Passa ai contenuti principali

Rimani aggiornato

Fingere con se stessi, significa fottere se stessi.


Utente: “Come faccio a fermare il mio dialogo interno?

Avevo letto, che il tuo cervello è fermo, non rimugina, non si crea aspettative.

Per caso, esiste un trucco per tutto questo?”


ZeRo: “Un trucco, se così vuoi chiamarlo, per fermare il tuo cervello frenetico è smettere di pretendere: smettere di preoccuparti, smettere di presumere, PRE-fare, PRE-dire, PRE-vedere, PRE-sentire.

Utilizza questo motto:

Fingere con se stessi, significa fottere se stessi.

Il mio cervello non finge bontà, simpatia, carisma, intelligenza, scaltrezza, passione per relazioni futili.

Al mio cervello non gliene frega un cazzo delle abilità sociali, intellettuali, spirituali.

Le abilità sociali, sono come abilità da circo: non hanno un vero valore; ti servono quelle abilità, e le vuoi perfezionare, soltanto se vuoi fare una bella figura nel circo umano. E per fare una bella figura nel circo umano, per impressionare la psiche umana, devi sforzare il tuo cervello, lo devi far lavorare più del dovuto.

Il mio cervello non è iperattivo come quello di un normale essere umano, non lavora sodo per implementare le abilità sociali, se ne fotte delle abilità del circo umano, se ne fotte delle abilità spirituali. Non pensa a quella roba, anzi non pensa quasi mai a niente, per questo motivo riposa in pace.

Dal punto di vista del circo umano, il mio cervello è praticamente morto.

Dal mio punto di vista, il mio cervello è in stato di profondo ed eterno riposo.

C’è un detto che recita più o meno così:

“Ci vogliono settantadue muscoli, per fare il broncio, ma solo dodici per sorridere”.

Io aggiungerei:

“Ci vogliono Zero muscoli per fottersene del tutto”.


Commenti

Rimani aggiornato sui miei contenuti

  • I MIEI LIBRI

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa))

Mostra di più

Lettori fissi

ECOVILLAGGIO MANTOVA

LEGGI LE TRILOGIE DI ZERO