La PARABOLA DELL'ACROBATA (Buddha)

lunedì 26 marzo 2012






“Una volta un acrobata salì sulla sua asta di bambù e disse al suo allievo : – Ragazzo, sali sull’asta e monta sulle mie spalle -. Quando l’allievo si fu arrampicato disse : – Ora, ragazzo, proteggimi e io proteggerò te ; se ci prendiamo cura l’uno dell’altro, eseguiremo le nostre acrobazie, guadagneremo denaro e scenderemo sani e salvi dall’asta -. Ma l’allievo rispose : – No, maestro, così non funzionerebbe. Tu proteggi te stesso e io proteggerò me stesso. Se ognuno protegge se stesso e sta attento a se stesso, eseguiremo le nostre acrobazie, guadagneremo denaro e scenderemo sani e salvi dall’asta. 
Questo è il metodo corretto...

Ciascun acrobata, stando attento al proprio equilibrio, garantisce quello degli altri; nel momento in cui uno degli acrobati "protegge " se stesso sembra egoista ma nel contempo è anche altruista; in realtà si è trasceso il dualismo o il puro interesse personale”


Buddha 

- Samyutta Nikaya, vv. 168-178

0 commenti:

Related Posts with Thumbnails
CLICK E TORNA SU