BIBBIA: PAROLA DI DIO O DEI FARAONI DELL'ANTICO EGITTO ?

domenica 22 luglio 2012


http://www.effedieffe.com/images/stories/foto2009/egitto_bibbia_4_550.jpg 
Una delle tante coincidenze tra la bibbia e le tradizioni dell'Antico Egitto, dal libro Mysterium Coniuctionis di Carl Jung:

Nel mito di Osiride, sbranato in 14 pezzi, essi si alludono ai giorni in cui il satellite svanisce, dal plenilunio al novilunio. 

Nella  cultura egiziana il Ka (divina forza vitale e procreativa) consisteva, per così dire, nelle anime degli antenati del re, quattordici delle quali venivano venerate regolarmente dal Faraone e corrispondono ai quattordici ka del Dio Creatore. 
In corrispondenza con i 14 a ka di Ra, si portano in processione le statue di 14 antenati del re. Essi sono le precedenti incarnazioni regali del dio-padre, che si è riprodotto anche in quell'ultimo Re.

A tal proposito Jacobshon trova un'interessante corrispondenza con  la tavola genealogica di Gesù, dove si dice: 
la somma di tutte le generazioni da Abramo a Davide, è così di 14; da Davide fino alla deportazione in Babilonia è ancora di 14; dalla deportazione in Babilonia a Cristo è, infine, di 14. 

Questa ricostruzione fa scorgere chiaramente la deliberata intenzione di sottolineare il numero  14.



P.s


Aneddoto sul Cristo, tratto dalla Pistis Sofia:
Un giorno lo Spirito Santo apparse come il doppio di Cristo - dunque come suo vero e proprio Ka- entrò nella casa di Maria, la quale però sulle prime lo scambio con Gesù. 
Ma egli domanda: " Dov'è Gesù, mio fratello, affinché io poss incontrarlo?" 
Lei invece, prendendolo per uno spettro , lo legò ai piedi del letto. Quando poi arrivò  Gesù, lo riconobbe e divenne immediatamente una cosa sola con lui.


 

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU