattoli; un pensiero vale l’altro come un gioco vale l’altro.
  • Lo stesso dicasi per le sensazioni che intrattengono il corpo.
  • Dal punto di vista dello spazio, cioè del tuo vero essere, un’esperienza vale l’altra, un’emozione vale l’altra, una sensazione vale l’altra.
  • Se ci rifletti ti accorgi che la stessa cosa vale per i tuoi sogni: non prediligi un sogno ad un altro, una fantasia ad un’altra. Alla fine, sai che si tratta sempre della tua immaginazione che gioca nello spazio vuoto della tua mente.
  • Dal punto di vista del tuo essere sconfinato, tutti i pensieri e tutte le esperienze si trovano sullo stesso piano.
  • È soltanto quando c’è attaccamento o identificazione che sorgono le distinzioni della mente ordinaria: a quel punto un pensiero (io, mio) o un’esperienza (amore, felicità, auto-realizzazione) appaiono più importanti di altri pensieri o di altre esperienze.
  • Cosa succede se per un lungo periodo di tempo rimani senza pensieri?
  • Il tuo intelletto crede che senza pensieri ci sarà la morte. Al contrario, ciò che realmente sei (la tua essenza) sa che non succederà niente, non morirà.
  • Dato che l’intelletto domina la coscienza ordinaria, in molta gente è presente la convinzione che in assenza di pensieri possa succedere qualcosa di male. C’è come un comando subliminale che detta questa regola al tuo cervello: “Continua a pensare senza sosta, perché se smetti di elaborare le tue esperienze, le cose andranno di male in peggio e morirai”.
  • Per elaborazioni mentali s’intendono: preoccupazioni, fantasie, dialogo interiore, predizioni di futuri immaginari, costante revisione del passato, proiezioni mentali.
  • Il pensiero non deve essere il punto di riferimento della tua Identità. Il pensiero non è il giusto metro di valutazione del tuo Essere.
  • La tua identità è libera, incondizionata, indipendente da qualunque pensiero, svincolata da qualsiasi punto di riferimento.
  • La Mente Vuota non pensa, dunque è.
  • La mente ordinaria pensa, dunque crede di essere ma non è.













FREDDURE SUL CORONA-VIRUS (Astenersi dalla lettura i deboli di auto-ironia)

domenica 22 marzo 2020

Queste freddure non hanno lo scopo di alimentare sterili polemiche su una situazione palesemente critica per tutti, incluso l’autore delle freddure. Questo però non vuol dire che si non possa sdrammatizzare su quanto sembra accadere in questo folle mondo. Per quanto mi riguarda si può – e si dovrebbe – riuscire a ridere di tutto, incluso il virus, la malattia, il dolore e la morte. Chi la pensa diversamente non è tenuto a proseguire la lettura.
Di seguito riporto qualche freddura per stemperare gli animi e invitare tutti a guardare le cose da un’altra prospettiva: quanto è debole e ridicolo l’ego dell’essere umano.


***


Prima freddura.



Risultati della partita “CoVi contro resto del mondo”:
Ad oggi 22 marzo 2020 il virus è in vantaggio di circa 400,000 punti.
Riuscirà l’umanità a recuperare?
Lo sapremo presto. Il campionato è lungo.


La Cina comunque è quella che ha giocato peggio.


L’Italia, tanto per cambiare, segue, ma sembra decisa a cambiare strategia; passare dalla difesa a un contrattacco veloce. Inoltre i giocatori della linea difensiva non reggono più i colpi di CoVi, di conseguenza si stanno cercando stagisti disponibili a fare da cavia per un paio di mesi (ovviamente non retribuiti).
L’intenzione dell’allenatore dell’Italia sembrerebbe quella di contrattaccare al novantesimo minuto, mettendo in campo qualche giovane fuoriclasse ma che purtroppo non può ancora rientrare dall’estero.
L’America invece non ha aspettato molto ed è passata subito al contrattacco dispiegando immediatamente l’esercito e sfoderando tutti gli armamenti; speriamo che questa volta si ricordi chi è il vero nemico.


Ma essendo invisibile la vedo dura… probabilmente spareranno a vista per ridurre il numero dei contagiati usciti dalla quarantena senza autorizzazione.


Intanto portate pazienza e rimanete in casa per altri 30 anni.





**



**



-




-

Guardiamo il lato positivo.
Ad es. oggi ero al supermercato, ho starnutito e tutti sono scappati fuori, inclusa la commessa. Così ho preso l’ultima confezione di fonzies, sono uscito senza pagare e mi sono leccato le dita. Che goduria!



**




Domanda di un passante alle forze dell’ordine:
Si può ancora respirare?
Oppure hanno inventato un decreto restrittivo contro quelli che respirano senza autorizzazione medica?


**




Importante annuncio dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).
Gli esperti hanno trovato la soluzione al virus:
NON RESPIRARE FINO A SETTEMBRE… del 2021


**




Ma i senzatetto come fanno a rimanere a casa?


**




L’art. 452. (Delitto colposo contro la salute pubblica) vale solo per i cittadini che passeggiano vicini-vicini o riguarda anche i politicanti che da lontano-lontano devastano l’ecosistema?
Ag già… in questo mondo la legge vale solo per chi crede alla legge.
A parte le battute, chiedetevi seriamente quali sono i veri delitti contro la salute pubblica.


**




È la volta buona che la razza più stupida e violenta del mondo si estingua del tutto…


**





Fine prima parte.
Ed ora un po’ di vignette.





Vaccata




10 gg. Quarantena é finito il pollo


**


Vaccata




Vaccata





Emergenza virus si cercano volontari









Vaccata



Vaccata


Vaccata


Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU