Passa ai contenuti principali

NON ESSERE LÌ

 tratto da “Mente Vuota a Cuor Leggero

 

Hai mai visto un grande pugile?

Uno dei trucchi di ogni buon combattente è di non essere lì dove viene sferrato l’attacco. Non facendosi trovare in quel punto riesce a schivare i poderosi colpi dell’avversario.

Questo è ciò che dovresti fare anche tu.

Questa è l’attitudine più saggia che tu possa coltivare nella tua vita quotidiana.

Anziché non essere li fisicamente – come fa il pugile – tu non dovrai essere lì psico-emotivamente, cioè non dovrai farti catturare l’attenzione.

Dovrai diventare un guerriero della psiche in grado di padroneggiare al meglio la tua mente.

Anziché scansare gli attacchi corporei dovrai imparare a scansare gli attacchi astrali, psichici, energetici. A differenza di quelli corporei, gli attacchi astrali e psichici sono molto più insidiosi e potenzialmente devastanti: essendo invisibili agli occhi fisici – ma non invisibili alla consapevolezza – possono passare facilmente inosservati, insidiarsi ovunque, protrarsi molto più a lungo, a volte per anni.

Tieni conto che in questo mondo predatorio gli attacchi possono arrivare dappertutto e possono partire da parte di chiunque, in qualsiasi momento della giornata, anche in questo preciso momento.

Il tuo compito è di reimpostare l’attitudine di partenza.

A quel punto il tuo sistema cognitivo e percettivo, una volta addestrato correttamente, imposterà automaticamente il rilevamento, il distanziamento e la neutralizzazione di qualsiasi attacco invisibile ai tuoi occhi.

 

Alcune linee guida da seguire sono queste:

 

– Non spingerti là dove il nemico occulto vuole spingerti psicologicamente, verbalmente,  emotivamente, sentimentalmente.

 

– Non farti trovare dove si aspetta di trovarti, cioè nella paura, nella confusione, nell’incertezza. Quei luoghi interiori indeboliscono la tua mente e rafforzano il suo ego. Da lì, dalla paura e dalla confusione, lui può avere la meglio proprio a causa della tua momentanea fragilità interiore.

 

– Parti dal presupposto che gran parte di ciò che ti circonda viene prodotto per tenerti nella confusione, nell’incertezza e nell’ansia costante. Proveranno ad attaccarti e indebolirti in modi impensabili. I colpi arriveranno a tua insaputa, quando meno te lo aspetti, anche dalle fonti apparentemente più affidabili (inclusi amici e parenti).

 

– Un buon modo per cavarsela benone, senza ripercussioni affettive e relazionali, è di non prendere mai gli attacchi sul personale. Ricorda che non ce l’anno direttamente con te. Ciò che l’ego di ognuno cerca disperatamente di ottenere mediante subdoli attacchi psicologici e verbali è maggior controllo, dominio, prestigio, fama, vanagloria. In poche parole cerca insistentemente di aumentare il potere e l’importanza personale.

 

– Il modo migliore per neutralizzare qualsiasi attacco è senz’altro quello di trovarti in una Mente Vuota. Se infatti il segreto del buon guerriero consiste nel trovarsi al posto giusto, chi dimora in una Mente Vuota si trova sempre al posto giusto nel momento giusto. Lì difatti non può mai essere toccato dagli attacchi psico-energetici.

 

Per dimorare in una Mente Vuota non occorrono anni di meditazione ma solo un delicato movimento interiore mediante cui risintonizzarsi su una condizione di pace profonda, leggerezza, spaziosità. Questo è il luogo della forza interiore, quindi quello diametralmente opposto al luogo della paura, dell’incertezza, della confusione cioè il luogo interiore dove vorrebbe vederti, tenerti e colpirti l’ego. In quel luogo interiore i suoi pesanti attacchi non verranno neppure percepiti e dunque non sarà necessario scansarli, come invece converrebbe fare fino a quando non si è in grado di rimanere stabilmente a Mente Vuota e a Cuor Leggero.

Rimanendo interiormente vuoto e leggero, l’ego non potrà mai agganciarti emotivamente.

 

CONCETTI CHIAVE

 

 

Per scansare gli attacchi occulti non devi trovarti dove il nemico vorrebbe colpirti.

 

I luoghi interiori in cui l’ego vorrebbe vederti, tenerti e attaccarti sono la paura, l’ignoranza, la confusione, lo stress, l’ansia. Se rimani lì le prenderai di santa ragione dall’ego di chiunque.

 

Non prendere sul personale gli attacchi di questo mondo predatorio.

L’ego è come una furia cieca che s’impossessa temporaneamente della mente umana per poterla pilotare a suo piacimento. Questa furia cieca spinge impetuosamente le persone a dire e fare cose che in altre condizioni – in condizioni di quiete e lucidità – eviterebbero.

 

Nella Mente Vuota non può penetrare alcun attacco e non può esplodere nessuna guerra perché la Mente Vuota è il terreno meno fertile che ci sia per qualsiasi tipo di conflitto.

Chi è in grado di rimanere stabilmente a Mente Vuota e a Cuor Leggero ha il privilegio di poter neutralizzare spontaneamente, senza sforzi, qualsiasi attacco occulto – sia esso astrale, psicologico, verbale, sociale, emotivo.

Commenti

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa))

Mostra di più
  • I MIEI LIBRI