Passa ai contenuti principali

Rimani aggiornato

ALTRI ARTICOLI (clicca qui per aprire o richiudere il menù a discesa)

Mostra di più

Progetto Looking Glass - Tecnologia Aliena per vedere il futuro

 -


1° PARTE



La scienza, intesa come istituzione che ha il compito di capire, dimostrare e applicare le scoperte, non ha sempre scopi filantropici anche perchè molto del vero sapere scientifico è nelle mani di “persone” prive di scrupoli. Molti progetti sono stati quindi condotti in segreto, da scienziati al soldo dei controllori del pianeta: corporations industriali, lobbies e società segrete che costituiscono un Elite tentacolare che opera con il solo fine di esercitare e incrementare il proprio potere sul genere umano e sulla natura. In un simile scenario, gestito a monte da una potente sinarchia che si è impadronita di tutti i settori strategici, è difficile capire quale sia il reale livello scientifico raggiunto e cosa, fino ad ora, ci sia stato concesso utilizzare.

La CIA, in quanto apparato paragovernativo (e paramilitare), è da sempre coinvolta nel progetto finalizzato al “controllo mentale” e in quest’ambito ha sviluppato già diverse tecnologie, ne è un esempio il famigerato “MK Ultra” impiegato durante la guerra fredda.

Lo studio della mente e delle potenzialità extrasensoriali umane sono oggetto di numerose sperimentazioni fin dai primi anni ’40, esperimenti da cui derivano anche le “Psy-ops” (operazioni psicologiche) tanto care agli strateghi militari e ormai abbondantemente applicate dai governi per influenzare l’opinione pubblica.

Con l’intenzione di investigare il potenziale militare di fenomeni psichici, Il Governo degli Stati Uniti, proseguì le sue ricerche e diede il via nel 1970 al “Progetto Stargate” riferendosi, in particolare, alla possibilità di osservare a distanza (“Remote viewing”) le mosse del nemico senza spostarsi dal proprio territorio. Tale progetto durò oltre 25 anni e finanziò ricerche alla Stanford e all’American Society for Psychical Research, per sviluppare potenziali tecniche di spionaggio a “distanza”.

Dopo il celeberrimo caso Roswell del 1947 e il presunto ritrovamento di un misterioso congegno (detto Orion Cube), si assiste invece alla nascita di un altro tipo di operazioni segrete, le “Black-ops” (operazioni occulte), in cui rientrano l’appropriazione e lo studio di tecnologia aliena per scopi militari e governativi.

Argomenti che la maggioranza delle persone ignora o associa a storie di “fantascienza”, grazie soprattutto alla sofisticata propaganda mediatica a cui sono costantemente sottoposte. Infatti, se da una parte numerosi film e serie televisive contenenti brandelli di verità, vengono programmati con lo scopo di testare e pilotare culturalmente gli spettatori proiettandoli in realtà futuribili, dall’altra, forniscono gli elementi per poter screditare facilmente eventuali fughe di notizie e proteggere le operazioni in corso.

Ovviamente, in quanto strumenti fondamentali per la manipolazione, la “macchina” di Hollywood e tutti i media mainstream che diffondono informazioni sono sempre stati al servizio dell’Elite. Elite dall’antica discendenza che, grazie alla conoscenza della cultura esoterica e al genio di numerosi scienziati (non sempre consenzienti), ha distrutto, cancellato, rimodellato, corrotto, ucciso, perseguitato, inquinato, ingannato, sfruttato e perpetrato ogni sorta di abominio. Questa politica di accentramento del potere basata sulla distorsione della verità e sulla violenza (fisica e psicologica), continua imperterrita ed è oggi alle sue battute finali.


Il progetto “Looking Glass”

Uno dei più sconcertanti esperimenti segreti dopo il “Philadelphia Experiment” (avvenuto nel 1943), è sicuramente il progetto Looking Glass, un programma appartenente alle Black-ops, che ha permesso di creare un’immenso stargate (apertura nel tessuto spazio-temporale) retroingenerizzando il funzionamento della ghiandola pineale.

Effettivamente la scienza ha scoperto che la retina presenta gli stessi fotorecettori presenti anche nella pineale. Quest’ultima è di fatto una ghiandola sensibile ai campi elettromagnetici ed ha ancora adesso, per certi versi, un retaggio chimico e funzionale similare agli occhi. La ghiandola, in buone condizioni di salute, conterrebbe al suo interno uno speciale fluido e, una volta avvenuto il rilascio di “DMT2 e “Pinolina”, sarebbe in grado di isolarsi da qualsiasi stimolo elettromagnetico esterno, proiettando la consapevolezza dell’individuo nei reami superiori della coscienza. Il liquido schermato all’interno della ghiandola agirebbe come una sorta di monitor, permettendo di “osservare” il piano dimensionale su cui ci si focalizza.

Certe “percezioni extrasensoriali” (ESP) come precognizione, chiaroveggenza e telepatia, sono sempre state prerogative di individui che hanno imparato ad utilizzare le potenzialità della pineale. Visioni nitide di altre dimensioni e spostamenti extracorporei lungo la linea temporale possono quindi essere indotti dal nostro personale “stargate” naturale. Ma, se tutto questo fosse artificialmente replicabile, un simile potere necessiterebbe di un adeguato senso di responsabilità: viaggiare nel tempo così come prevedere e modificare il futuro, sono doni che nelle mani sbagliate potrebbero diventare pericolosi. Per quanto rischiose possano essere, i “corpi speciali” che si occupano di queste sperimentazioni non sono nuovi a questo genere di sfide e pare che, allettati dalle potenzialità operative del progetto, vi abbiano speso particolari risorse.

David Wilcock, ricercatore sensitivo, autore di “The Divine Cosmos” ed esperto di geometria sacra, ha recentemente parlato del fenomeno e di come sia già stata utilizzata la tecnologia Looking Glass in una non precisata base sotteranea. Per il genere di informazioni che rilascia al pubblico molti considerano Wilcock un visionario, ma le sue affascinanti indagini, che spesso coinvolgono personalità di elevato calibro scientifico, offrono, tuttavia, numerosi spunti di riflessione.


Fonte: http://coscienzaevoluta.blogspot.com/2009/10/ghiandola-pineale-e-stargate.html


----


2° PARTE


Scritto da Cristina Bassi

Una traduzione, la mia che segue, di un video un po’ difficile,  sia per il tema che per l’autore, che si dice essere un insider ex militare. Si parla del Progetto Looking Glass, che fu un’operazione militare negli anni ’70 in cui il governo (USA) creò una macchina che poteva vedere il futuro, una macchina che si collegava ai pensieri umani e che poteva visualizzare qualsiasi futuro probabile che potesse accadere.

Solo le persone coinvolte nel progetto sanno come è fatta la macchina (l’autore delle parole che seguono dice di essere uno di questi) perché la missione era Top Secret. Alcuni insider hanno fatto trapelare informazioni su questo progetto quindi oggi ne abbiamo un’idea generale.

Non risulta il nome di questo insider del seguito, che parla in un linguaggio un po’ criptico. Però la sua conclusione, è quella che sentiamo dire da tempo da David Icke ed altri, che si dicono certi in sostanza che il Male assoluto, crudele e perverso che ha steso una spessa coltre sul pianeta ora, NON vincerà il gioco.

Ma la partecipazione di tutti noi a questo pensiero è importante.


Prefazione di David Icke al video sul tema, che presenta sul suo sito:

La tecnologia del Progetto Looking Glass ha visto che il Grande Risveglio non può essere fermato“, dice un insider militare. Come dico da tempo, il risultato è scritto da livelli di coscienza ben oltre gli scemi del villaggio di questa setta globale: il popolo vince quando si risveglia alla verità.


Nel 2021/22 e ad inizio 2023 ci troviamo e troveremo nei giorni più bui, prima che sorga l’alba e che emerga una realtà completamente nuova basata sull’amore e la libertà.

Siate forti, non sottomettetevi alla tirannia – la LIBERTA’  STA ARRIVANDO e la Setta, il Culto ‘onnipotente’ è nei suoi ultimi disperati spasimi di morte”

Una delle cose che mi ha visto personalmente coinvolto, era una informazione che aveva a che fare con gli Stargates e Looking Glass e piu specificatamente, il problema del 2012 relativamente a quei progetti


L’opinione comune “all’esterno” su quel che successe, è che il progetto fu chiuso, perchè c’era un problema quando siamo entrati nel 2012

L’ho sentito descrivere in moltissimi modi, ma per quel che ne so, il problema è la convergenza di sequenze temporali su quel punto nel tempo

E quando ne sapete abbastanza dei progetti Stargate e di quello del Looking Glas, sapendo come funziona la teoria delle stringhe  [la teoria delle stringhe prevede l’esistenza di una miriade di universi possibili, ognuno governato da leggi proprie, ndt] , e come funziona la possibilità delle possibilità, e come il fare una scelta qui, non significhi necessariamente che l’altra scelta non potrebbe esistere simultaneamente…

Quando il cervello si incarta su questo tema, scoprite che alla fine del 2012, per dirla in modo semplice, le scelte fatte diventavano sempre meno consequenziali con il futuro e che forse siamo spinti in questo collo di bottiglia del tempo, al di là di quale scelta facciamo.

Questo è importante per la gente che ha avuto accesso al Looking Glas, perchè useranno il Looking Glass sapendo le scelte che vorrebbero fare e come il futuro salterà fuori

Fu un grande errrore venir fuori con la possibilità del futuro. Quando abbiamo cominciato ad usare un computer per dire …  bene se facciamo questa scelta, è possibile per il 79% che questo scenario si realizzi, oppure il 23% o altro che accada.


La comprensione allora, era che fosse realistico, tuttavia se si prosegue sulla strada, e il libero arbitrio continua ad esercitare se stesso su questo gioco, quel 79% di possibilità a volte cambia molto velocemente.

Ma se guardate alla situazione in un punto del tempo, sembra molto realistico che quella sia la Maggiore Possibilità.

Quel che accadde è che della gente, molto intelligente, inizio’ a comprendere che qualcosa di grande stava arrivando



IL RISVEGLIO 

Qualcosa che faceva si che tutte le possibilità di scenari futuri, di qualsiasi scelta e possibilità che veniva alimentata e osservata attraverso il Looking Glas, intrinsecamente finiva nello stesso futuro.


Oltre un certo punto, non cambiavano nè decisioni ne possibilità.


Ecco il Grande Segreto: tutte le linee temporali possibili portano allo stesso corso fondamentale della storia nel futuro. Questo è quello che manda in grande panico, tutti quelli che hanno le informazioni, che sanno tutto.

Le persone che sapevano tutto di Looking Glass, che avevano  ricevuto tutti i rapporti e le informazioni, LE ELITE DEL MONDO, probabilmente capirono che ciò era LA FINE DEL GIOCO

Nulla avrebbe potuto essere manipolato oltre quel punto.

Quando ero nei Militari, ed era prima del 1997, quando poi ebbi problemi, una delle mie aree particolari su cui avevo incredibile intuizione, era la soluzione di problemi e la pianificazione della missione.


O più specificatamente, prendere una brutta missione e sistemarla, certamente sapendo come funziona la teoria delle stringhe e i futuri possibili, cosi da poter organizzare molto velocemente la mente.


Questo per vedere la realtà di ciò che sta accadendo, e prendere le decisioni necessarie per cambiarla in funzione di un risultato particolare.


Ad un certo punto, dopo essere finiti poiché avevano sentito il computer dire loro, ripetutamente, che quello sarebbe accaduto, tutto ciò su cui potevano concentrarsi, fu “come sistemiamo questa storia?”


Ciò che so è che fui chiamato, e mi si chiese di risolvere il problema. Questo problema di contrazione della linea del tempo.


E mi applicai con diligenza, feci le investigazioni del caso. Sostanzialmente avevo una sola informazione ed era rinforzare e raddrizzare i computer.

Cosi le linee del tempo si sarebbero contratte verso qualcosa di inevitabile, un evento inevitabile . E’ stato predetto, previsto. Ci è stato passato come una sbobba relativamente a ciò che vogliono che noi crediamo accadrà.


Non hanno in realtà controllo su ciò che accade. Hanno controllo solo sulla reazione e sembra che al di là di ciò che cercano di fare per causare [ciò che vogliono], la loro reazione desiderata incontri un effetto opposto.


Oggi per me è molto molto più semplice spiegare cosa è quel processo, contrariamente al passato. Se avessi dovuto dargli un nome, avrei detto che è il PROCESSO DI RISVEGLIO


E’ un’evoluzione della coscienza, che al di là delle decisioni o possibilità che vengano inserite nella equazione, si risolve con tutti noi che apprendiamo la verità e diventiamo consapevoli di questa enorme diga di menzogne che è stata costruita. Cosa che ci impedisce di sapere enormi quantità di informazioni che dovremmo invece possedere


Sostanzialmente quello che accadde con Looking Glass… non solo non volevano che le persone lo usassero, perchè sapevano che avrebbe eruttato la stessa cosa, ma allo stesso tempo non volevano che nessun altro sapesse cosa stava dicendo.


Ovvio, perchè queste informazioni, erano di estrema preoccupazione, quano io ero nei Militari. Una preoccupazione su come evitare questa inevitabilità.


Inizialmente pensai che sarebbe stata la fine del mondo. Ora vedo che la fine del mondo è la fine del loro mondo.


La piu grande ciliegina sulla torta, su tutta questa conversazione, sarebbe una sinopsi (un sunto) per dire che se potessi convincere tutti là fuori, per tutti gli intenti e scopi, tdirei che tutto ciò che crediamo essere vero, diventa veramente tale.


Se qualcuno ci convince che un grandisismo disastro accadrà fra alcuni anni in un breve futuro, cosi sarà. Se non ci facciamo incastrare in quella paura, ed accettiamo che non c’è nulla che sappiamo che accadrà, e accettiamo qualsiasi cosa accada, ciò fa si che la convergenza delle linee del tempo accada il più naturalmente possibile.


Ogni tentativo che cerca di allontanare dalla conclusione inevitabile, lo vedo come un nuovo inizio, una fine di questa realtà e l’inizio di qualcosa che non possiamo nemmeno immaginare, sulla base dei nostri sistemi di credo correnti.


Ma quando tutta quella informazione sgorgherà dalle acque, non ci sarà negazione di ciò che è vero e ciò che è una menzogna o illusione.


SCACCO MATTO

Sostanzialmente quello di cui ora stiamo facendo esperienza, sono due Maestri di scacchi, seduti ad un tavolo.

Uno dei due guarda il tavolo e vede che sarà in scacco matto in 7 mosse. Guarda il suo oppositore e vede che anche lui lo sa.

Quindi non c’è una via di uscita. A questo punto il perdente potrà solo prolungare il gioco, ma tutti e due sanno che il gioco è finito.

E’ solo una questione di tempo prima che lo faccia, e voi siete forzati a farlo… e poi SCACCO MATTO

Noi, come razza, se potessimo comprendere che il gioco è finito, che sulla base delle regole del gioco i cattivi hanno già perso e i buoni hanno già vinto… si ci sono delle mosse lasciate sul tavolo, ma sono forzate dal giocatore che sta per vincere.

L’unico modo in cui lo scacco matto NON possa accadere, è se il giocatore che sta vincendo fa un errore, ma dalle informazioni che ho raccolto, tutte quelle che sono state date, tutte quelle che mi sono state vagliate, sembra molto ovvio che il giocatore buono al tavolo, sa esattamente cosa deve essere fatto per vincere il gioco.

E quindi a questo punto ogni errore sarebbe solo impossibile. Ma di nuovo dovete veramente conoscere il gioco per sapere che il tipo che sta perdendo ha perso.

E sono sicuro che molti seduti a guardare la partita di scacchi, tra due esperti giocatori, sapranno che il gioco è finito molto dopo che i due giocatori sanno che è finito.

Perché non possono vedere il tavolo e vedere che sono rimaste solo 7 mosse.


traduzione: M.Cristina Bassi per www.thelivingspirits.net


--


3° PARTE


Looking Glass – Il dr. Dan Burisch, nato in California nel 1964, ha studiato microbiologia e psicologia all’Università di Las Vegas, Nevada. Si è laureato nel 1986 e ha conseguito un dottorato di ricerca in microbiologia nel 1989 nello stato di New York. Sportivo fin dall’infanzia, ha giocato a basket. Ma la sua vera passione era la scienza e a cinque anni gli fu regalato il suo primo microscopio, dopo di che divenne in seguito il membro più giovane della società di microbiologia di Los Angeles.

Nel 1986 riceve una visita inaspettata all’Università di Las Vegas dal cosiddetto governo “segreto” degli Stati Uniti. Due di quegli uomini, in divisa militare, proposero a Dan di lavorare su un progetto di alto livello, dove avrebbe potuto mettere a disposizione del governo il suo talento professionale in un contesto di massima segretezza.

Nel 1987 ha iniziato a lavorare presso un ufficio del governo dello stato del Nevada. Nel 1989 ha iniziato a ricevere campioni di tessuto. Burisch li ha esaminati altrove e ha rispedito il rapporto al luogo di origine. Nel 1989 lavora a un progetto segreto e anche alla cosiddetta “Sharp Storm”. Ma nel 1994 è stato portato in un luogo sotterraneo chiamato “Secolo IV” che fa parte dell’Area 51, dove ha iniziato a lavorare al Progetto “Acquario“.

Lì apprese che i militari erano in possesso di astronavi ed esseri extraterrestri. In un dipartimento c’erano informazioni su esseri chiamati Orioniani (di Orione) e esseri alieni del sistema stellare Z Reticuli. Dan Burisch ha appreso di una copia dell’accordo fatto dal presidente Eisenhower con due razze, comprese le forme di vita aliene chiamate P-50 e poi le cosiddette razze di Orione.


In un luogo chiamato La baia di Galileo, Burisch poteva vedere diversi tipi di astronavi. Uno di questi velivoli era la nave che Bob Lazar (un ex fisico nucleare che era in servizio nell’Area 51) descrisse negli anni ’80. Un’altra delle navi che vide fu quella che si schiantò a Roswell nel 1947. Secondo il colonnello Philip J. Corso (1914 – 1997) che scrisse il libro “The day after Roswell”, gli alieni sono viaggiatori dello spazio-tempo e coloro che hanno guidato l’UFO caduto a Roswell aveva due cervelli, uno dei quali era utile per controllare l’aereo. Corso dichiarò che la nave aliena era la chiave del progresso tecnologico.

Eisenhower ha incontrato diversi gruppi extraterrestri che hanno avvertito i terrestri di abbandonare le armi atomiche per evitare un futuro olocausto nucleare. In questo incontro si svolsero discussioni diplomatiche tra civiltà e fu approvato un accordo per rapire esseri umani allo scopo di studiarli, a condizione che non dovessero soffrire e non ricordare nulla della loro esperienza (quelle che amiamo definire “adduzioni aliene“). Gli Orioniani hanno regalato al presidente Eisenhower un cubo largo circa otto centimetri e lungo altri otto centimetri, in grado di predire il futuro. È passato tra le mani di ricchi e potenti per poter scegliere bene nelle loro vite. 


Burisch ha lavorato direttamente agli ordini dei “Majestic 12“. Una delle sue affermazioni più importanti è quella relativa agli “Stargate” o portali dimensionali. Sono dispositivi realizzati anche sulla Terra, ma con tecnologia extraterrestre. Secondo il Dr. Burisch, le informazioni su come costruire gli Stargate sono nelle tavole sumeriche che usavano per comunicare con altre civiltà extraplanetarie. Attraverso questi Stargate si poteva accedere ad un wormhole e quindi in una dimensione parallela o in una coordinata spaziale diversa dalla nostra.


Dan descrive uno Stargate che si trova nell’Area 51 dicendo che accanto a questo enorme apparato, c’era una piattaforma che permetteva di lanciare l’oggetto all’interno del wormhole per viaggiare verso altre stelle, teletrasportando persone o materiali da un luogo all’altro. l’altro all’istante.

Ma Burisch dice di non essere molto affidabile e di aver visto morire una persona durante uno degli esperimenti. Questo dispositivo è anche noto come “Looking Glass” ed è stato utilizzato per vedere le probabilità di eventi futuri.


Come dichiara Burisch, molte guerre nell’est e altre catastrofi sarebbero avvenute a causa di questi Stargate. Secondo il dottore, ci sono cinquanta Stargate sulla Terra, sebbene tutti gli Stargate siano stati apparentemente smantellati. Oggi la razza umana è in serio pericolo di estinzione a causa di molti fattori tra cui guerre e gravi cambiamenti climatici.







Commenti

Rimani aggiornato sui miei contenuti

  • I MIEI LIBRI

Lettori fissi

ECOVILLAGGIO MANTOVA