QUANDO LA SMETTI DI COMBATTERE CONTRO LA REALTA’?

venerdì 28 agosto 2015

;

l'uomo ordinario (sopraffatto dal sistema limbico) è in costante lotta contro la realtà.
a causa di alcuni retaggi (impregnati nelle zone arcaiche del cervello) le sue reazioni di fronte a quasiasi forma di cambiamento (positivo o negativo) sono principalmente reazioni di attacco o fuga... considerando il 90% degli stimoli quotidiani come minacce, anche laddove non ve ne sono, l'uomo comune è tendenzialmente sempre pronto a combattere la realtà, e giustamente la realtà reagisce di conseguenza... insomma la gente tira avanti soltanto a suon di inutili scazzottate con la realtà

.
RIASSUMENDO:

   * lo stress è cambiamento, non esiste vita senza cambiamento quindi senza stress
la LOTTA- FUGA  o la costante resistenza al cambiamento è una reazione immediata e inconscia ai mutamenti (o impermanenza) della realtà
      * la gente considera il 90% degli stimoli quotidiani come minacce, anche laddove non ve ne sono
      * è tendenzialmente sempre pronto a combattere contro la realtà, giustamente la realtà reagisce di conseguenza
      * la gente tira avanti soltanto a suon di inutili scazzottate con la realtà


      * è sopraffatta dal sistema limbico e dai retaggi del c. rettiliano


      * 90% dello stress deriva da fattori emotivi, non fisici e gli ormoni dello stress (cortisolo) + adrenalina rimangono a lungo nell'organismo, rendendoti stanco e irritabile, causando danni (psicosomatici) a lungo termine


   * inconsciamente si crede che rilassarsi provochi una diminuzione delle difese e ci renda vulnerabili agli assalti del "nemico"
   * si ritiene di non poter vivere senza la continua sensazione di agitazione, malessere e insoddisfazione latente provocata dall'ansia
   * i rumori urbani (non naturali, disarmonici) sono interpretati dal cervello come segnali d'allarme
   * il sistema neurovegetativo attiva continuamente gli ormoni dello stress, iperventiliamo senza accorgercene, non permettendo al diaframma di espandersi
   * utilizzi solo un quarto della capacità polmonare
   * respirando profondamente permetti ai capillari di espandersi, permetti a più ossigeno di raggiungere le parti del corpo che ne abbisognano
   * più lento è il respiro maggiore è il controllo sulla mente
   * il silenzio è un guaritore... nel silenzio si incontra la natura... nel silenzio dai spazio alle parole che contano, al respiro

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU